Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Acciaio contro acciaio’

In un mondo divelto dalle fondamenta, un uomo cerca il suo destino, contro tutto e tutti. Non parliamo del presente, ma della terribile seconda decade del secolo scorso, raccontata in Acciaio contro acciaio da Israel J. Singer. Ormai lo sapete, tutta la famiglia era composta da gente decisamente capace nel raccontare la vita!
 
 
Acciaio contro acciaio, Adelphi
Traduzione di Anna Linda Callow
Biblioteca Adelphi
2016, pp. 240
 
Le strade roventi popolate da orde di mendicanti, da cortei funebri, da bande militari tedesche che incedono con grande strepito, dai temuti Ussari della morte che sfilano in tutto il loro minaccioso splendore, da individui affamati e senza casa che si aggirano con espressione apatica, indifferente. Il gigantesco cantiere sulla Vistola dove gli operai – russi, ebrei e polacchi – si sfiancano assonnati e indolenziti, perennemente sovrastati dal fragore delle onde, dal rombo dei macchinari, dal ruggito delle voci che sbraitano in varie lingue. È la Varsavia che accoglie Binyamin Lerner, reduce da nove mesi sul fronte galiziano nella fanteria dello zar. E più che mai deciso a sopravvivere, anche a prezzo della diserzione, a conquistare il suo destino in un mondo divelto dalle fondamenta: a contrastare, acciaio contro acciaio, l’inesorabile violenza della Storia. Una violenza che Singer ha vissuto sulla propria pelle e nella quale – mentre seguiamo Binyamin dal vertiginoso caos di Varsavia a una comune agricola in Polesia e infine a Pietroburgo, cuore della Rivoluzione – ci sprofonda, letteralmente, con la prodigiosa maestria che i molti lettori della Famiglia Karnowski hanno imparato a conoscere.
Portrait of Israel Joshua Singer

Portrait of Israel Joshua Singer (Photo credit: Wikipedia)

Read Full Post »