Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Antoine Volodine Angeli minori’

 
 
Antoine Volodine è nato nel 1950 a Chalon-sur-Saône. Volodine è uno pseudonimo, mutuato dal grande amore per la lingua russa (del resto, lui stesso ha queste origini..). E’ uno di quei talenti che merita di essere segnalato, tanto da essere considerato “il più inclassificabile degli scrittori francesi contemporanei”: fondatore della corrente letteraria denominata Post-esotismo. (I narratori del post-esotismo sopravvivono al margine di una società chiusa e ostile, sostenitori di un’utopia egualitaria estremista, generosa, sempre sconfitta, alla quale segue la disfatta fisica e morale, la prigione, l’oblio, la morte. Spesso i protagonisti dei loro libri sono anch’essi scrittori: all’interno del romanzo compongono un ulteriore romanzo, trasmettono il corpus sovversivo e clandestino delle loro opere, discutono criticamente, inventano nuovi generi letterari. Conducono in questo modo un oscuro combattimento contro la realtà, attraverso la tensione del prendere la parola. – da https://correzionedibozze.wordpress.com/2014/05/29/antoine-volodine-scrittori-e-potere/
 
Questo è l’ultimo fulminante libro pubblicato in Italia, e, come scrive il Corriere della sera,
“Per bilanciare il sole di primavera, niente di meglio che un gelido viaggio psichedelico tra steppa, apocalissi e vegliarde immortali.”
 
 
 
Antoine Volodine
Angeli minori, L’orma editore
«”Angeli minori” ha tutte le caratteristiche del capolavoro: potenza, forza evocativa e visionarietà.» The Literary Review
traduzione di Albino Crovetto
La civiltà è da tempo tramontata, e alcune vegliarde immortali guardano con occhi delusi il nipote Will Scheidmann: lo hanno creato con pezzi di stoffa e incantesimi, ma ne sono state tradite. Pronto a essere giustiziato dalle proprie nonne, Will le intrattiene come un novello Sheherazade con una particolarissima forma di racconti intessuti di storie e figure stranianti, allucinate: sono i narrat, «istantanee romanzesche» di sua invenzione, nelle quali tutte le trame di un’unica tela narrativa si incrociano, si sfilacciano, si riuniscono. L’umanità di cui narra è ormai quasi estinta, e solo sparute voci si levano da una terra ridotta a un ammasso post-apocalittico di tendopoli e rovine. Le strade sono, però, ancora vive di una piccola e folle masnada di musicisti, scrittori, vagabondi e sciamani, che pur nella disperazione non rinuncia alle speranze dell’amore e al piacere di un humor nero feroce e vitale. Angeli minori è un’opera seducente e folgorante su un mondo oltre la fine del mondo. Una sinfonia di voci e personaggi che provengono da un futuro riposto nei lati oscuri della nostra coscienza.
 
Antoine Volodine è il più inclassificabile degli scrittori francesi contemporanei. Di origini russe, classe 1950, esordisce nel 1985 come autore di fantascienza per poi costruire una prolifica opera narrativa sotto il vessillo del «post-esotismo», la corrente letteraria che inventa e anima e in cui si mescolano realtà e fantasia, scarto onirico e tensione politica. La sua articolata bibliografia è pubblicata anche con gli pseudonimi di Manuela Draeger, Elli Kronauer e Lutz Bassmann. Tradotto in molte lingue, i suoi testi hanno ricevuto numerosi premi, compresi i prestigiosi Prix Wepler e Prix du Livre Inter assegnati entrambi ad Angeli minori.

Read Full Post »