Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘per bambini e ragazzi’ Category

English: Jeff Kinney signs copies of "Dia...

English: Jeff Kinney signs copies of “Diary Of A Wimpy Kid” during a personal appearance at the booth of publisher Harry Abrams during the 2009 New York Comic Con (Photo credit: Wikipedia)

 

in arrivo il 3 gennaio 2013, Si salvi chi può, di Jeff Kinney, Il castoro edizioni

Il nuovo libro della serie Diario di una Schiappa.

Greg Heffley è nei guai. Qualcuno ha sporcato i muri della scuola e lui è il primo sospettato. Ma Greg è sicuro di essere innocente! O almeno, quasi innocente… Quando la verità sta per essere scoperta, una tempesta di neve si abbatte sulla città e la famiglia Heffley rimane bloccata in casa. Greg sa che allo sciogliersi della neve dovrà affrontare le autorità, ma nel frattempo… c’è una punizione peggiore del passare le vacanze in trappola con Manny, Rodrick e Mamma?

Read Full Post »

DA OTTO A DIECI ANNI, Narrativa
David Almond, Il bambino che si arrampicò sulla luna, Salani
anche partendo da uno scantinato si può aspirare a salire! Divertente e profondo, dall’autore di Skellig.
Carmen Agra Deedy, Randall Wright, Il gatto del vecchio formaggio, Rizzoli
un romanzo storico dal sapore classico ( e di formaggio).
Anne-Sophie Silvestre, Eulalia di Potimarron, Lapis
una ragazza “un po’ maschiaccio” alla  corte di Versailles.
Erik Orsenna, La principessa Istamina, Salani   
avventure quotidiane di una bambina allergica A TUTTO!!
Winter Jonah,Priceman Marjorie, Josephine – una ballerina a Parigi, Donzelli
La vita fantastica di Josephine Baker!
Dauvillier – Soleilhac, Il giro del mondo in 80 giorni, Tunuè
in versione fumetto, il classico di Jules Verne (e ci sono anche altri titoli nella collana!)
Bertram & Schulmeyer, Coolman e io, Il castoro
Disavventure di un ragazzino e di uno strano  e catastrofico amico….
Yvan Pommaux, Ulisse, Babalibri   
una splendida edizione illustrata delle avventure di Ulisse.
    Tormod Haugen, La principussa Clura e il Drago, Salani  
chi ha detto che le principesse devono sempre sposare i principi? Una storia che gioca con le parole e con gli stereotipi.
Italo Calvino, Il drago e le farfalle, Mondadori    
tre storie di draghi, principesse e isole lontane
Anthony Horowitz, Cocco di nonna, Salani  
brividoso e divertente!
Andreas Steinhöfel ,Rico, Oscar e il ladro Ombra , Beisler  
Rico è intelligente “a metà “ma possiede un dono prezioso che apre le anime e i cuori della gente.  Ama i misteri e ne trova ovunque su cui investigare…
Rebecca Dautremer, Il piccolo teatro di Rebecca, Rizzoli 
in uno strabiliante pop up tutti i personaggi dei libri di Rebecca Dautremer!
Cleopatra in fuga sul Nilo, Caroline Corby, Piemme 
un brillante libro d’avventura, ad introdurci alla storia dell’Antico Egitto!
Ruth McNally Barshaw, Elly Penny (dis)avventure al campeggio, Il castoro
In forma di diario e a fumetti, una versione al femminile de Il diario di una schiappa!
Andrea Sottile, La principessa capovolta, Rizzoli
Un’annoiata principessa gironzola nel suo giardino quando all’improvviso, finisce a testa in giù:  è l’inizio di un racconto-gioco ispirato agli Esercizi di stile di Raymond Queneau, per far scoprire ai giovani lettori che con le storie ci si può divertire un sacco.
Carla Ciccoli, La guerra degli scoiattoli, Piemme
Nell’Inghilterra di fine Ottocento due scoiattoli grigi invadono le terre degli scoiattoli rossi : è l’inzio di una lunga guerra.. Ci sarà un modo per fermarla? Romanzo vincitore del premio Battello a  Vapore 2011
Pina Varriale,  Mai con la luna piena, Nuove edizioni romane
Un romanzo storico nella Sicilia del Duecento…
E per finire, non dimenticate i CLASSICI MODERNI:  da Roald Dahl a Bianca Pitzorno, da Daniel Pennac  a Philip Pullman, autori sorprendenti per storie che non finiscono mai…

DIVULGAZIONE
Elizabeth Dumont – Le Cronec, Le meraviglie d’Europa raccontate ai ragazzi, Ippocampo
Alla scoperta degli angoli più belli del nostro continente
Carmela Torelli, Vite da favola, Einaudi Ragazzi    Storie vere di personaggi immortali
Agnese Baruzzi, Riciclaudio ai fornelli, Coccole E Caccole...  in cucina con gusto e intelligenza
Sanjay Patel, Ramayana il divino inganno, Ippocampo  mitologia indiana!
Illusionologia, Rizzoli  alla scoperta dei segreti dei maghi
50 cose da fare con la scienza, Usborne   esperimenti!
Ciack Si gira – Il manuale del regista, Editoriale scienza    per diventare registi con videocamera o con smartphone

Read Full Post »

il piccolo assortimento di dvd di Atlantide si compone di selezionati titoli. Una lettera per Momo è il nuovo capolavoro di animazione giapponese, e segnaliamo anche un paio delle opere che compaiono nel catalogo Medusa Video – Giffoni Film Festival, opere d’autore destinate ai giovani cinefili!

IN DVD, disponibile
Torna la grande animazione giapponese con UNA LETTERA PER MOMO, vincitore quest’anno del Platinum Grand Prize al Future Film Festival di Bologna con le seguenti motivazioni: “Un grande romanzo di formazione che racconta temi importanti quali il senso di colpa e la rielaborazione del lutto, attraverso percorsi narrativi insoliti che si ricollegano alla tradizione con specifici riferimenti ai film kaidan, in maniera divertente e toccante allo stesso tempo, con un’animazione essenziale e molto accurata”.

Una lettera per Momo, Hiroyuki Okiura , Dynit  

Momo è una ragazza di 11 anni cresciuta in una grande città. Tuttavia, a seguito della perdita prematura del padre, si trasferisce con la madre presso la casa dei nonni su un’isola remota. Qui il tempo sembra essersi fermato: vecchi edifici in legno, santuari circondati da alberi, campi terrazzati faticosamente scavati su ripide colline… e nessun centro commerciale. Inutile dire che Momo non è troppo entusiasta della nuova abitazione. Ma soprattutto, Momo ancora soffre per una lettera incompiuta lasciatagli dal padre prima che morisse. Una lettera che contiene solo due parole: “Cara Momo”. Cosa voleva dire suo padre? Un giorno, esplorando la soffitta della sua nuova casa, Momo trova un antico libro. E da quel momento, strani avvenimenti iniziano a verificarsi intorno a lei… sarà l’inizio di una fantastica avventura.

Con la sceneggiature e il soggetto di Hayao Miyazaki;
Panda, Go Panda,      Isao Takahata , Dynit
Un giorno, Papanda e suo figlio Pan decidono di fuggire dallo zoo nella speranza di trovare una nuova e più accogliente casa. Una piccola villetta vicino allo stagno dei bambù, attira la loro attenzione e così decidono di entrare a dare un’occhiatina.Incontreranno così la piccola Mimiko, una bimba gentile e dolce che cura la casa durante l’assenza della nonna. L’incontro con Mimiko sarà l’inizio di una serie di incredibili avventure che coinvolgeranno anche i loro nuovi amici del circo!

Karla e Katrine amiche inseparabili,
Elena Arndt-Jensen (Attore), Nanna Koppel (Attore), Charlotte Sachs Bostrup (Regista)
Medusa video – Giffoni
Karla invita Katrine a passare le vacanze da lei. Ma niente va come previsto: ben presto si innamora di Jonas, dimenticandosi quasi della presenza dell’amica. Le due ragazze impareranno ad accantonare i propri problemi quando saranno impegnate a smascherare una gang di audaci ladruncoli..

Vitus con Bruno Ganz, Fabrizio Borsani, Teo Gheorghiu (alla regia)
Medusa Video – Giffoni
Vitus è un piccolo genio: ha un udito straordinario, suona perfettamente il pianoforte ed è in grado di apprendere qualunque argomento dalle enciclopedie. I suoi genitori, orgogliosi di un figlio così talentuoso, hanno grandi progetti per il suo futuro, ma Vitus preferisce rifugiarsi nel laboratorio di suo nonno, pieno di cose eccentriche, alla ricerca di una vita come gli altri suoi coetanei e con il sogno di riuscire un giorno a volare…

Read Full Post »

Chi conosce i noir di Tim Willocks sa che non usa il fioretto nel coinvolgere i lettori: è uno scrittore da emozioni forti! Il suo primo libro per ragazzi non si sottrae a questo dato di fatto: Doglands è una lettura coinvolgente, in cui l’autore mostra la vicenda con gli occhi di un cane. Inizialmente destinato ad una brillante carriera “sportiva” nelle corse dei levrieri, per poi scoprire che la “civiltà” umana non sempre si comporta all’altezza della parola. Per fortuna, aldilà dell’orizzonte ci sono le Doglands, dove forse potrà scoprire chi era suo padre… Assolutamente coinvolgente, pieno di emozione ed avventura, di certo molto originale!

Tim Willocks, Doglands, Sonda

Di tutti i posti in cui un cucciolo potrebbe nascere, nessuno è peggiore di Dedbone’s Hole, il campo di prigionia per i greyhound destinati alle corse. Se non hai tutti i requisiti di razza, non si limitano a farti fuori: ti gettano nell’abisso di una caverna.
Furgul e le sue tre sorelline non hanno questi requisiti, a differenza della madre, che è una campionessa, e del padre, che è un fuorilegge. Ma Furgul ha troppi misteri da risolvere per arrendersi senza lottare: chi era suo padre? Cosa significa correre con il vento? Cosa – e dove – sono le Doglands?
Sfidando la morte e affrontando qualsiasi ostacolo e nemico, Furgul corre lungo le Doglines in un’epica avventura verso l’ignoto.

«Per la prima volta nella vita, Furgul corse sul serio. Ebbe l’impressione di poter correre per sempre. E da qualche parte, in quella folata di vento, come se un fantasma avesse bisbigliato alle orecchie della sua anima, sentì il richiamo delle Doglands. Tu sei il cane che corre nell’oscurità, disse il vento».

Read Full Post »


circo

Esordire come autori. Un esordio in anteprima 

sono tanti i motivi per segnalare questo esordio:
1: il libro sta per uscire, presso un piccolo editore, realizzato grazie alla passione per i libri di Coop Mosaico;
2: porta alla luce un fatto accaduto qua vicino tanti anni fa, che magari qualche anziano ricorda ancora;
3: una delle autrici è “vicina di casa” della libreria…. ;
4: è nato poco per volta, ricercando notizie, spulciando negli archivi, ascoltando chi ricordava, contattando i discendenti della famiglia circense. Come un buon prodotto della terra, che ha necessità di tempo per maturare. Come librai, non vediamo di buon occhio la tendenza a saturare il mercato ogni settimana con “prodotti” che si somigliano tutti….

Un molteplice esordio per una storia tutta particolare, ispirata ad un fatto realmente accaduto durante la terribile nevicata del 1929: un circo rimase bloccato a causa del maltempo a Castel Guelfo, incontrando non poche difficoltà a gestire l’emergenza.
In bocca al lupo per l’esordio!

 

La storia più bella

 

Autori: Ruggero Morini, Arianna Di Pietro,

Emanuela Petralli

Illustratrice: Srimalie Bassani

Formato: 20×20 cm

Pagine: 64

Coop Mosaico

COOP BACCHILEGA –  collana Ri-storie

 

 

Il libro

Arriva il circooooo!! … a Castel Guelfo

È il 1929. Lorenzo e i bambini di Castel Guelfo salutano il circo Arata che arriva lento e carico di speranze.

Gli occhi stupiti dei bambini accolgono la strana famiglia, tra ombre e lustrini.

Ma un giorno succede qualcosa…

 

“Un inverno successe una cosa mai pensata,

arrivò una grande e lunga nevicata

imbiancò case, strade e pensieri

Ma risvegliò l’animo dei cuori più veri.

Questa è la storia che sarà raccontata e comincia così…

Appena sussurrata.”

 

Gli autori

Ruggero Morini

È nato a Castel Guelfo, dove vive e lavora come insegnante di scuola primaria. È presidente di un’associazione di promozione sociale e di volontariato che ha sede e opera nel territorio. Questa storia è il regalo di compleanno per il suo paese che da poco ha compiuto settecento anni.

 

Emanuela Petralli

Socia fondatrice della compagnia teatrale Officine Duende, attrice e regista della stessa con all’attivo diverse produzioni di teatro di strada e di teatro di figura (Premio “Cantieri di strada 2009”). Operatrice teatrale della cooperativa sociale Il Mosaico nell’ambito del progetto Nati per leggere, Nati per la musica e di vari percorsi artistici.

 

Arianna Di Pietro

Attrice e narratrice della compagnia teatrale Officine Duende, lavora da diversi anni nella produzione di spettacoli caratterizzati dall’unione di teatro di figura e di teatro fisico. Fan sfegatata dei fratelli Grimm è da sempre interessata alle fiabe e al raccontarle. Da diversi anni è anche operatrice teatrale della Coop. Il Mosaico nell’ambito del progetto Nati per leggere, Nati per la musica e di vari percorsi artistici.

 

L’illustratrice-Srimalie Bassani

Nata nel 1986, fin da giovanissima si è dedicata al disegno e alla pittura, laureandosi in Decorazione pittorica all’Accademia

di Belle Arti di Verona e perfezionandosi nel campo dell’illustrazione presso la scuola internazionale di

Sàrmede. Selezionata nel 2010 per il Master in Illustrazione editoriale Ars in Fabula di Macerata, dove lavora ad un progetto libro per la casa editrice ZOOlibri. Attualmente sta lavorando ad un albo illustrato da lei scritto e illustrato con la casa Editrice Lantana. Ha collaborato ad un progetto collettivo per MARNI HOLLY & PARTNERS di prossima pubblicazione.

Read Full Post »

Monument to brothers Grimm on the market place...

Monument to brothers Grimm on the market place in Hanau. (Hessen, Germany) (Photo credit: Wikipedia)

 
Un libro prezioso per appassionati: Donzelli editore propone le Fiabe dei fratelli Grimm nelle loro stesure originali, come vennero raccolte dalla voce del popolo agli inizi dell’Ottocento. Versioni decisamente differenti da quelle che vengono tramandate, solitamente quelle dell’ultima stesura (dopo diversi passaggi intermedi) del 1857.

La matrigna di Biancaneve e quella di Hansel e Gretel in realtà erano le madri dei protagonisti. E anche le versioni che conosciamo de Il gatto con gli stivali, di Raperonzolo, Pollicino, sono altra cosa rispetto al materiale originale!

 

Nel corso dei decenni, i fratelli attenuarono la crudeltà e la crudità delle storie raccolte non per criteri moralistici, ma per assecondare il gusto della nuova borghesia tedesca, per seguire l’evoluzione del proprio canone estetico, e anche perchè negli anni si imbatterono in molte altre versioni di queste storie.

Con la curatela di Jack Zipes, grande conoscitore della materia, e con le tavole di Fabian Negrin, eccole a voi!

La principessa Pel di Topo, Jacob e Wilhelm Grimm, Donzelli

«C’era una volta un re che aveva tre figlie e, volendo un giorno sapere chi di loro lo amasse di più, le mandò a chiamare. La più grande rispose che teneva a lui più che a tutto il regno; la seconda disse
che teneva a lui più che a tutte le pietre preziose e le perle del mondo; la terza gli disse che teneva a lui più che al sale. Il re montò su tutte le furie a sentire un paragone così misero, perciò affidò la ragazza a un servo e gli ordinò di condurla nel bosco e ucciderla…»

Inizia così la fiaba che i Grimm intitolarono Pel di topo, dando vita a un personaggio delle fiabe rimasto a noi sconosciuto. E non è il solo. Ecco perché finalmente, duecento anni dopo la prima comparsa, 41 fiabe col loro corredo di arcolai, castelli, gatti, cornacchie, ranocchi, barbieri, sarti, fabbri, suocere, diavoli, soldati, scarpette, chiavi d’oro e via narrando, vengono oggi alla luce grazie a una preziosa edizione illustrata pensata per celebrare il bicentenario della prima pubblicazione delle fiabe dei Grimm, avvenuta nel 1812.
ochi sanno, infatti, che due secoli fa i celebri fratelli diedero vita a un cantiere di lavoro durato oltre quarant’anni, a partire da materiali provenienti dalle fonti più disparate che essi continuarono a trascrivere, rielaborare e selezionare fino al 1857 – anno dell’ultima edizione delle fiabe. Nel corso di quasi mezzo secolo, dal 1812 al 1857, i Grimm pubblicarono ben sette edizioni diverse dei Kinder und Hausmärchen, di cui oggi si è persa memoria poiché l’edizione corrente delle fiabe è quella del 1857.

Oggi finalmente, avvalendosi della cura di uno dei massimi studiosi internazionali della fiaba come Jack Zipes, la Donzelli editore offre per la prima volta ai lettori italiani una scelta accurata delle fiabe scomparse dei Grimm. Accanto ai personaggi nuovi, come Pel di topo, il lettore scoprirà delle versioni sorprendenti di alcune fiabe tra le più note – da Biancaneve a Raperonzolo, da Barbablu a Pollicino. E a completare l’opera, ci saranno le illustrazioni appositamente realizzate per questa edizione da Fabian Negrin, uno dei più apprezzati illustratori contemporanei a livello internazionale. E chi l’avrebbe mai detto che c’erano ancora così tante storie da scoprire nei cassetti di Wilhelm e Jacob?

___________________________________________

da un paio di settimane trovate in libreria anche questo saggio sul tema:

 

 

Jack Zipes, La fiaba irresistibile, Donzelli 

Se c’è un genere che sin dalla notte dei tempi riesce a far presa sull’immaginazione degli esseri umani in ogni angolo della terra, quello è senza dubbio la fiaba. Eppure, malgrado il proliferare degli studi in materia, tuttora si stenta a ricostruirne le origini, l’evoluzione e i modi di diffusione. Perché mai la fiaba esercita da sempre un fascino irresistibile, quale che sia la forma o il mezzo attraverso cui giunge fino a noi?
Uno dei massimi studiosi a livello internazionale propone in queste pagine un originalissimo approccio allo studio della fiaba, nel tentativo di spiegare le ragioni del suo inesauribile propagarsi, fino a diventare parte essenziale delle culture di tutto il mondo, duttile al punto da prestarsi a continue reinvenzioni e ri-creazioni.
Attingendo alle scienze sociali e naturali, non meno che a quelle cognitive, alla psicologia evolutiva e alla biologia, Zipes rintraccia le origini della tradizione orale della fiaba nell’antichità, e ricostruisce la sua evoluzione dapprima nel passaggio alla scrittura e alla stampa, e via via attraverso i continui adattamenti ai nuovi mezzi di comunicazione, dal teatro al cinema, dalla tv all’animazione. In questo percorso un ruolo, spesso dimenticato, hanno avuto le donne: sia le tante raccoglitrici e narratrici di storie, sia i personaggi femminili che di queste storie, non a caso, sono protagoniste. In questo volume, un vero e proprio caposaldo della storia della fiaba, Zipes restituisce dunque spazio e voce a quella dimensione orale che solo i grandi folkloristi del XIX secolo hanno saputo valorizzare. Gli esseri umani non hanno mai smesso di raccontare storie, anche dopo l’invenzione della stampa, e disporsi ad ascoltarle è il primo passo per comprendere come mai nei secoli le fiabe ci sono divenute così familiari, quasi un’abitudine di tutti i giorni.

 

 

 

 

Jack Zipes è professore emerito di Germanistica e Letterature comparate all’Università del Minnesota. Esperto di fama internazionale, è autore di decine di studi e ricerche sulla fiaba, nonché traduttore e curatore di raccolte essenziali per gli studiosi e gli appassionati del genere fiabesco. Tra i suoi saggi tradotti in italiano, ricordiamo Spezzare l’incantesimo. Teorie radicali su fiabe e racconti popolari (Mondadori, 2004) e Chi ha paura dei fratelli Grimm? Le fiabe e l’arte della sovversione (Mondadori, 2006)

Read Full Post »

Con una narrazione dalla stampo classico, con elementi che attingono anche alla tradizione aborigena, con grande attenzione ai dettagli, l’autrice propone ai lettori una vicenda decisamente coinvolgente e di forte impatto: una donna anziana racconta la storia della sua vita ad un ragazzo misterioso che appare nella sua casa all’improvviso.
Sonya Hartnett, che abbiamo amato molto per L’asinello d’argento e Zoo di mezzanotte, esplora magistralmente i misteri del cuore e della perdita, il potere consolatorio della memoria, e la consolazione e la soddisfazione di aver comunque vissuto pienamente la propria vita. Sapevamo che non saremmo rimasti delusi da questo libro, e per una volta ci abbiamo azzeccato!

“She had witnessed the world’s most beautiful things, and allowed herself to grow old and unlovely. She had felt the heat of a leviathan’s roar, and the warmth within a cat’s paw. She had conversed with the wind and had wiped soldier’s tears. She had made people see, she’d seen herself in the sea. Butterflies had landed on her wrists, she had planted trees. She had loved, and let love go. So she smiled.”

Sonya Hartnett, Il bambino fantasma, Rizzoli
Traduzione di Claudia Manzolelli

A diciassette anni Matilda sognava per sé una vita piena di magia, come nelle fiabe. Ma il futuro non è sempre come lo immaginiamo, e oggi che è un’anziana signora Matilda lo sa. Un giorno come tanti, trova ad aspettarla in soggiorno un bambino pallido e serio, che fa un sacco di domande, come tutti i bambini. Matilda gli racconta della sua infanzia, dei suoi viaggi con il padre e del grande amore della sua vita. Dal suo racconto emerge una verità dolorosa e confortante insieme: ogni desiderio che esprimiamo, ogni scelta che facciamo hanno un prezzo, spesso molto alto. L’importante però è difenderli a testa alta, contro tutto e tutti, perché l’amore vale sempre la pena di essere vissuto, anche quando fa soffrire. E perché la vita non è sempre come l’abbiamo immaginata: spesso è molto di più.
Sonya Hartnett è autrice di numerosi romanzi per adulti e ragazzi, per i quali ha meritato premi prestigiosi, tra cui nel 2008 l’Astrid Lindgren Memorial Award, considerato il Nobel della letteratura per ragazzi. Vive a Melbourne con il cane Shilo e il gatto Marcus.

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »