Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘appuntamenti con autori’


Giovedì 20 novembre alle 17,30 presso la Sala del Silenzio in vicolo Bolognetti
Associazione PerWilma e Libreria Trame col patrocinio del Quartiere San Vitale
vi invitano alla presentazione del libro “La donna perfetta, storia di Barbie” (edizioni Laterza, 2008)

Insieme all’autrice del libro, Nicoletta Bazzano, ricercatrice di Storia Moderna presso la Facoltà di Scienze delle Comunicazioni dell’Università degli Studi di Teramo, saranno presenti:
Chiara Rapaccini, autrice di libri per ragazzi per le edizioni Giunti, EL, Piemme per cui dirige, scrive e disegna la collana Viperette, grafica, scenografa e scultrice, ha disegnato film di animazione per la Rai e ha collaborato come illustratrice con Il Corriere della Sera, La Repubblica, Il Manifesto.
Giovanna Cosenza, professore associato di Semiotica e Semiotica dei Nuovi Media presso il Dipartimento di Discipline della Comunicazione dell’Università di Bologna.

Barbie sta per spegnere le cinquanta candeline e la sua fama ha raggiunto praticamente ogni angolo del pianeta.
Sarà interessante e divertente ripercorrere insieme alle nostre ospiti la storia curiosa e avventurosa di una bambola votata ad una missione ben precisa: accompagnare le bambine verso l’età adulta proponendo un modello “perfetto” di femminilità…

Vi aspettiamo quindi, insieme alle vostre Barbie preferite, per il concorso di bellezza.
Sono ammesse anche bambole e pupazzi del cuore appartenenti ad altre famiglie.


Venerdì 21 novembre alle 18 alla libreria Trame
doppia presentazione:
ospiteremo Franco Foschi, medico e scrittore, e il suo nuovo romanzo “Libertà di paura” (edizioni Todaro).
L’autore avrà al suo fianco Andrea Villani e Roberto Valentini, fra gli autori con lui, dell’antologia “Delitto diVino” (edizioni Todaro)
anche questa una novità editoriale.

“Libertà di paura”, è un romanzo ambientato a Bologna, in epoca pre-euro. Dopo un omicidio per apparenti futili motivi, viene svelata una colossale truffa nell’ambito del riciclaggio dei rifiuti urbani. Uno squinternato detective si ritrova così in un affare più grande di lui, ma ci si impegna con un certo furore etico e l’aiuto di collaboratori piuttosto insoliti: una dipendente comunale, la mamma, un redattore di Radio Città del Capo, e una stramba congerie di barboni e trans…
Uno scoppiettante divertimento per un trama eccitante.
Nel solco di “Niente è come appare” un antieroe parecchio stronzo, il rimescolamento dei cliché del noir, senza tregua.
Con la prefazione di Stefano Benni.

“Delitto di/vino” è un’ antologia noir/giallo/poliziesca che contiene tutte le sfumature del racconto a chiave, e questo è già un buon motivo per leggerla.
Un ulteriore argomento a favore può dipendere dal trait-d’union dei racconti: il vino…
Un’ antologia pensata per alcolisti e non, senza un attimo di noia!


All’incontro seguirà un aperitivo.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30

Read Full Post »

Care amiche e cari amici della Balena,

vi segnaliamo un GROOOOOSSO appuntamento.

La Libreria Moby Dick, in collaborazione con l’ITIP Luigi Bucci di Faenza, promuove l’incontro con lo scrittore CRISTIANO CAVINA che presenta il suo ultimo libro “I frutti dimenticati” (Marcos y Marcos Editore). Conduce la serata Massimo Isola.

Venerdì 21 novembre alle ore 21,00 presso l’Aula Magna della Sezione Tecnica ITIP, in Via Camangi 19, a Faenza.

Nato a Casola Valsenio nel 1974, Cristiano Cavina è cresciuto nelle case popolari con la madre e i nonni materni. Le sue passioni sono evidenti fin da piccolo: leggere tantissimo e di tutto, avventura, fantascienza, classici russi, americani contemporanei… e inseguire il pallone nel campo dell’AC Casola, dove gioca in tutte le categorie, dai pulcini agli esordienti, fino all’under 18.

I suoi libri sono i tanti volti di Cristiano Cavina, quello del bambino legato al paese e alla famiglia; c’è il mondo vissuto attraverso i racconti della nonna Cristina, dove rivediamo l’Italia degli anni cinquanta, c’è il mondo delle scuole elementari, fatto di giochi, fantasie, paure e sogni adolescenziali, c’è il mondo adulto, di oggi, contemporaneo, ma che resta sempre aperto al passato, con “fantasmi” che rientrano nella vita del protagonista ma non dall’ingresso principale.

Dopo i precedenti “Alla grande”, “Nel paese di Tolintesàc” e “Un’ultima stagione da esordienti”, è uscito in questi giorni “I frutti dimenticati”.

Protagonista del nuovo romanzo di Cristiano Cavina è “Cristiano Cavina”. Se nei precedenti libri l’aveva tenuto fuori, stavolta il suo nome è continuamente presente: la storia, erede di decine di altre storie umane e di paese (la Casola dove l’autore vive), è un gioco della memoria, dove passato e presente si incrociano, dove i personaggi si perdono e si ritrovano, un ciclone narrativo dove tutto si cristallizza, alla fine, nella propria esatta dimensione.

C’è la storia dei frutti dimenticati, quelli coltivati dai preti e dalle suore dove il piccolo Cristiano studia; c’è la storia della nonna e della sua devozione al Creatore talmente intensa da farla eleggere santa già in vita; della madre, ligia parrocchiana di paese che compie un solo atto fuori dal normale: lasciarsi sedurre dall’unico uomo della sua vita. Nove mesi dopo quell’incontro, nascerà appunto il protagonista: un protagonista divertito e divertente, guascone, eroico e libero. E adesso, a trentatré anni compiuti, proprio mentre sta per diventare padre a sua volta, il protagonista viene contattato dal suo padre, fino ad allora assente e mai conosciuto. L’impresa di diventare figlio e padre negli stessi giorni mette in discussione il Cristiano uomo, non ancora maturo per questi sconvolgimenti esistenziali. Il registro del libro, contrariamente al solito, si fa greve, e in queste pagine non più scanzonate incontriamo per la prima volta un Cavina narratore di grande spessore e onestà.
Con quel sottile velo di autocritica che caratterizza il suo personaggio, ne “I frutti dimenticati” fino all’ultima pagina si sente e si vive il protagonista con le sue sofferte prese di coscienza.

Non mancate!!!
_______________________________________________

Libreria Moby Dick
Via XX Settembre, 3/b
48018 Faenza (RA)
Tel. e fax: 0546/663605

Read Full Post »

ARTERIA in Terrazza

Presentano

Salotto Post Litteram Estate

Via Matteotti 3
Cassero di Castel San Pietro Terme (BO)

In collaborazione con la Libreria Atlantide, Via Mazzini 93

Martedì 8 luglio 2008 :: 21.00

Kai Zen Zum Pa Pà Swingin’ Open Source Orchestra

Reading sonorizzato open source de La Strategia dell’Ariete (Mondadori)

(cioè con la musica fatta dai presenti che ne abbiano voglia)

Il libro: Perché uno dei migliori sicari della società segreta della Triade, che controlla gli affari sporchi di una città sporca come Shanghai negli anni ’20, partecipa al primo congresso del partito comunista cinese? C’entra forse il recupero effettuato nel mar della Cina di due antichissimi vasi su incarico del tormentato ed enigmatico prof. Einrich Hofstadter?

E quale ossessione, più di vent’anni dopo, attira nella foresta del Mato Grosso il figlio di Hofstadter, che ha scalato le gerarchie militari naziste con l’appoggio di alcune logge massoniche? Si tratta dello stesso segreto che sconvolge la vita di Shelley Copeland, l’affascinante agente CIA che, durante una notte del 1957, viaggia attraverso il deserto texano, con un misterioso contenitore refrigerante nel bagagliaio, un milione di dollari ad attenderla in una cassetta di sicurezza e un morto sulla coscienza. Un segreto chiamato Al-Hàrith e custodito attraverso i secoli da una moltitudine silenziosa. Mille volti, un’unica strategia: la strategia dell’Ariete. Un romanzo di avventura, corale, storico. Il debutto dell’ensemble narrativo Kai Zen.

(La strategia dell’Ariete è stato selezionato per il Premio Salgari )

Per informazioni:

Ufficio Stampa – Arterìa
vicolo Broglio, 1/E
40125 Bologna
Telefono 051 0868879 – 338 7560311
Info: info@arteria.bo.it; ufficiostampa@arteria.bo.it
www.arteria.bo.it; www.myspace.com/arteriabo/

Read Full Post »


dalla magnifica terrazza restaurata del Cassero di Castel San Pietro parte l’importante progetto culturale di ARTERIA: arte, musica, e anche tanta letteratura (e presto vi daremo il calendario ufficiale dei tanti appuntamenti estivi con gli autori, da Stefano Tassinari a Gianluca Morozzi, da Francesca Mazzucato a Pino Cacucci)
http://www.arteria.bo.it/index.php

La Terrazza
Cassero
di Castel San Pietro Terme
ARTERIA in Terrazza

Arte – musica – performances – teatro – video – degustazioni – letteratura
Dal 19 giugno a settembre 2008
Via Matteotti 3

Giovedì 19 giugno inaugura un nuovo spazio di incontro e di ritrovo nella Città di Castel San Pietro Terme, grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale si prospetta un estate di eventi di arte, di cultura e di intrattenimenti per la città e i suoi visitatori. L’obiettivo dell’iniziativa è la valorizzazione di un sito storico e splendido per la città e renderlo usufruibile per tutti, creare uno spazio di benessere, di accoglienza e di promozione della città stessa. Vogliamo rendere il luogo accogliente e vitale, inteso come un bene pubblico per bimbi, giovani e famiglie, i quali potranno acquisire un punto di ritrovo all’interno della Terrazza.
Il tutto sarà realizzato attraverso una proposta di un servizio bar caffetteria attento attenta alla qualità del prodotto e dell’offerta, con appuntamenti di educazione al gusto ed eventi enogastronomici, con vini, prodotti naturali, genuini e artigianali a
La programmazione di eventi artistici, culturali e di intrattenimento sarà varia. L’idea sviluppata per il progetto è la creazione di uno spazio multifunzionale per le proposte artistiche e culturali e le attività che si svolgeranno in esso, andando a caratterizzare LA TERRAZZA come luogo di ritrovo, dove svolgere attività di laboratorio, dove potere leggere, ascoltare musica, guardare video, visitare una mostra, dove poter gustare prodotti sani e di qualità.
Una proposta multimediale che vuole sperimentare tutte le forme di espressione artistica e culturale: musica, video, fotografia, pittura, grafica, teatro, letteratura, installazioni e performances in una contaminazione di generi.
L’apertura tutti i giorni della settimana è prevista per le ore 18.00 con la disponibilità di quotidiani, riviste e libri, con un servizio bar che proporrà un aperitivi e degustazioni a tema e una programmazione di spettacoli ed intrattenimenti fino alle ore 24.00.

Inaugurazione giovedì 19 giugno
De’gustarteria: Percorso enogastronomico per un consumo consapevole con degustazioni e lezioni di gusto, musica, performance artistiche, installazioni
De’gustarteria è un’iniziativa che nasce a settembre 2007 con l’obiettivo di far conoscere realtà che mettono natura e tradizione al primo posto nel lavoro e nella vita.
Il primo appuntamento è stato concepito come una “Fiera di Sera per un consumo consapevole, percorso enogastronomico con degustazioni e lezioni di gusto, musica, performance artistiche, installazioni”, un evento di quattro giorni in cui salumi, formaggi, vino, birra artigianale, pane, miele fossero i protagonisti. Gli stessi produttori hanno raccontato e illustrato le modalità di produzione, le caratteristiche della propria azienda, la filosofia, la passione che stanno alla base del proprio lavoro: il piacere fisico dell’assaggio e quello “mentale” della conoscenza sono calati in una dimensione magica da interventi artistici: musica, danza, poesia, performances.

Dal 19 al 22 giugno presenteremo alcune delle aziende e associazioni con le quali collaboreremo durante tutta l’estate, allestendo un’area nella quale vengano proposti accostamenti cibo-vino sia “classici” che di culture e tradizioni diverse, giocando con abbinamenti insoliti nel rispetto però dei fondamentali principi di genuinità e cura dell’ambiente.
Questa sarà una vetrina di quello che ogni martedì proporremo alla Terrazza: aziende locali come Zuffa, Merlotta, Tre Monti Sant’Anna, Branchini, Casa Bruciata ecc. . .

Inaugurazione giovedì 19 giugno
Mostra e insatallazioni e performance di Geologika a cura di Andrea Facchi
Dalle 18 .00 De’gustareteria
Percorso enogastronomico per un consumo consapevole con degustazioni e lezioni di gusto, musica, performance artistiche, installazioni
Musica itinerante interventi musicali di Radio Manouche
RadioManouche è un progetto libero e in continua evoluzione nato circa quattro anni fa in un sottotetto di Bologna dall’esigenza di nuove espressioni musicali e di aggregazione sociale il tutto teso alla ricerca del “buongusto”. Il termine “Manouche” è originariamente un autonimo, ovvero il modo in cui un popolo definisce sé stesso, infatti significa “uomo appartenente alla popolazione romanì”. Agli inizi del ‘900 ha iniziato a indicare il genere musicale portato in auge dallo strabiliante chitarrista Django Reinhardt che proprio al gruppo romanì apparteneva. Partendo dall’esecuzione di brani classici legati alla musica manouche i RadioManouche hanno creato uno stile e un repertorio propri. La spontaneità, l’immediatezza, la libertà d’espressione, la variazione e l’improvvisazione sono gli elementi che caratterizzano il gruppo e lo legano alla creatività romanì.

DiVersi poesia suoni ritmi visioni reading in musica a cura di YZU
YZU – MW – camminare di una scimmia
performance poetica in musica di e con yzu – poesia maschera voce LaborSonoroDigitale; Luca Rossi – tamburi a cornice; Antonino Barresi – flauto traverso ciaramella cajon chitarra sintex; SaNiArt – video; Isabella Branella – dipinti. “Nell’era dell’eccesso di comunicazione, dove questa ha perso il proprio valore di costruttrice e portatrice di senso, trasformandosi in vuoto cliché, ridotta a mero slogan pubblicitario, è non procrastinabile il riappropriarsi della capacità di narrare, dell’espressione orale della conoscenza, attraverso l’immagine, il simbolo, la costruzione di un percorso mitologico non più superaneo ma legato alla materialità dell’esistenza e all’espressione di una reale affettività del gesto, che ritorna alla propria essenza dialogica, alla propria funzione di uso inoperoso – non più utilitaristico mezzo di scambio, ma salvifico metaxy.” nella consapevolezza che la commistione e la combinazione delle arti e delle espressioni possano meglio fondare conoscenza e comunicazione, METAXY vuole essere un tentativo per portare, nei luoghi e nelle situazioni più disparate, un diverso piano di incontro fra parola e musica, video e poesia, ricerca espressiva e studio delle tekné, fra performer e pubblico, fra la (persona)maschera e il gesto.

Read Full Post »

Un avventimento da non perdere, la lettura drammatizzata di uno dei bei racconti di Giovanna Passigato, tratto da IL PAESE INFINITO, incentrata sulla battaglia della Gaiana (13 -14 aprile ) che spianò la strada alla conquista di Bologna da parte degli Alleati:

19 giugno 2008 – Ore 21

Presso CIDRA

Museo della Resistenza

Casa Gandolfi

Via Dei Mille 26 – Imola

Storie da “Il paese infinito”

Una serata dedicata ad una storia che si svolge negli ultimi giorni dell’occupazione tedesca delle nostre terre, e culmina con la battaglia della Gaiana (13-14 aprile 1945) la quale aprì la strada verso Bologna agli alleati che avevano varcato il Senio.

Una storia di un’amicizia difficile – in un certo senso dolorosa – tra due giovani nemici accomunati, solo per brevi folgoranti attimi, dalla passione per la musica, e poi irrimediabilmente divisi. La storia di un disagio, di una frustrante ricerca per ritrovare la propria forma, la propria misura di uomo.

Il racconto Ciaccona in re minore fa parte di una serie di storie della “Bassa”, raccolte ne Il Paese Infinito di Giovanna Passigato.

Nel cortile di Casa Gandolfi, in via Dei Mille 26, a Imola, il racconto, drammatizzato, verrà letto, da Pina Randi, Francesco Landi, Giuseppe Martelli e Giovanni Negroni, con accompagnamento di canzoni “d’epoca”.

Interverrà l’autrice.

Read Full Post »

“LIBRINCHIOSTRO”
FESTIVAL DELLE PICCOLE LIBRERIE  DEL QUARTIERE SAN VITALE
23 – 24 – 25 maggio 2008 – Vicolo Bolognetti, 2

Il comitato “Piccole librerie” del quartiere San Vitale ha organizzato nel quadriportico di Vicolo Bolognetti 2, il festival “Librinchiostro”.
Una rassegna di incontri di vario genere che si susseguiranno, nel cortile sede del quartiere, dalla mattina di venerdì 23 maggio al pomeriggio di domenica 25.
Le librerie organizzatrici, Libreria Delle Moline, Giuridica Edinform, Goliardica, Irnerio, Modo Infoshop, Trame, che hanno ideato, sostenuto ed organizzato l’evento, con l’aiuto e il supporto del Quartiere San Vitale, saranno presenti con le loro proposte.
Scopo di questa iniziativa è dare un contributo fattivo e sostanziale all’animazione culturale di Bologna. Le librerie indipendenti del quartiere, uscendo dalle proprie abituali sedi di lavoro, si propongono di offrire ai cittadini un fine settimana ricco di stimoli interessanti e di alto profilo culturale, pur senza rinunciare all’intrattenimento e al divertimento. La pluralità e varietà dell’offerta si rivolge a differenti fasce di pubblico: open lesson, readings con musica dal vivo, degustazioni, aperitivi con gli autori per adulti; laboratori creativi per bambini.
Non da ultimo, si vuole far riflettere l’opinione pubblica sull’importanza che la presenza delle librerie indipendenti riveste per la comunità, per la specificità dell’offerta editoriale e culturale proposta, che si traduce in un apporto prezioso per la vita sociale della città.
Tra gli eventi più importanti si segnalano: venerdì pomeriggio la open lesson di Gianni Celati organizzata con la collaborazione del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna e la rivista “Griseldaonline”. Argomento della lezione è “Libri on line e libri di carta: il futuro dell’editoria”. Intervengono Gian Mario Anselmi, Alberto Bertoni ed Ermanno Cavazzoni.
Sabato pomeriggio verrà presentata la collana Verdenero delle edizioni Ambiente, che propone un progetto editoriale di narrativa di denuncia dei crimini ambientali: la scrittrice Simona Vinci parlerà di Rovina, Marco Vichi e Leonardo Gori di Bloody Mary, mentre la Compagnia Fantasma curerà un reading da Previsioni del Tempo di Wu Ming. Introdurranno gli incontri e illustreranno il progetto editoriale Alberto Ibba, delle edizioni Ambiente/Verdenero e Valerio Varesi, scrittore e giornalista di Repubblica.
Domenica pomeriggio l’evento conclusivo, che riprende la collaborazione con l’Università: dopo il laboratorio di scrittura creativa Coulipo e la presentazione de Il commissario incantato di Maurizio Matrone, pubblicato con Marcos Y Marcos, nel chiostro del quadriportico si terrà un concerto di fiati e archi del Collegium musicum Almae Matris, diretto da Barbara Manfredini, con musiche di Dvoràk, Elgar, Borodin.
Ampia la scelta di attività per bambini, ma non solo: si va dal laboratorio Munari di sabato 24 alle ore 12 “grafica e progetto”, a cura dell’editore Corraini di Mantova, al laboratorio gioco, sempre di sabato, ma al pomeriggio alle ore 14.30 con Andrea Angiolino, a quello sul riciclaggio di oggetti a cura di Agnese Baruzzi la domenica mattina. Tutti i laboratori sono gratuiti.
Verso sera gli aperitivi letterari e ai “dopo cena” il compito della contaminazione tra letteratura e musica, fra gli ospiti Emidio Clementi e Tommaso Labranca.
Da segnalare, infine, la mostra di scultura e installazioni degli allievi dell’Accademia delle belle arti di Bologna e la presenza nella biblioteca Ruffilli del Quartiere San Vitale della Biblioteca Vivente venerdì 23 dalle 14 alle 22 e sabato dalle 14 alle 18; l’iniziativa è curata dal Comitato “Tutti Diversi Tutti Uguali Bologna”.
PROGRAMMA
LIBRINCHIOSTRO
FESTIVAL PICCOLE LIBRERIE QUARTIERE SAN VITALE
23-25 MAGGIO 2008 BOLOGNA VICOLO BOLOGNETTI 2
VENERDÌ 23 MAGGIO 2008
ore 12
Inaugurazione della mostra di sculture e installazioni degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna
ore 14.30
Presentazione del volume Storia e cultura politica delle donne (ediz. Archetipolibri-Gedit)
Conversazione fra l’autrice Elda Guerra, Alberto De Bernardi e Raffaella Lamberti
ore 16.30
Libri on line e libri di carta: i nuovi orizzonti dell’editoria
Open lesson di Gianni Celati, con la partecipazione di Gian Mario Anselmi, di Alberto Bertoni e di Ermanno Cavazzoni
in collaborazione con il dipartimento di Italianistica dell’Università di Bologna e con Griseldaonline (il portale della letteratura)

ore 19.30
Cogli l’ottimo: aperitivo in rima
Presentazione con Alessandra Berardi, autrice del volume Cogli l’ottimo – euforismi & aforismi (ediz. Perdisa)
La degustazione dei frizzanti aforismi sarà accompagnata dall’assaggio di biografie dai toni surreali: ecco Emily Snort, poetessa transilvana autrice di Anna Karenina e il binario morto, la mistica russa Berta Berto’evna e il suo breviario Dal tè Ati al Te Deum, la mangiatrice di uomini Artusyia Silverspoon col prezioso ricettario Tutto quello che avreste voluto sapere sul lesso e non avete mai osato chiedere…
ore 21.00
Libro di note live: reading a tempo di rock
“Tento l’improbabile: fare uscire il suono dalle pagine”
Progetto nato da un’esperienza radiofonica, ideata e condotta da Daniele Paletta, DJ, con la collaborazione tecnica di Antonio “Zanna DJ” Zanoli.
ore 22.30
Emidio Clementi: Fermati qui
reading antologico, presentato in anteprima nel 2007 al San Francisco Poetry Festival.
con Massimo Carozzi, elettronica e Vittoria Burattini, batteria.
SABATO 24 MAGGIO 2008
ore 12
Grafica e progetto. Laboratorio a cura dell’editore Corraini.
DA GRANDE VOGLIO FARE BRUNO MUNARI
Forchette che diventano mani, arance che sono progetti di design, libri illeggibili, carte che diventano contenuto.
Aperto a tutti.
ore 13
Presentazione del libro Guarda che prima o poi Dio si stancherà di te (Miraviglia)
Il libro ha per tema un anno di lavoro dell’autrice Patrizia Caffiero come educatrice “non qualificata” in alcune scuole di Bologna.
Presenti Fausto Amelii, responsabile del Progetto Intercultura del Centro M. Zonarelli del Comune di Bologna ed Elisa Genghini, scrittrice ed educatrice
ore 14.30
Laboratorio gioco con
Andrea Angiolino
e presentazione del libro “101 giochi con carta e matita tradizionali e innovativi, per allenare la mente divertendosi” (edizioni Sonda)
Nell’ambito della 6a Giornata mondiale del gioco, 101 giochi non «didattici», essendo nati per divertire, ma dagli «effetti collaterali» formativi. Perché il gioco in generale lo è: insegna a osservare le regole e a condividere un’attività nel rispetto reciproco, pur perseguendo l’obiettivo della vittoria individuale.
Aperto a tutti.
ore16.30
Presentazione della collanaVerdenero. Storie di ecomafia di Edizioni Ambiente, progetto editoriale di narrativa di denuncia sui crimini ambientali
Intervengono: Alberto Ibba delle Edizioni Ambiente/Verdenero, Valerio Varesi, scrittore e giornalista, Marco Vichi che presenta Bloody Mary, Simona Vinci che presenta Rovina
Reading da Previsioni del tempo di Wu Ming cura della Compagnia Fantasma
ore 19
Alla salute di Giuseppe Tomasi di Lampedusa: i 50 anni del Gattopardo 1958-2008
Degustazione di vini siciliani passiti e liquorosi e formaggi a cura di Diego Maggio con il contributo dell’Associazione Paladini dei Vini di Sicilia.
Lettura di estratti da “Il Gattopardo” (ediz. Feltrinelli) a cura dell’attrice Anna Paola Carrino.
ore 21.30
Presentazione di “78.08” (ediz. Excelsior 1881) di Tommaso Labranca
seguita da Appelsina, un ciclo di Lieder non cantati, ma letti con accompagnamento musicale di Fabio Zuffanti.
I testi sono di Tommaso Labranca, rielaborati da Il Piccolo Isolazionista (ediz. Castelvecchi), dal sito UltraVoid e da Appelsina.
DOMENICA 25 MAGGIO 2008
ore 10-13
Laboratorio gioco di Agnese Baruzzi
basato sul libro “Riciclaudio e lo scolapasta scomparso” (ediz. Coccole e Caccole).
Il testo incoraggia i giovani lettori verso il riciclaggio dei rifiuti domestici e il riutilizzo degli oggetti rotti portati da casa: azioni fondamentali per diventare consumatori più consapevoli.
Ogni partecipante si porti da casa un oggetto da riciclare.
Aperto a tutti.
ore 14.00
Laboratorio di scrittura creativa Coulipo (da Roland Barthes a Wislava Szymborska)
conducono Rita Chiappini e Claudio Van dell’Università di Bologna.
Elaborazione e riscrittura da testi d’autore
ore 15,30
Presentazione del volume Il commissario incantato (ediz Marcos y Marcos) con Maurizio Matrone
ore 17.30
I fiati e gli archi del Collegium Musicum Almae Matris: concerto conclusivo
musiche di Dvoràk, Elgar, Borodin
direttore Barbara Manfredini
VENERDÌ 23 MAGGIO
ore 18-22
SABATO 24 MAGGIO
ore 14-18
Biblioteca Vivente
L’iniziativa del programma Gioventù del Consiglio d’Europa, nell’ambito dell’educazione ai diritti umani, sarà ospite della biblioteca Ruffilli del quartiere San Vitale.
La Biblioteca Vivente, a cura del Comitato “Tutti Diversi Tutti Uguali Bologna”, funziona esattamente come una qualsiasi biblioteca, lettori e lettrici arrivano e prendono in prestito un “libro” per un periodo limitato di tempo.Vi è solo una differenza: i libri della Biblioteca Vivente sono persone che rappresentano gruppi frequentemente associati a stereotipi e pregiudizi, e che, per questo, maggiormente rischiano discriminazione o esclusione sociale. In tale Biblioteca, i libri non solo possono parlare, ma possono anche replicare alle domande e alle curiosità di lettrici e lettori, nonché fare domande e imparare, a propria volta
Nelle sale del Quartiere San Vitale da venerdì a domenica sarà ospitato il Forum Giovani del 2° Festival di Psicologia organizzato dal Comune di Bologna in collaborazione con l’Università degli Studi di Bologna
Servizio bar a cura dell’Associazione Jurta

IMPORTANTE
Per i laboratori gratuiti Corraini di sabato 24 alle 12, Angiolino di sabato 24 alle 14,30,
Baruzzi di domenica alle 10 ( e per questo portate un oggetto da riciclare!!! )
è gradita la prenotazione.
Per favore mandate una email con nome, età e numero di partecipanti

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
telefono e fax 051 233333
lu – ve 9.00/19.30
sabato 11.00/19.30

Read Full Post »