Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘le news dal mondo del libro’ Category

 

 

16 LUGLIO, RICCARDINO. Prosegue la raccolta delle prenotazioni! Acquistatelo in una libreria indipendente(il perché ve lo spieghiamo sotto, se non siete ancora convinti)!

Forse avrete già letto o udito la notizia: Sellerio ha comunicato la data di uscita ufficiale de RICCARDINO, l’ultima avventura per il Commissario Montalbano.

 

 

Nel 2005 Andrea Camilleri aveva appena pubblicato La luna di carta, e come al solito stava lavorando alacremente. In estate consegnò ad Elvira Sellerio un altro romanzo con protagonista il Commissario Montalbano, intitolato Riccardino. Con l’accordo di pubblicarlo in un domani indefinito, a chiusura del ciclo dedicato al Commissario, dopo la scomparsa del suo creatore.  11 anni dopo, durante i quali sono usciti 15 libri di Montalbano,  Camilleri sente l’urgenza di riprendere quel romanzo, che è venuta l’ora di «sistemarlo». Nulla cambia nella trama ma solo nella lingua che nel frattempo si è evoluta.

Di questo romanzo verrà pubblicata, oltre a quella tradizionale, (Euro 15 –  292 pagine) anche una edizione speciale in cui sono presentate ENTRAMBE  le versioni del romanzo, quella del 2005 e quella definitiva. (590 pagine, euro 20)

 

Se non lo avete ancora prenotato è POSSIBILE FARLO fino al 16 luglio! In libreria,  o via mail: info@atlantidelibri.it ! Non mancate  all’appuntamento editoriale più importante dell’anno!

 

SUPERBONUS!  Con Riccardino per un acquisto superiore ai 30 euro Atlantide vi offre anche la spedizione gratuita, con il programma LIBRI DA ASPORTO. In tutta Italia, isole comprese.

 

Il 16 luglio 2020, giovedì, le copie del libro saranno disponibili in Atlantide. Lo stesso giorno sarà spedito a coloro che hanno espresso il desiderio di riceverlo a domicilio, oppure sarà possibile ritirarlo in libreria.

 

Perchè prenotare in una libreria indipendente? Perché con la nuova legge sul libro i prezzi sono uguali ovunque, e così manterrete viva la comunità in cui risiedete. Un atto etico, un gesto di affetto nei confronti di chi porta la cultura nei paesi giorno dopo giorno.

 

 

 

Read Full Post »

molto orgogliosi di avere fatto parte la giuria che ha selezionato i migliori libri dei primi anni del Millennio! Da Albinati a Wu Ming, la lista completa la trovate sul sito de L’INDISCRETO.
 
 
In questo maggio 2020 improvvisamente libero (i libri usciti tra metà febbraio e metà marzo concorreranno con gli altri nel voto di ottobre) abbiamo chiesto ai “Grandi Lettori” e alle “Grandi Lettrici” delle Classifiche di Qualità di votare quelle che per loro sono state le migliori opere di narrativa italiana degli ultimi vent’anni, così da comporre – ovviamente con spirito ludico – il primo “Canone dell’Indiscreto 2000-2019”.
 
Albinati, Edoardo; La scuola cattolica, Rizzoli 2016
• Anedda, Antonella; La vita dei dettagli, Donzelli 2009
• Ballestra, Silvia; I giorni della rotonda, Rizzoli 2009
• Bortolotti, Gherardo; Tecniche di basso livello, Lavieri 2009
• Busi, Aldo; El especialista di Barcelona, Baldini&Castoldi 2012
• Calasso, Roberto; La folie Baudelaire, Adelphi 2008
• Calasso, Roberto; L’ardore, Adelphi 2010
• Caminito, Giulia; La grande A, Giunti 2016
segue sul sito

Read Full Post »

I MIGLIORI LIBRI degli ultimi venti anni, secondo la giuria de L’INDISCRETO

molto orgogliosi di avere fatto parte la giuria che ha selezionato i migliori libri dei primi anni del Millennio! Da Albinati a Wu Ming, la lista completa la trovate sul sito de L’INDISCRETO.
 
 
In questo maggio 2020 improvvisamente libero (i libri usciti tra metà febbraio e metà marzo concorreranno con gli altri nel voto di ottobre) abbiamo chiesto ai “Grandi Lettori” e alle “Grandi Lettrici” delle Classifiche di Qualità di votare quelle che per loro sono state le migliori opere di narrativa italiana degli ultimi vent’anni, così da comporre – ovviamente con spirito ludico – il primo “Canone dell’Indiscreto 2000-2019”.
 
Albinati, Edoardo; La scuola cattolica, Rizzoli 2016
• Anedda, Antonella; La vita dei dettagli, Donzelli 2009
• Ballestra, Silvia; I giorni della rotonda, Rizzoli 2009
• Bortolotti, Gherardo; Tecniche di basso livello, Lavieri 2009
• Busi, Aldo; El especialista di Barcelona, Baldini&Castoldi 2012
• Calasso, Roberto; La folie Baudelaire, Adelphi 2008
• Calasso, Roberto; L’ardore, Adelphi 2010
• Caminito, Giulia; La grande A, Giunti 2016

Read Full Post »

“Se un amico vi regala un libro è veramente un amico“

Ma, ora, come si fa?

Niente paura, agli AMICI ci pensa Atlantide.

Voi scegliete il libro che volete regalare, o vi fate consigliare da noi, e i librai recapitano il libro con un pacchetto regalo.

“Se un amico vi regala un libro è veramente un amico“, parola di Roberto Cerati, storico presidente Einaudi. Cosa non semplice, ora.

Un libro è capace di farsi ricordare per sempre, a distanza di anni la persona che lo ha ricevuto si ricorderà di voi, dei momenti passati insieme.

I librai di Atlantide sono pronti  ad aiutarvi ricevendo i vostri ordini, o a guidarvi per giungere ad una scelta, forti dei ventisette anni in cui quotidianamente si sono sentiti rivolgere la domanda “Cosa posso regalare?”

 

Prepareranno con cura un pacchetto, aggiungeranno un biglietto di auguri (omaggio), e per ordini superiori ai 20 euro lo consegneranno alla persona che volete raggiungere.

 

È possibile fare tutto a distanza, via mail (info@atlantidelibri.it) o qui in libreria. Sarà sufficiente lasciarci indirizzo e numero di telefono, e nel giro di 48 ore consegneremo il testo, nel territorio di Castel San Pietro. Oppure, lo spediremo anche in capo al mondo!

 

“Incontri persone che ti dimenticano. Dimentiche persone che incontri. Ma a volte incontri persone che non puoi dimenticare. Quelli sono i tuoi amici” Mark Twain

 

 

 

Read Full Post »

in ottemperanza a quanto  previsto dalla Presidenza del Consiglio, circa le nuove misure di contenimento del COVID-19, Vi comunichiamo che da oggi Libreria Atlantide resterà chiusa. Seguiranno aggiornamenti nei prossimi giorni.
Siamo però raggiungibili via mail (info@atlantidelibri.it ) o via Fb: resteremo comunque a presidiare gli scaffali!  E a nutrire Sauron e compagnia..
Appena possibile, ci rivedremo in libreria!
Pablo Neruda, “Ode alla Speranza”
Crepuscolo marino,
in mezzo
alla mia vita,
le onde come uve,
la solitudine del cielo,
mi colmi
e mi trabocchi,
tutto il mare,
tutto il cielo,
movimento
e spazio,
i battaglioni bianchi
della schiuma,
la terra color arancia ,
la cintura
incendiata
del sole in agonia,
tanti
doni e doni,
uccelli
che vanno verso i loro sogni,
e il mare, il mare,
aroma
sospeso,
coro di sale sonoro,
e nel frattempo,
noi,
gli uomini,
vicino all’acqua,
che lottiamo
e speriamo
vicino al mare,
speriamo.
Le onde dicono alla costa salda:
Tutto sarà compiuto

Read Full Post »

La CORNUCOPIA del mondo editoriale si è data da fare. Questa settimana il piatto delle nuove uscite è ghiottissimo: giudicate voi!
Eccone alcune.
ADLER OLSEN JUSSI, VITTIMA NUMERO 2117,MARSILIO
MURAKAMI RYU, BLU QUASI TRASPARENTE, ASTMOSPHERE
KNAUSGARD KARL OVE, FINE LA MIA BATTAGLIA 6, FELTRINELLI
LIVELY PENELOPE, INCONTRO IN EGITTO, MARSILIO
NIFFOI SALVATORE, LE DONNE DI OROLE’, GIUNTI
NICK CAVE, E L’ASINA VIDE L’ANGELO,SUR
INDIA – THE PASSENGER, IPERBOREA
MICHAEL CONNELLY, LA FIAMMA NEL BUIO, PIEMME
CASSANDRA CLARE, CATENA D’ORO -SHADOWHUNTERS, MONDADORI
CATERINA CAVINA, LE RADICI DEI FIORI, PENDRAGON
ASTRID LINDGREN, LE CONFIDENZE DI BRITT MARI, MONDADORI
CARLO LUCARELLI, L’INVERNO PIU’ NERO, EINAUDI
MAURIZIO GARUTI, NEL CUORE DELLE DONNE, PENDRAGON
SANDRO CAMPANI, I PASSI NEL BOSCO, EINAUDI
CELINE, PANTOMIMA PER UN’ALTRA VOLTA – NORMANCE, EINAUDI
 
E, in lingua inglese, THE MIRROR & THE LIGHT, da HILARY MANTEL, terzo volume della trilogia dedicata a CROMWELL.

Read Full Post »

PROSSIMAMENTE, I PASSI NEL BOSCO, di Sandro Campani. Un nuovo libro, e un appuntamento in Atlantide.
 
“Sandro Campani ha un talento unico: dà voce al bosco, al vento che frusta gli alberi, al profumo della terra dopo la pioggia. E lo fa con una scrittura precisa e implacabile, come un colpo d’accetta.”
 
La scheda editoriale Marzo Aprile di Einaudi, con cui vengono presentate le novità ai librai, recita: CHI HA AMATO KENT HARUF AMERA’ SANDRO CAMPANI.
 
Nell’ottobre 2018 abbiamo ospitato l’autore in Atlantide, intervistato da Muriel Pavoni: un appuntamento graditissimo ai lettori, per un libro, Il giro del miele, che li ha conquistati, collocato anche nelle nostre selezioni dei migliori dell’anno. Un incontro che ricordiamo con piacere sotto tanti aspetti: anche perché Sandro ci sembra una persona speciale, che vale la pena incontrare appena si può.
 
Così, appena notato nel copertinario Einaudi l’arrivo nei Supercoralli de I PASSI DEL BOSCO, abbiamo pensato di invitarlo nuovamente.
 
Mercoledì 25 marzo 2020, Libreria Atlantide, orario in via di definizione
Sandro Campani, autore de IL GIRO DEL MIELE, presenta I PASSI NEL BOSCO (Einaudi), intervistato da Muriel Pavoni.
 
Restate sintonizzati.

Read Full Post »

Dopo una lunga assenza (e dopo estenuanti ed infruttuose ricerche da parte dei librai di Atlantide: testo molto ricercato dai bibliofili, edito nel 1992 da Il melangolo, ora da Castelvecchi) ritorna quello che è considerato il miglior libro del nume tutelare della letteratura argentina. Macedonio Fernández : Museo del romanzo della Eterna (primo romanzo bello)
Borges lo considerava il suo maestro: «Nel corso di una esistenza ormai lunga – aggiunge Borges – ho conversato con persone famose; nessuna mi impressionò come lui, neppure in modo analogo. Cercava di nascondere, non di sfoggiare, la sua straordinaria intelligenza; parlava come ai margini del dialogo, eppure ne era il centro».
 
Per Cortázar fu colui che gli fece scoprire un certo umorismo segreto.Altri estimatori? Roberto Artl, Bolaño.
Ah, è di sicuro il romanzo con il maggior numero di prologhi: PROLOGO ALL’ETERNITÀ. PROLOGO ALLA MIA PERSONA D’AUTORE. AI CRITICI. AI LETTORI CHE SOFFRIREBBERO SE IGNORASSERO CIÒ CHE IL ROMANZO RACCONTA. PROLOGO METAFISICO. GUIDA AI PROLOGHI. AL LETTORE DI LIBRI IN VETRINA… ed altri, tanto che viene da chiedersi dove inizi il romanzo..
 
Ora, magari, potremo vedere prima o poi Adriana Buenos Aires (ultimo romanzo brutto), che del Mueso del romanzo della Eterna viene considerato il seguito!
 
 
 
Macedonio Fernández
Museo del romanzo della Eterna
(primo romanzo bello)
 
Museo del romanzo della Eterna, iniziato nel 1904 e compagno dell’autore fino alla morte, sovverte ogni concezione classica della distinzione dei generi e dissolve qualunque canone lo abbia preceduto. È un gesto di denudamento tradotto in scrittura e protratto nel tempo eternamente inconcluso di un’opera aperta. Si tratta di accettare un invito malsicuro e ritrovarsi, sin dal primo momento, non ospiti ma ostaggi di un poeta senza età, di un folle, o forse di un genio invasato, di un filosofo visionario, e di un buffone, un profeta, un teorico dell’arte indemoniato. Sfilano le identità, si accumulano e si ingarbugliano i discorsi, si disarticolano storie, si smontano personaggi, e l’ostaggio, costretto a un dialogo impossibile, ridotto a interloquire con un’assenza cangiante, si ritrova fatalmente solo, senza scampo e senza scuse, finché per la soddisfazione del suo ospite fa infine esperienza del “trauma dell’inesistenza”. Solo allora, abbandonata insieme all’autore l’identità, sacrificato il senso, deposta ogni credenza, quel che resta del lettore potrà, con quel che resta della lettura, incontrare l’Assoluto.
Macedonio Fernández
 
(Buenos Aires, 1874-1952)
Scrittore, avvocato e filosofo argentino, ha scritto romanzi, racconti, poesie, articoli di giornale, saggi filosofici e testi di natura inclassificabile. Autore trasgressivo per eccellenza, con i suoi testi, le sue conversazioni e la sua vita ha proposto la disintegrazione delle Lettere contemporanee (generi, autori, lettori), esercitando una grande influenza sulla letteratura argentina successiva, soprattutto su Jorge Luis Borges, Julio Cortázar e Ricardo Piglia. Museo del romanzo della Eterna fu pubblicato postumo nel 1967 ed è considerato il suo capolavoro letterario
parte delle NOTIZIE (e una recensione completa) le trovate QUI:

Read Full Post »

“Ma quindi voi ebrei dove vivete?” “Nella vostra testa”. (la giovane al ragazzino educato all’ideologia nazista)

 

Già, questo è quello che sente dirsi il protagonista. Lo spumeggiante libro che ha ispirato il film JOJO RABBIT, Jojo Rabbit – Un film di Taika Waititi. Una favola nera che misura l’impatto della guerra e dei fascismi sugli spiriti innocenti. Con Roman Griffin

 

Il cielo in gabbia

 

Il cielo in gabbia

Christine Leunens, Sem editore

 

 

 

Il cielo in gabbia racconta l’inesauribile fertilità della bugia attraverso la vertiginosa ambiguità dei suoi protagonisti, ma riflette anche sul labile confine tra volontà di possesso e amore. Christine Leunens rivela uno stile ironico, pungente, pronto a cambiare repentinamente prospettiva per offrirci un nuovo scorcio di libertà “da un cielo in gabbia”

 

Nel 1938, anno dell’annessione austriaca al Reich, Johannes Betzler è un timido adolescente. Il ragazzo, dopo anni di propaganda a scuola, sedotto dal fascino del Führer, abbraccia l’ideale nazista. Diventa un membro della Gioventù hitleriana, ma a soli diciassette anni, sfigurato da un’esplosione, è costretto a ritirarsi.

Nella sua grande casa a Vienna fa una scoperta devastante. I suoi genitori, fervidi antinazisti, nascondono dietro a un finto muro Elsa, una giovane donna ebrea. Johannes, feroce antisemita, comincia a spiarla, eccitato dall’idea di poter controllare il destino di chi ha imparato a odiare. Elsa, costretta nella soffitta, dipinge e sogna a occhi aperti guardando un angolo di cielo dalla finestra. Ben presto l’astio iniziale di Johannes si trasforma in interesse, poi amore e infine ossessione.

Tra i due si instaura una sorta di “gioco amoroso”, fatto di brevi battute e lunghi silenzi, slanci d’affetto, dispetti e accese discussioni. Elsa è prigioniera del suo nascondiglio e delle attenzioni di lui, ma la sua mente è libera di viaggiare. Johannes, invece, per quanto libero, si scopre sempre più prigioniero dell’ossessione per lei.

Improvvisamente la guerra finisce, Vienna si trasforma, e Johannes si accorge che, caduto il nazismo, Elsa non ha più motivo di rimanere lì. Così, per non perdere quella particolarissima relazione, che spazia tra passione e follia, dipendenza e indifferenza, decide di non farle scoprire la verità, manipolandola a suo favore.

Read Full Post »

DRIN DRIN! I MIGLIORI LIBRI IN TRADUZIONE DEL 2019.Eccola qui, pronta, realizzata grazie al lavoro di un buon numero di critici, scrittrici, scrittori, riviste letterarie, librerie indipendenti, giornalisti culturali, editor e altri operatori del settore, 400 giurati. Tre le categorie, Narrativa, Saggistica, e Poesia, i migliori libri pubblicati nell’intero 2019.
Questa è la prima edizione in cui si votano i libri in traduzione: erano eligibili libri di autori e autrici contemporanei viventi. Potevano essere votati anche libri postumi, se prima inediti.

(LE CLASSIFICHE COMPLETE LE TROVATE QUI:
NARRATIVA, i primi tre classificati:
1) Valeria Luiselli, Archivio dei bambini perduti, La Nuova Frontiera (trad. Tommaso Pincio)
2) Imre Oravecz, Settembre 1972, Anfora (trad. Vera Gheno)
3) Rodrigo Fresán, La parte inventata, LiberAria (trad. Giulia Zavagna)
Saggistica:
1) Michael Pollan, Come cambiare la tua mente, Adelphi (trad. Isabella C. Blum)
2) Comitato Invisibile, L’insurrezione che viene / Ai nostri amici / Adesso, Nero (trad. Marcello Tarì)
3) Virginie Despentes, King Kong theory, Fandango (trad. Maurizia Balmelli)
Poesia:
1) Nicanor Parra, L’ultimo spegne la luce, Bompiani (trad. Matteo Lefèvre)
2) Cees Nooteboom, L’occhio del monaco, Einaudi (trad. Fulvio Ferrari)
3) John Ashbery, Autoritratto entro uno specchio convesso, Bompiani (trad. Damiano Abeni)
LE CLASSIFICHE COMPLETE LE TROVATE QUI:

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »