Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘adrian bravi’

3 LUGLIO Sabato, ore 11 Room and Breakfast LA GRAMADORA

LINGUA MADRE

Artur Spanjolli, Cronaca di una vita in silenzio, Besa

Yuleisy Cruz Lezcano, L’infanzia dell’erba, Melville,

Magda Phili per Lingua madre 2020 , Concorso letterario, Seb27,

Adrian Bravi, Verde Eldorado, Nutrimenti,

Conduce Nicole Meloni.

“Che cosa accade in un autore quando decide di abbandonare la

sua lingua per scrivere in una diversa dalla propria? Che cosa si perde in

questo passaggio e che cosa si acquista? E poi, perché si lascia una lingua

per adottarne un’altra?” Adrian Bravi, dalla scheda de La gelosia delle lingue.

https://www.bookdealer.it/libro/9788865949030/verde-eldorado

https://www.bookdealer.it/libro/9788899294892/linfanzia-dellerba

https://www.bookdealer.it/libro/9788898670499/lingua-madre-duemilaventi-racconti-di-donne-straniere-in-italia

https://www.bookdealer.it/libro/9788836291786/cronaca-di-una-vita-in-silenzio

Ingresso gratuito. Vi aspettiamo! Info: Libreria Atlantide 051 6951180 info@atlantidelibri.it

PAROLE, PASSI, SOGNI – Lettori in viaggio tra Sillaro e Santerno.

Fontanelice e Room & Breakfast La Gramadora

sabato 2 luglio, domenica 3 luglio.

Questi due giorni vedranno susseguirsi diverse attività, passeggiate letterarie per grandi e bambini, mostre fotografiche e di pittura, spettacoli di parole e musica per ogni età, laboratori, e una serie di incontri letterari organizzati su alcuni temi.

Room & Breakfast La Gramadora

Via Trucca 938/D – 40024 Castel San Pietro Terme (BO)

3391085987 per info su eventuale pranzo, aperitivo, cena…

Restate sintonizzati per gli altri incontri del festival!

Il programma lo scoprirete qui: Parole, Passi, Sogni

https://www.facebook.com/events/4880929955368081/ #parolepassisogni#eventi#festivalletterari#librerieindipendenti

Read Full Post »

IL LIBRO DEL CUORE DELLA SETTIMANA. L’inondazione, di Adrian Bravi
Una quotidianità stralunata e poetica, un linguaggio asciutto ma evocativo, i soliti personaggi immersi in una solitudine fatta di ricordi: questi sono i tratti che accomunano l’opera di Adrian Bravi, autore italo argentino risiedente nelle vicine Marche. Sono splendide le lente passeggiate in barca che l’anziano protagonista, il vecchio Morales, effettua tra le vie del paese sommerso dalle acque del rio Sauce, che con una inondazione si è mangiato la vita del paese: lui, unico sopravvissuto, decide di non andarsene.. Una piccola rivolta quotidiana, quasi in combutta con il fiume, venuto a riprendersi un territorio su cui grava la minaccia della speculazione edilizia…

Adrian Bravi, L’inondazione, Nottetempo
Morales vive con Clemente, un cane arancione con le orecchie appese, in una soffitta di Río Sauce. Un paese che prende il nome da un fiume e che, dopo un’inondazione, è diventato una distesa d’acqua disseminata di tetti. Tutti gli abitanti lasciano le loro case sommerse tranne Morales che passa le sue giornate a percorrere il paese in barca, a mangiare fagioli neri all’osteria del Turco Hasan e a sorvegliare le mosse di un enorme caimano che si stabilisce nella stanza dei figli. Con l’andare del tempo ha la strana sensazione che i luoghi non siano piú dove li ricordava e che la mappa del paese si sia scomposta, a eccezione del cimitero sommerso dove riposa la moglie. Tutto potrebbe restare eternamente sul fondo del fiume, se su Río Sauce non gravasse la minaccia di una speculazione, e un gruppo di imprenditori, forse cinesi, non si apprestasse a comprare per poco il passato di una cittadina fantasma infestata di coccodrilli. Con la sua lingua incantata Bravi racconta una vicenda a fior d’acqua, in cui tutte le grandi avventure umane, le minacce, le promesse, le nostalgie e gli affetti avvengono nel calibrato silenzio di una vita sospesa.
“Un’irresistibile verve comica incline a un lirismo trasognato. Un talento”. Alessandra Iadicicco, La Stampa

 

 

Read Full Post »