Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘agnes browne’

Irland, Dublin

Image via Wikipedia

Ci porta di nuovo nella sua amata Dublino Brendan O’Carroll; dopo averci narrato la difficile vita di Agnes Browne ora ci rende partecipi delle peripezie di Sparrow McCabe, pugile dalle alterne fortune che si arrabatta come puo’ a Snuggstown, sobborgo della capitale irlandese. Appesi i guantoni al chiodo dopo un match sfortunato (non sferro’ il colpo decisivo all’avversario durante un incontro valido per il titolo mondiale, finendo per perdere) Sparrow finisce alle dipendenze di un boss della malavita locale e facendo da autista ai suoi sgherri si ritrova coinvolto in guai molto piu’ grossi di lui. Lo aiuteranno un poliziotto ambizioso e sognatore, nonche’ suo ex tifoso, la sua famiglia e tutte le persone che lo ricordano come un grande campione mancato. Una storia di guardie e ladri, tra crudelta’ inaudite e sprazzi di grande umanita’ e humour in perfetto “stile O’Carroll”

Read Full Post »

Tarquin Hall,
Vish Puri e il caso della domestica scomparsa, Mondadori

Vish Puri è un detective garbato, astuto e goloso. Dirige la “Investigatori privatissimi Ltd”e con i suoi collaboratori dai nomi buffissimi –
Sciacquone, Crema da viso  e Luce al Neon – si trova a dover indagare su una domestica scomparsa.
Il suo datore di lavoro, Ajay Kasliwal, un potente avvocato impegnato nella lotta  contro la mafia dell’acqua, è accusato di averla uccisa per liberarsene, dopo  averla messa incinta. Che ne è stato della giovane?
Un noir che racconta la complessa India di oggi dei centri commerciali delle remote miniere di Jharkhand, della cucina più ricca del mondo e
delle nuove mafie.

Brendan O’Carroll,Agnes Browne ragazza,Neri Pozza
Prima di essere mamma, prima di mettere al mondo i suoi marmocchi e prima che i suoi marmocchi la rendessero nonna, Agnes Browne era Agnes Reddin, esile e indisponente ragazzina del Jarro, figlia di Connie Parker-Willis, contabile della fonderia Parker-Willis, che fondeva ferro a Dublino fin dal 1801, e di Bosco Reddin, primogenito di Sean Gambasvelta Reddin, malandato eroe della Fratellanza repubblicana irlandese.
Quando i genitori di Agnes convolarono a nozze nella chiesa di St Jarlath, dal lato dellosposo non c’era un posto a sedere libero. Da quello della sposa, invece, erano in quattro. Tre spaesati parenti alla lontana e un ubriacone della zona. Dei Parker-Willis nemmeno l’ombra, disgustati com’erano dalla sola idea che Connie si maritasse con un operaio della loro fonderia, e per giunta un sindacalista.
Agnes è venuta al mondo il 6 dicembre del 1936 nel Jarro, una zona popolare a nord di Dublino piena zeppa di operai e disoccupati con le loro famiglie numerose. Negli anni Quaranta, su strade sporche e buie, avvolte in un sudario di fumo per via delle migliaia di fuochi di torba o carbonella accesi nelle case, Agnes, capelli corvini e figura snella, sgambettava insieme con la sua amichetta del cuore Marion Delany, faccia tonda e figura a barilotto.
Con la sua penna tenera e irriverente, Brendan O’Carroll descrive l’intera giovinezza della nostra eroina.
Eccola, dunque, accogliere con mille dispetti la nascita indesiderata della sorellina, eccola nel fiore della sua adolescenziale bellezza tra le fabbriche e i mercati chiassosi degli anni Cinquanta, eccola nelle sale da ballo ad attirare gli sguardi, e qualcosa di più degli sguardi, e a scatenarsi al ritmo del rock and roll che ha appena invaso Dublino. Eccola alla vigilia delle nozze, mentre l’intero Jarro si chiede una cosa sola: è davvero Rosso Browne il responsabile del «segreto» così mal custodito dalla figlia di Connie e Bosco Reddin?
Pieno di personaggi traboccanti di vitalità, caustico, irresistibile come i romanzi precedenti, Agnes Browne ragazza conclude la saga di Agnes Browne con un vero e proprio inno all’educazione proletaria di un’affascinante ragazza irlandese.
«Finita la lettura ho pensato una cosa sola: non voglio più lasciare Agnes Browne».
The Irish Voice

«Un romanzo che dà gioia e appaga».
The New York Times Book Review

«Non c’è niente da fare: ci si affeziona ai personaggi che popolano questo romanzo… Un irresistibile miscuglio di vizi e virtù, calore e gentilezza, sfrontatezza e cortesia».
Richmond Times-Dispatch

«È un’esperienza unica entrare nel mondo della festosa classe operaia dublinese di O’Carroll».
Entertainment Weekly

Read Full Post »