Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Alla luce di quello che sappiamo’

Si comincia pensando a Conrad, poi l’orizzonte si amplia anche ad Austerlitz di Sebald, ispirati anche dalle dediche iniziali. “Alla luce di quel che sappiamo” è un gran pezzo di bravura, un romanzo capace di farci meditare sulla storia e sulla religione, sulla bellezza e sulla scienza, sull’amicizia, sulla politica mondiale e sul nostro modo tutto occidentale di guardare al resto del mondo, sempre da un gradino più alto. Zafar, la persona che bussa alla porta del narratore in un mattino londinese, è un vinto della storia, desideroso di farci conoscere meglio il mondo per come è diventato dopo quel fatidico Undici settembre.
 
 
 
Alla luce di quello che sappiamo, Zia Haider Rahman, La nave di Teseo
Tradotto da Fabio Zucchella
 
Una mattina di settembre, un consulente finanziario con una carriera in disfacimento riceve una visita a sorpresa nella sua casa di Londra. Si sforza di mettere a fuoco la figura trasandata con uno zaino sulle spalle che gli sta di fronte, fino a che non riconosce in lui l’amico di gioventù, Zafar, un brillante matematico scomparso anni prima in circostanze misteriose. Ora è tornato con una confessione scomoda che affida al compagno ritrovato.
Nella quiete di quella casa londinese, i due amici, ricostruendo il loro passato, iniziano a parlare di qualcosa che riguarda tutti noi: l’amore e la guerra, l’orgoglio e la lotta.
Pubblicato in 14 paesi, Alla luce di quello che sappiamo è lo straordinario esordio di Zia Haider Rahman. Un romanzo che travolge con intelligenza e coraggio le nostre certezze più profonde
Zia Haider Rahman è nato nelle campagne del Bangladesh. Si è poi formato al Balliol College, a Oxford, Cambridge, Monaco, e all’Università di Yale. Ha lavorato come consulente finanziario a Wall Street e come avvocato dei diritti umani internazionali. 

Read Full Post »