Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘libri fantasy’

Un fantastico protagonista per questo fantasy d’esordio, figlio di una”strega buona” e di uno “stregone davvero cattivo”: ai giorni nostri, la cara vecchia Inghilterra è spaccata in due tra coloro in possesso di doti particolari, e chi ne è privo, le due razze vivono insieme, ma i “profani” non sanno cosa si cela sotto l’aspetto degli altri, (gli Incanti). Il mondo è dominato dal Consiglio, e da una guerra crudele tra Incanti bianchi e neri: toccherà a Nathan(un cosiddetto “errore…), nonostante le sue “debolezze” (ha difficoltà a leggere e scrivere) cercare di cambiare le sorti dell’umanità.. Stile diretto ed immediato, per una storia densa di grandi emozioni che spinge il lettore ai confini di quanto considerare BENE e cosa MALE… Primo libro di una trilogia.

HALF BAD, SALLY GREEN, RIZZOLI

La magia esiste, ed è spaccata da una guerra millenaria. Appartenere a un fronte definisce il ruolo di ciascuno nel mondo, garantisce compagni e alleanze; ma soprattutto decide chi sono i nemici, che vanno giustiziati senza rimorso. Nathan vive in una zona grigia: figlio di una maga Bianca e dell’Oscuro più terribile mai esistito, cresce nella famiglia materna, evitato da tutti, vessato dalla sorellastra, perseguitato dal Concilio che non si fida di lui e anno dopo anno ne limita la libertà, fino a rinchiuderlo in una gabbia. La stessa guerra che divide il mondo della magia si combatte nel cuore di Nathan, in perenne bilico tra le due facce della sua anima, che davanti alla dolcezza di Annalise vorrebbe essere tutta Bianca, e invece per reagire alle angherie si fa pericolosamente Nera. Ma è difficile restare aggrappato alla tua metà Bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, della ragazza di cui ti sei innamorato, e forse nemmeno di te stesso. Età di lettura: da 13 anni

Read Full Post »

vanni santoni

Read Full Post »

English: Robin Hobb at Worldcon 2005 in Glasgo...

English: Robin Hobb at Worldcon 2005 in Glasgow. Polski: Robin Hobb na Worldconie 2005 w Glasgow. (Photo credit: Wikipedia)

 

Le saghe fantasy più amate

FONTE: http://bestfantasybooks.com/top25-fantasy-books.php

ci risulta essere la lista più seguita dal pubblico, anche se non è del tutto condivisibile….

 

N. 1        George Martin, Cronache del ghiaccio , Mondadori

N. 2        Joe Abercrombie, The first law, (in Italia è uscito Il richiamo delle spade, Gargoyle)

N. 3        Steven Erickson, La caduta di Malazan, Armenia

 

N. 4        Patrick Rothfuss, Le cronache dell’assassino del re, Fanucci

 

N. 5        JR. Tolkien, Il signore degli anelli, Bompiani

 

N. 6        Glenn Cook, The black company, non tradotto

 

N. 7        Brandon Sanderson, La via dei re – Le cronache della folgoluce, Fanucci

 

N. 8        Robin Hobb, La trilogia dei lungavista, Fanucci

 

N. 9        Daniel Abraham, The long price quartet, non tradotto

 

N. 10     Scott Lynch, La serie dei bastardi gentiluomini, editi da Tea e da Nord

 

N. 11     Mearvin Peak, il ciclo di Gormenghast, Adelphi

N. 12       Robert Jordan, La ruota del tempo, Fanucci

N. 13     Mark Lawrence, Il principe dei fulmini, Newton

N. 14        C.S.Friedman, Il cavaliere del sole nero, Nord

N. 15     Robert Jackson Bennett, The troupe (non tradotto)

 

 

un appuntamento con il mondo del fantasy, la nostra festa il 19 ottobre 2013 in compagnia delle amiche di Coop Mosaico.

 

http://ilmosaicocooperativa.blogspot.it/2013/09/buon-compleanno-il-mosaico-cooperativa.html

Read Full Post »

La Cooperativa Il Mosaico insieme alla Libreria Atlantide di Castel San Pietro, nate nel 1993, nella ricorrenza dei 20 anni di vita festeggiano in questo modo:

FESTA FANTASY nella Rocca di Bagnara

 

Sabato 19 ottobre dalle ore 15

Bagnara di Romagna (Ra)

Letture, presentazioni, cosplayers, laboratori, gastronomia a tema, mostre d’arte e tante sorprese…

Non mancate….. e partecipate vestiti come il vostro personaggio fantasy preferito!

ecco il programma delle attività.

MOSTRE

MIDDLE ART . Le opere dell’artista Ivan Cavini, uno dei più grandi illustratori  di Tolkien e la presentazione del suo lavoro come direttore creativo del Greisinger Museum, il primo museo europeo dedicato a Tolkien

Inaugurazione ore 16,00

“Bagnara fantasy art”: esposizione delle opere partecipanti al concorso di disegno e pittura.

 PRESENTAZIONI

17,00 Essecenta – I nomi della Terra di Mezzo. Il nuovo libro di Roberto Fontana

17,45 “Le nuove promesse del fantasy”. Incontro con Isabella Colic autrice de L’occhio della profezia e Cristiano Cardone , autore di  The dark Angel

18,30 “Aspettando LO HOBBIT”. “Processo a Bilbo Baggins ” . Primo incontro del mini seminario. Relatore Claudio Testi dell’Istituto Filosofico- Studi Tomistici(Modena)

20,00 La strega di San Colombano, Ombre in Romagna Vol. 1, di Oberdan Betti presentato con letture a cura della Bottega dell’Invisibile , specializzata nella pubblicazione di storie fantastiche, in questo caso della terra di Romagna.

PROIEZIONI

21,30 “Bruciare Violini per Vendere la Cenere”

1° puntata: porte a spinta, aperte tirando

Cortometraggio diretto da Stefano Farolfi  e con Federico Bertaccini, Francesca Bugamelli, Enrico Galassi, Stefano Farolfi, Mirco Denicolò, Filippo Medici, Alessandro Migliucci, Paolo Pincelli, Simone Sieli, Marco Silvestri, Vladimiro Valli

“E’ una favola dove i cattivi fanno a turno con i buoni, un’avventura in un tempo che nemmeno esiste!”

LABORATORI

“Il magico mondo del castello di Gusciola” . Laboratorio creativo -a cura del Castello di Gusciola-Montefiorino.MO

“Combatti nella Terra di Mezzo” - lezione di scherma medievale- a cura de Gli Sparvieri- Bagnara di R.(RA)

“Un folletto per amico” -Scopri come trasformarti in un piccolo folletto!- a cura de Il Mosaico

“Harry Potter story time” - Come parla veramente Harry Potter? Vieni a scoprirlo!- a cura de Il Mosaico

“Peter Nimble e le sue fantastiche avventure “ -Costruisci un libro percorso che si trasforma in un gioco da tavolo ripiegabile- a cura di Agnese Baruzzi

“Lezione di calligrafia elfica: le Tengwar” - a cura di Roberto Fontana

“La magia del Drago”- Laboratorio creativo- a cura de Il Mosaico

E tanto divertimento per tutti….

Tiro con l’arco storico con la Compagnia Arcieri dei Graffiti di Castel S. Pietro Terme -BO

La quarta era- Gruppo cosplayers de “Il Signore degli Anelli” e “Lo hobbit”

Il Grande e potente Oz (Il Mago Valente)

Il piccolo popolo di Crucotto Pitto center

Le composizioni di Beda il Bardo

Spade infuocate” - Duelli spettacolari a cura de Gli Sparvieri

e tante altre sorprese…

CONCORSI

Concorso di disegno e pittura fantasy : aperto a tutti dai 6 anni in su. 

Per info: coopmosaico@yahoo.com

Concorso pozione Polisucco.  Travestiti come il tuo personaggio preferito e partecipa al concorso per il miglior costume.

SEMINARIO : Aspettando LO HOBBIT. A cura dell’Istituto filosofico. Studi Tomistici (Mo)

Processo a Bilbo Baggins ” . Relatore: Claudio Testi Sabato 19 ottobre ore 18,30 Sala Consiliare Rocca sforzesca

“Il drago Smaug e J.R.R.Tolkien”. Relatore: Roberto Arduini Mercoledì 23 ottobre ore 21,00 Sala Consiliare Rocca sforzesca (Iscrizione obbligatoria)

“Lo Hobbit: la fiaba figlia dei miti”. Relatore: Valerie Morisi Sabato 26 ottobre ore 17,30  Sala Consiliare Rocca sforzesca (Iscrizione obbligatoria)

Grande stand libreria, giochi da tavolo e di ruolo, film, hobbistica tutto a tema ovviamente

E se lungo il viaggio ti verrà fame non disperare...La locanda del Puledro impennato ha pronti piatti favolosi e bevande per ogni palato della Terra di Mezzo!

Info: http//:ilmosaicocooperativa.blogspot.it/

coopmosaico@yahoo.com

atlantidelibri@atlantide-sdf.191.it

0542 21949 0516951180 3316995

ps: in caso di maltempo, tutto rimandato a sabato 26 ottobre…..

locandina web-page-001

Read Full Post »

Terry Pratchett enjoying a Guinness at honorar...

Terry Pratchett enjoying a Guinness at honorary degree ceremony at Trinity College Dublin. (Photo credit: Wikipedia)


FANTASY, I LIBRI , LE SAGHE PIU’ VENDUTE DI SEMPRE

 

1. Harry Potter by J. K. Rowling, 450 milioni di copie nel mondo, 67 lingue

 

2. Il signore degli anelli, J.R.R. Tolkien, 150 milioni di copie, 39 lingue

 

3. Le cronache di Narnia, C.S.Lewis, 120 milioni di copie, 47 lingue

 

4. Twilight, Stephenie Meyer, 116 milioni di copie

5. Mondo Disco, Terry Pratchett, 70 milioni di copie, 37 lingue

6. Robert Jordan, La ruota del tempo, Robert Jordan, 44 milioni

7. Il ciclo dell’eredità, Christopher Paolini, 33 milioni

8. La torre nera, Stephen King, 30 milioni, pubblicato in 40 Paesi

9. Guin Saga, Kaoru Kurimoto, 28 milioni di copie

10. La spada della verità, Terry Goodkind, 25 milioni di copie

 

Prono a balzare in classifica, la saga CRONACHE DEL GHIACCIO E DEL FUOCO, GEORGE MARTIN, 15 milioni di copie al 2011

 

la fonte:

http://writeveriday.blogspot.it/2013/01/10-bestselling-fantasy-series.html

 

un appuntamento con il mondo del fantasy, la nostra festa il 19 ottobre 2013 in compagnia delle amiche di Coop Mosaico.

 

http://ilmosaicocooperativa.blogspot.it/2013/09/buon-compleanno-il-mosaico-cooperativa.html

Read Full Post »

English: Robin Hobb at Worldcon 2005 in Glasgo...

English: Robin Hobb at Worldcon 2005 in Glasgow. Polski: Robin Hobb na Worldconie 2005 w Glasgow. (Photo credit: Wikipedia)

Bene, avete letto tutte le Cronache del ghiaccio del fuoco, e ora siete in astinenza. Però, se vi è piaciuto la saga di GEORGE MARTIN potete anche leggere questi libri, in attesa di novità da George:

(anche se, naturalmente, come accade in questi casi, alcuni di questi titoli non sono disponibili al momento…)

La saga di Anthony Durham, Acacia, I ribelli del mondo oscuro, Piemme (tristemente fuori catalogo…)

Il viaggio di Thasren Mein, l’assassino, dalle gelide terre del Nord al porto di Alecia è durato diversi giorni. È partito all’alba dal Mondo Oscuro, la landa desolata in cui il suo popolo è stato esiliato secoli prima, ha attraversato a cavallo la steppa nell’inverno senza fine, costeggiato le Montagne Nere e infine è giunto al mare. Di fronte a lui, dall’altra parte dello specchio d’acqua, l’isola di Acacia, un groviglio imponente di rocce lambito dalle onde. È questa la sua destinazione. È qui che vive re Leodan Akaran, discendente della nobile stirpe che cinquecento anni prima ha sconfitto il suo popolo e che tuttora controlla le terre del Mondo Conosciuto grazie a oscuri traffici.Ora Thasren è stato incaricato di uccidere l’odiato nemico e di ristabilire l’antico potere del suo popolo. È la missione più importante della sua vita, per la quale è disposto a mettere a rischio la sua stessa esistenza. Così, dopo essersi camuffato per entrare a corte e potersi presentare al cospetto del re, riesce ad accoltellare al cuore il sovrano e a sfuggire alla cattura togliendosi la vita.Senza la guida di Leodan, che negli ultimi anni ha tentato di rimediare agli errori della sua stirpe impartendo ai figli ideali di giustizia e di uguaglianza, il regno è allo sbaraglio e Hanish Mein porta a termine il piano ordito insieme al fratello minore: Acacia è nelle sue mani. …

Patrick Rothfuss, Il ciclo Le cronache dell’assassino del re, Fanucci. Il nome del vento, volume uno

La Pietra Miliare, una locanda come tante, nasconde un incredibile segreto.

L’uomo che la gestisce, Kote, non è davvero il mite individuo che i suoi avventori conoscono. Sotto le sue umili spoglie si cela Kvothe, l’eroe che ha fatto nascere centinaia di leggende. Il locandiere ha attirato su di sé l’attenzione di uno storico, che dopo un lungo viaggio non privo di pericoli e avventure riesce a raggiungerlo e convincerlo a narrare la sua vera storia. Il nostro eroe muove i suoi primi passi a bordo dei carri degli Edema Ruh, un popolo di attori, musicisti e saltimbanchi itineranti che, nonostante le malevole credenze popolari, si rifanno a ideali nobili e tengono in gran conto arte e cultura. Kvothe riceve i primi insegnamenti dall’arcanista Abenthy, e viene poi ammesso all’Accademia, culla del sapere e della conoscenza. Qui egli apprenderà diverse discipline, stringerà salde amicizie e sentirà i primi palpiti dell’amore, ma dovrà anche fare i conti con l’ostilità di alcuni maestri, l’invidia di altri studenti e l’assoluta povertà; vivrà esperienze rischiose e incredibili che lo aiuteranno a maturare e lo porteranno a diventare il potentissimo mago, l’abile ladro, il maestro di musica e lo spietato assassino di cui parlano le leggende. Non c’è la varietà di personaggi dei libri di Martin, ma è un altro grande esempio di fantasy di qualità

Greg Keyes, Saga dei regni delle spine e delle ossa, ovvero Il re degli alberi, Fanucci

Nel regno di Crotheny, due ragazzine, una delle quali è la figlia del re, giocano nei giardini della città sacra dei morti. Sfuggendo a un assalitore immaginario, scoprono la cripta della regina Virgenya Dare. Nel cuore della foresta, mentre indaga sul massacro di una famiglia innocente, il guardiano del re, Aspar White, si imbatte in una bestia mostruosa. Nel frattempo, percorrendo le stesse strade, un giovane e colto sacerdote comincia un lungo viaggio alle radici del male che infesta il regno. La stessa famiglia reale è sotto assedio, costretta a fronteggiare una congiura dietro la quale si nascondono forze magiche. Questi e altri destini finiranno per convergere sotto l’assalto delle forze del male che scuotono Crotheny alla radice. Un fantasy dalla prosa deliziosa, una trama intrigante soffusa di crudo realismo. Il classico esempio di fantasy eroico, stile “salviamo il mondo dai cattivi”

   Joe Abercrombie, il ciclo The first law, (in Italia è uscito Il richiamo delle spade, Gargoyle)

Logen Novedita, il famigerato guerriero, ha infine esaurito la sua fortuna.

Si è fatto un nemico di troppo e ora ha davanti a sé un futuro solitario e cupo, in cui da un momento all’altro potrebbe ritrovarsi a guardare la morte in faccia per l’ultima volta. Ma saranno proprio i morti a offrirgli un’ultima opportunità, perché qualcuno, là fuori, ha ancora dei progetti per il Sanguinario. Il Capitano Jezal dan Luthar, modello di egoismo e vanità, ha in mente poco altro che banali sogni di gloria, da far avverare in duello a colpi di spada. Ma la guerra è alle porte, gli eserciti si mobilitano e sui campi di battaglia del gelido Nord si combatte con regole terribilmente cruente. L’Inquisitore Glokta, carnefice storpio, sarebbe contento di veder tornare i resti del Capitano Jezal in una cassa, ma d’altro canto lui odia chiunque non sia stato ridotto nelle sue condizioni. Confessione dopo confessione, senza lasciar spazio a nessun sentimento se non al rancore, elimina i traditori in seno all’Alleanza, ma la sua ultima scia di cadaveri potrebbe condurlo dritto al cuore corrotto del governo. Se soltanto potesse sopravvivere abbastanza a lungo da poterla seguire..

Astro nascente del panorama fantasy, è un autore spiritoso e intelligente, i suoi personaggi sono tutti in ombra e c’è un sacco di azione brutale nei libri. Abercrombie scrive grandiose scene di combattimento, e le sue pagine vi faranno davvero pensare alcosto finale della guerra.

Tadd Williams, Il trono del drago. Il ciclo delle spade. Vol. 1

Il regno di Osten Ard è in grave pericolo: il sovrano legittimo, il mitico Gran Monarca uccisore del drago Shurakai, è in punto di morte e sul paese si abbatte la guerra. Infatti il Signore delle Tempeste, che regna sul magico popolo dei Sithi (imparentati con gli elfi), tenta di riconquistare il regno che una volta gli era appartenuto, e per far questo non esita ad allearsi a un umano di sangue reale. Soggiogati dalla magia del Sithi, e dall’odio, i pretendenti si scagliano l’uno contro l’altro in una lotta mortale, finché la terra stessa non inizia a morire. Ma c’è ancora un gruppo di fedelissimi, la Lega della Pergamena, che si rende conto del pericolo da cui è minacciato Osten Ard; e proprio a uno dei suoi membri, il giovane Simon, viene affidato il compito di cercare la soluzione dell’antichissimo enigma che permetterà di scongiurare il cataclisma. Ma la ricerca è lunga e densa di pericoli, e Simon dovrà battersi contro nemici umani e talora mostruosi, alcuni dei quali usciti direttamente dal mondo degli incubi…   Ci sono elementi di contatto con la trama delle Cronache del ghiaccio, creature che arrivano dal Nord per conquistare il mondo, una pletora di personaggi ben costruiti.

Robin Hobb, L’apprendista assassino, Fanucci – La trilogia dei Lungavista

Un’umanità di servi e signori abita un mondo pervaso da una magia sottile e inquietante, fra intrighi di corte e minacce di misteriosi pirati in grado di manipolare le loro vittime privandole di ogni forma di raziocinio e sentimento. Tra questi pericoli si aggira il giovane Fitz, un “bastardo” di stirpe reale, la cui sola consolazione è un magico e tenero legame con gli animali. Accolto a corte, Fitz dovrà apprendere l’uso delle armi e le regole dell’etichetta, ma il suo destino è legato all’abilità di uccidere nell’ombra… Diventare un assassino vuol dire intraprendere un mestiere crudele e solitario, e soprattutto scoprire i propri poteri, lascito del sangue dei Lungavista…

Se vi piacciono i “metalupi”, le storie in cui avviene un contatto tra la nostra specie e quelle animali, tra la serie che fa per voi!

Brent Weeks, La via delle tenebre, Newton – trilogia L’angelo della notte

Il giovane Azoth ha dovuto imparare a giudicare in fretta le persone. Per uno come lui, cresciuto nei sobborghi di Cenaria, una città da incubo controllata da criminali, la sopravvivenza è un premio da conquistare, giorno dopo giorno. Per questo, quando incontra casualmente Durzo Blint, il killer più richiesto e temuto, il ragazzo rimane subito affascinato dal suo carisma: in una città come Cenaria, Durzo non è un semplice assassino, ma una vera e propria leggenda, un artista dell’omicidio circondato da un’aura di invincibilità. Il sogno di Azoth è diventare come lui, anzi, più forte, per non dover più avere paura, e sa che l’unico modo per farcela è diventare apprendista di Durzo stesso… Azoth dovrà impegnarsi al massimo ed essere disposto a mettere in gioco tutto, anche la sua stessa identità, rinascendo come Kylar Stern, spietato assassino che si muove tra rischiosi intrighi e strani incantesimi, coltivando il suo talento per la morte. Una saga che ruota attorno al percorso del protagonista, con aspetti magici piuttosto stravaganti, gente che diventa immortale, manufatti che iniziano a dialogare con i loro creatori. Non la solita magia tipica dei fantasy!

Brendon Sanderson, La via dei re, Fanucci . Serie Le cronache della Folgoluce.

Rimpiango i giorni precedenti all’Ultima Desolazione. L’epoca prima che gli Araldi ci abbandonassero e i Cavalieri Radiosi si rivoltassero contro di noi. Un tempo in cui c’era ancora la magia nel mondo e l’onore nel cuore degli uomini. Il mondo divenne nostro e noi lo perdemmo. Pare che nulla costituisca una sfida per le anime degli uomini quanto la vittoria stessa. Forse quella vittoria è stata un’illusione fin dall’inizio? I nostri nemici si resero conto che quanto più duramente si battevano, tanto più resistevamo? Ci sono quattro persone che noi osserviamo. Il primo è un chirurgo, costretto a mettere da parte la guarigione per diventare un soldato nella guerra più brutale del nostro tempo. Il secondo è un assassino, un omicida che piange mentre uccide. La terza è una bugiarda, una giovane donna che indossa il mantello di una studiosa sopra il cuore di una ladra. L’ultimo è un alto principe, un condottiero i cui occhi si sono aperti sul passato mentre la sua sete di battaglia va scemando. Il mondo può cambiare. L’uso dei Flussi e degli Strati può tornare; la magia dei giorni antichi può essere di nuovo nostra. Queste quattro persone ne sono la chiave. Una di loro può redimerci. Un’altra ci distruggerà. Dopo un avvio distante dallo stile-Martin, il lettore si troverà di fronte ad un salto temporale che lo condurrà in una rete di personaggi semi disperati impegnati ad affrontare congiure e fazioni spietate, i confini bene – male sono sempre labili ed incerti. Rispetto a Martin, ci sono molte più frequentazioni del mondo magico, molti meno personaggi da seguire.

Ursula Le Guin, La leggenda di Earthsea, Nord

I romanzi di Earthsea, parte dei racconti del Ciclo di Earthsea, hanno per protagonista il giovane Ged. Ged compare la prima volta nel romanzo Il mago di Earthsea, con il nome di Duny, nome che all’ingresso nell’età adulta verrà cambiato in Ged dal suo futuro maestro di magia. Nel corso del romanzo Ged si presenterà con lo pseudonimo di Sparviero poiché, nelle terre dell’arcipelago, conoscere il vero nome di qualcuno significa poterne disporre, avere potere su di lui.

Ged studia nella scuola di magia di Roke. Roke è apparentemente l’unica scuola di magia nell’arcipelago in cui sono ambientate le vicende del romanzo, è un edificio dove i giovani promettenti, conducendo una vita simile a quella che avrebbero potuto condurre dei novizi in un monastero, imparano la magia fino a guadagnare la qualifica di Mago, ottenendo il bastone e la possibilità di fregiarsi del titolo di mago di Roke.

È qui che il giovane Ged, lasciato il suo primo maestro, compie i primi passi verso il suo futuro di mago, tra l’amicizia e l’invidia dei compagni, la benevolenza dell’arcimago a capo della scuola e il fatale errore da lui compiuto che scatenerà nella sua esistenza un male sconosciuto.

La saga manca inizialmente di un “cattivo” centrale, soffermandosi su certi aspetti negativi, vizi dell’umanità. E’ un libro dalla trama fantasy più semplice di quella delle Cronache di Martin, che non si discosta mai molto dal percorso del giovane protagonista. Un testo adatto anche al pubblico di Young Adults.

Read Full Post »

 

  due giovanissimi autori locali, non ancora maggiorenni, hanno da pochissimo pubblicato due romanzi fantasy: non è bellissimo ciò?  Ecco i due libri  :

Isabella Colic, L’occhio della profezia, In.Edit   

Non esiste pace senza guerra e non esiste libertà senza sacrificio. Il destino è già stato scritto e nessuno può cambiarlo. Ma questo Jane, una giovane ragazza di quindici anni, non l’avrebbe mai immaginato. Il giorno del suo compleanno, scopre di essere stata adottata e fugge di casa, in preda alla confusione. Si ritrova improvvisamente catapultata in un altro mondo, Breating, e lì scopre qualcosa di incredibile. I suoi grandi occhi gialli, che ha sempre considerato soltanto strani, sono il marchio di qualcosa di assai più terribile: Jane è una Mezzapura, una creatura animata da una furiosa sete di sangue e destinata a liberare Breating da Damiski, il Malvagio che sta mettendo a ferro e fuoco le quattro Terre, come scritto in un’antica Profezia. A questo punto, Jane può contare solo sui suoi amici, Altamenor, Josh e Akenas, e sulla sua spada. Tradita, braccata, sempre in fuga dall’ombra di Damiski e da se stessa, Jane dovrà combattere mille battaglie, riunire i popoli ancora liberi e i ribelli rimasti sotto la sua guida per rovesciare il regno del terrore del Malvagio. Ma dovrà anche battersi contro la sua sete, per mantenere ciò che c’è di buono in lei e non cadere nello stesso abisso dei suoi nemici. Perché se lei si perde, nessuno potrà far rinascere un nuovo regno dalle ceneri.

Isabella Colic è nata il 23/12/1996 a Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna. Ha sedici anni, ma ne aveva appena compiuti tredici quando iniziò a scrivere questo libro. Per diverso tempo la sua passione è stata, ed è tuttora, la scrittura, e ad essa si sono affiancate la musica, il pianoforte, la chitarra elettrica e il desiderio di iscriversi alla facoltà di giornalismo, una volta finito il liceo linguistico che attualmente frequenta a Lugo (Ra)

The Dark Angel, Cristiano Cardone, Europa Edizioni 

“GIRAI LA TESTA VERSO LE TOMBE DEI MIEI GENITORI E LA VIDI. FU LÌ CHE LA VIDI PER LA PRIMA VOLTA, FU LÌ CHE VIDI LA FINE DELLA PACE. LÌ VIDI COLEI CHE CAMBIÒ TUTTO.”

Il romanzo di Cristiano Cardone trova una perfetta collocazione in quel genere di fantasy che sconvolge le certezze su ciò che crediamo di sapere del mondo in cui viviamo. È irrilevante ciò che il giovane Valentine Black sa di se stesso. L’unica cosa che conta è ciò che egli realmente è. Per guidarlo ed illuminarlo, gli si affiancherà la bellissima Lunar Kiss. Se già si rivelerà difficile per lui sostenere il peso delle rivelazioni sulla sua vera identità, quando comprenderà il ruolo che dovrà svolgere, la sua forza sarà messa a dura prova. La Terra, le porte dell’Inferno, la torre del Purgatorio e il Paradiso .
Uscire dalle trame di The Dark Angel non sarà affatto facile.

Read Full Post »

Il richiamo delle spade (titolo originale The Blade Itself) è il primo romanzo della acclamata trilogia fantasy The First Law dello scrittore britannico Joe Abercrombie.

Un universo fantasy particolare, in cui non è facile distinguere i buoni dai cattivi, soprattutto per il fatto che al momento di calarsi nella battaglia tutti diventano spietatamente cattivi. Anche la collocazione anonima, non riconoscibile, del luogo in cui si svolge la scena costituisce parte della originalità di questo autore, che arricchisce le sue trame di tocchi tipici del romanzo hard boiled o del western addirittura.

Ecco cosa pensa l’autore del genere fantasy:

“Di sicuro la Fantasy epica è ricca di personaggi eroici in tanti modi, gente dall’aspetto eroico, con motivazioni, azioni e risultati eroici.

Io sono partito dal punto di vista secondo cui pochissime persone sono ammirevoli sempre e comunque, ma che tutti noi, non importa come siamo di base, siamo capaci di essere disinteressati, nobili o coraggiosi nelle giuste circostanze. E che l’eroismo dipenda spesso dalla situazione in cui ci si trova.

Anche nella Fantasy si trovano spesso personaggi che sono impareggiabili guerrieri, capaci  di farsi strada fra orde di nemici, e quando le spade sono nel fodero riescono a essere nobili leader, amanti sensibili e amici fidati. La mia opinione è che se qualcuno è particolarmente adatto a uccidere la gente con una lama, non sarà il membro più rassicurante di una società in tempo di pace…”

Joe Abercrombie, Il richiamo delle spade, Gargoyle

Logen Novedita, il famigerato barbaro, ha infine esaurito la sua fortuna. Coinvolto in una faida di troppo, senza più amici e con un futuro squallido, potrebbe essere l’ultima volta che guarda la morte in faccia. Ma saranno proprio i morti a offrirgli un’ultima opportunità – qualcuno, là fuori, ha ancora dei progetti per il Sanguinario.

Il capitano Jezal dan Luthar, modello di egoismo, ha in mente qualcosa di più pericoloso di semplici sogni di gloria. Ma la guerra è alle porte, gli eserciti si mobilitano e sui campi di battaglia del gelido Nord si combatte per regole ancora più cruente.

Glokta l’inquisitore, carnefice storpio, sarebbe contento di veder tornare Jezal in una cassa. D’altro canto, egli odia chiunque. Intessendo tradimenti nel cuore dell’Alleanza un po’ per volta, lascia poco spazio all’amicizia e la sua ultima scia di cadaveri potrebbe condurre dritto al cuore corrotto del governo… se soltanto potesse sopravvivere abbastanza da poterla seguire…

Joe Abercrombie (1974), dopo aver lavorato come montatore freelance e produttore televisivo, comincia la stesura del romanzo The Blade Itself, primo della popolarissima trilogia fantasy epica The First Law (pubblicata fra il 2006 e il 2008), insieme a Before They Are Hanged e Last Argument of Kings. The Blade Itself gli è valsa la candidatura al prestigioso John Campbell Award per il miglior nuovo scrittore fantasy. Joe Abercrombie è fra gli autori della serie della BBC The Worlds of Fantasy, insieme a Michael Moorcock, Terry Pratchett e China Miéville. Il suo primo libri pubblicato in Italia è The Heroes (Gargoyle, 2012). Abercrombie vive a Bath con la moglie e due figli.

Read Full Post »

A Dance with Dragons

A Dance with Dragons (Photo credit: Wikipedia)

si va avanti, un altro passo verso la conclusione della saga fantasy più amata. Infatti, mentre George Martin ha appreso di aver due sue opere in finale ai Premi Hugo (massimo riconoscimento per fantasy e fantascienza, concorre con A DANCE WITH DRAGONS come miglior romanzo e per l’adattamento televisivo de Song of ice), i fans italiani potranno proseguire la lettura delle Cronache del ghiaccio e del fuoco dal 30  aprile con:
GEORGE MARTIN, I FUOCHI DI VALYRIA, MONDADORI
Dopo I guerrieri del ghiaccio ecco la seconda parte di A Dance with Dragons. Mentre la regina dei Draghi affronta soverchianti forze malefiche, Tyrionn Lannister continua nella sua ricerca di riscatto e Jon Snow stabilisce il suo comando sui guardiani della notte.

Read Full Post »

Thames, London, UK

Image via Wikipedia

Una nuova saga, che prende il nome proprio da questo romanzo. Potremmo definirlo uno “urban fantasy”, un romanzo che si è meritato una nomination per il  Galaxy National Book Awards nel NEW WRITER OF THE YEAR AWARD. Ironia pungente e ottima caratterizzazione dei personaggi, una eccellente capacità di ricreare una suggestiva Londra sulla pagina, ne fanno una ghiotta lettura!I FIUMI DI LONDRA, BEN AARONOVITCH, FANUCCI

Peter Grant, un aspirante agente di polizia in attesa di accedere al famigerato Metropolitan Police Service di Londra, ha due preoccupazioni: evitare la prospettiva di un noioso lavoro d’ufficio e guadagnarsi i favori della vivace e spregiudicata collega Leslie May. Nel corso di un’inchiesta su un caso di omicidio, Peter riesce inspiegabilmente a ottenere la testimonianza di uno strano individuo, estremamente loquace ma decisamente morto, e a richiamare su di sé l’attenzione dell’enigmatico ispettore Thomas Nightingale, l’ultimo mago d’Inghilterra, capo di un’unità segreta della polizia dedicata alla magia e al soprannaturale. Peter possiede poteri magici, e deve mettere le proprie straordinarie abilità al servizio del bene comune. Aggirandosi tra covi di vampiri nei sobborghi londinesi, negoziando tregue tra le divinità del Tamigi, dissotterrando tombe a Covent Garden, Grant cercherà di governare lo spirito di ribellione della città e riportare, forse, l’ordine nel caos che domina Londra.

Un urban fantasy divertente ed estremamente realistico. Una lettura fondamentale per chiunque abbia sempre colto qualcosa di inesplicabile o strano per le vie di Londra… cioè per chiunque vi sia mai stato davvero.

Read Full Post »

Older Posts »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 303 follower