Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘ALICE IN WONDERLAND’

tutti con il fiato sospeso aspettando l’uscita di Alice nella versione di Tim Burton. Un evento incredibile!

Ecco il nostro speciale, che comincia con il trailer  :

http://cinetrailer.it/Alice-in-Wonderland

Distribuito da: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia

Produzione: Tim Burton

Cast: Alan Rickman, Johnny Depp, Christopher Lee, Helena Bonham Carter, Crispin Glover, Timothy Spall, Noah Taylor, Stephen Fry,
Il sito ufficiale Disney
http://adisney.go.com/disneypictures/aliceinwonderland/#/epk/characters

Qui, potete scorrere le illustrazioni di Arthur Rackham, il sontuoso illustratore di una delle versioni più fortunate di Alice, in italia nell’edizione de Nuovi Equilibri, la più bella tra quelle in circolazione

http://www.exit109.com/~dnn/alice/rackham/index.html

ora tocca ai libri: sul film,  sul regista, sugli attori, sull’autore .

Alice in Wonderland. La storia a fumetti dal film di Tim Burton,
Ferrari Alessandro; Narciso Massimiliano, Disney

Alice ha 19 anni ed è sicura che Wonderland e i suoi abitanti – come il Brucaliffo, il Cappellaio Matto, lo Stregatto – siano solamente un sogno, un sogno ricorrente che fa sin da quando era bambina. Tutto qui. Nessuna sorpresa quindi se il giorno del suo fidanzamento finisce di nuovo nella buca del Bianconiglio e incontra gli stessi strambi personaggi. Eppure. Eppure tutto è cambiato a Wonderland. C’è una rivolta in corso ora, c’è un mostro smisurato agli ordini di una Regina Rossa crudele e tirannica. Ci sono pericoli veri e un intero mondo da salvare. Forse, questa volta, non è un sogno. Forse non lo è mai stato. La graphic novel tratta dal visionario film di Tim Burton, che parla della ricerca di se stessi e della propria identità, è arricchita da un “ma-king of “. Per conoscere tutti i retroscena della creazione del fumetto e rivivere la genesi artistica di sceneggiatori e disegnatori, perennemente alla ricerca del giusto equilibrio tra la fedeltà alla storia originale e l’espressione della propria personalissima cifra stilistica. Età di lettura: da 8 anni

Il regista:
Burton racconta Burton,a cura di Salisbury, Kowalski
Beetle Juice, Edward mani di forbice, Ed Wood, II pianeta delle scimmie, Big Fish, La sposa cadavere, La fabbrica di cioccolato, Sweeney Todd: sono solo alcuni dei film del regista più visionario del cinema di oggi. In questo libro Burton si racconta a Mark Salisbury, accreditato giornalista, spesso dietro le scene dei suoi film. Ma forse la sintesi più puntuale la scrive l’amico e l’attore feticcio, Johnny Depp: “È un artista, un genio, uno spostato, un amico onesto, pazzo, eccezionale, istericamente divertente, leale e anticonformista. Ho un grande debito con lui e lo rispetto più di quanto possa riuscire a dire sulla carta. Lui è lui e basta. E, tra le altre cose, è anche il miglior imitatore di Sammy Davis jr che esista sulla faccia della terra. Non ho mai visto una persona così palesemente fuori posto trovarsi così perfettamente al posto giusto. A modo suo”.

Il cappellaio matto :


Johnny Depp,
Saracino Eleonora,Gremese

Considerato un “ribelle” e un outsider, Johnny Depp ha faticato non poco a liberarsi dal cliché del “bello e dannato” per imporsi sulla scena internazionale come un attore di talento. A dispetto della fama da sex symbol che i media gli hanno cucito addosso, ha preferito misurarsi con personaggi complessi e tormentati e lavorare con registi in grado di dare voce alla sofferenza, alla solitudine, alla diversità. E uno dei pochi artisti a non essere ossessionato dall’immagine e non esita a trasformarsi fisicamente. Il volto sfregiato del protagonista di “Edward mani di forbice”, la calvizie del Raoul Duke di “Paura e delirio a Las Vegas”, il plastificato Wonka de “La fabbrica di cioccolato” e lo spaventoso ghigno di Sweeney Todd sono alcuni dei ruoli “estremi” in cui l’attore ha alterato la propria fisionomia per essere non soltanto aderente al ruolo ma “nel” ruolo. Diretto da grandi registi Depp non ha mai smesso, come lui stesso ha dichiarato, di “mettersi alla prova”. Dopo una lunga serie di film dettati dalle “scelte di cuore”, Depp è arrivato al successo planetario a quarant’anni con la miliardaria saga dei Pirati dei Carabi, portando alla ribalta un genere che, dopo l’era di Douglas Fairbanks, sembrava destinato all’oblio e a un sicuro flop al botteghino. Il suo Jack Sparrow, invece, è entrato nel mito, con la sua aria da sgangherato masnadiero, funambolo sul filo dell’avventura e della comicità, incarnazione perfetta del corsaro post-moderno.

Per scoprire Lewis Carroll fotografo.
Lewis Carroll, Contrasto

Charles Lutwidge Dodgson resta ancora oggi un enigma. Professore di logica e apostolo del non senso, scrive con lo pseudonimo di Lewis Carroll la storia più fantasiosa che sia mai stata raccontata firmando, con “Alice nel paese delle meraviglie”, uno dei capolavori della letteratura moderna. Elegante matematico, Carroll si divide tra studi di analisi, racconti e poesie. Ma non solo. Nonostante l’esasperato puritanesimo che imperversa nell’epoca vittoriana, fotografa con rara delicatezza ed evidente ossessione per le bellezze in fiore, le giovani fanciulle del suo ambiente. Tutta l’opera di Lewis Carroll, dunque, non è che la costruzione di un affascinante teorema, visivo e matematico, intorno a un enigma non risolto: quello del suo autore.

Read Full Post »

Il primo trailer ufficiale de ALICE IN WONDERLAND di TIM BURTON, pronto per le sale cinematografiche USA a Marzo 2010: il marchio è Disney, ma siamo certi che il “tocco” resterà quello di Tim Burton!

http://movies.ign.com/dor/objects/14219277/alice-in-wonderland/videos/sdcc09_alice_wondr_tease1_1_072209.html

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 303 follower