Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘libri droga’

I piccoli editori, le piccole realtà, stentano assai in un mondo costruito su misura per i grandi, dove l’ossessione per il profitto e per il guadagno di nuove fette di mercato porta poi alle degenerazioni che sono sotto gli occhi di tutti. Per questo, vogliamo dedicare uno spazio alle nuove proposte di chi fatica a trovare spazi, pur proponendo ottime cose.

Le Edizioni Piano B

Piano B edizioni s.r.l
via bologna 459/q
59100
Prato

Tel: 0574/070118
Fax: 0574/070851

E-mail:
direzione@pianobedizioni.com

PROPONIAMO QUESTO TESTO:
Autore Charles Baudelaire, Honoré de Balzac , Lev Tolstoj , Sigmund Freud, Stupefatti,

Stupefatti! è una raccolta di 4 saggi brevi che vertono sul tema della droga scritti da grandi autori della letteretaura moderna: Balzac con Il trattato degli eccitanti moderni, Baudelaire con Il poema dell’hashish, Freud con Sulla Coca e Tolstoj con Perché la gente si droga?. Partendo dal caffè e dall’alcol per finire all’hashish e alla cocaina questi quattro grandi autori prendono in esame gli effetti sull’uomo e sulla società umana che la “droga” inizia ad avere sin dall’inizio del secolo scorso. Senza scadere in una acritica esaltazione della droga e neppure in un preconcetto rifiuto di analisi, ma in un tentativo di capire le cause di un fenomeno crescente – come in Tolstoj – o di spiegarne gli effetti e i terribili postumi – come in Baudelaire, Balzac e Freud, che provarono le droghe su se stessi. Stupefatti! riesce a offrire un punto di vista fuori dagli schemi consueti, cercando, al di là della tradizionale divisione tra proibizionisti e antiproibizionisti, di capire un fenomeno in costante ascesa: quello del consumo di droghe nella società moderna.

Alfred Jarry, Ubu in bicicletta, In uscita
A cento anni dalla sua morte da dietro la collina spunta la sagoma di un Alfred Jarry avido di esercizio fisico e di nuove sensazioni. La bicicletta, così come l’assenzio o il revolver, è un prolungamento naturale della maschera di Ubu che Jarry ha portato per tutta la vita.
Non dormiva forse insieme al suo «scheletro esterno», la Clement Luxe 96, mitica bicicletta che non fu mai pagata? Ubu in bicicletta raccoglie gli scritti velocipedi di Jarry. Vedremo Gesù in derapata sul Golgota, Issione attaccato alla propria ruota per l’eternità, i pedoni investitori, l’acrobata del Giro della Morte, una quintupletta lanciata alla rincorsa di un treno da Parigi alla Siberia, dei ciclisti ubriachi fradici dopati con il Perpetual Motion Food . .

www.pianobedizioni.com

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 303 follower