Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Audur Ava Olafsdottir’

estate, niente di meglio che una vacanza in Islanda, in compagnia di questo nuovo libro:
Il rosso vivo del rabarbaro, Audur Ava Olafsdóttir, Einaudi
Augustina è un’adolescente speciale, una «creatura della natura», ma a un certo punto tutti dobbiamo provare a crescere.
 
C’è un piccolo villaggio sul mare dove la vita scorre bislacca e tranquilla. Mentre gli uomini sono fuori a pescare, le donne seguono lezioni di cucito e si scambiano rossi barattoli di marmellata di rabarbaro. Proprio in un campo di rabarbaro, Ágústína è stata concepita. Ágústína è un’adolescente speciale, si muove con le stampelle ma scala le montagne. La sua è una mente singolare, nella sua testa i numeri sono a tre dimensioni, come pianeti nello spazio, e le parole si organizzano in cumuli appuntiti. Ágústína non è come gli altri ragazzi, lei sa che dietro una montagna – dietro ottocentoquarantaquattro metri di terra protesa verso il cielo – c’è ancora un’altra montagna da scalare.
 
Ancora una volta Auður Ava Ólafsdóttir, con lucidità e candore, racconta una storia sospesa fra fiaba e quotidianità e ci offre la sua bizzarra e affettuosa visione dei piccoli e grandi fatti della vita.
 
Traduzione di Stefano Rosatti
 
rosso vivo

Read Full Post »

 

in libreria, AUDUR AVA OLAFSDOTTIR, L’ECCEZIONE, EINAUDI – dall’autrice di ROSA CANDIDA

La notte di capodanno, mentre Reykjavík è in festa, Flóki confessa a María di essere innamorato di un altro uomo, un collega specialista, come lui, della teoria del caos. Dopo undici anni di matrimonio, e la nascita di due gemelli, la vuole lasciare per stare finalmente con lui. Per María è un fulmine a ciel sereno: Flóki si è sempre dimostrato un marito perfetto, pieno di attenzioni piccole e grandi, oltre che un padre premuroso e attento con i loro figli. Come ha potuto non capirlo prima? Come ha fatto a non vedere? Dopo un interrogatorio serrato Flóki le confessa di essere sempre stato attratto dagli uomini: l’amore per María, anche se sincero e pieno di tenerezza, è stato la vera eccezione della sua vita. Lí fuori al freddo, mentre saluta l’anno nuovo insieme al compagno che sta per abbandonarla, María non può ancora intuirlo, ma queste imprevedibili «eccezioni» stanno per diventare l’unica vera costante della sua esistenza.
A darle man forte, in questo nuovo futuro che non pensava di doversi costruire, arrivano l’amica Perla – una psicologa affetta da nanismo, consulente matrimoniale e ghostwriter per uno scrittore islandese di thriller -, un giovane e romantico vicino di casa esperto di ornitologia, e la madre. Madre che proprio in quel momento decide di rivelarle la verità sul suo passato e sui due uomini che ha amato per tutta la vita, affidandole un’impresa che la condurrà in una casa lontana, una casa sul mare che il suo cuore non pensava di poter ricordare.
Cosí, tra mucchi di neve da spalare, surreali sedute psicanalitiche con l’amica Perla, piatti sempre piú complicati da cucinare, viaggi avventurosi in un’isola di deserti di sabbia nera e campi di lava, vecchie fotografie e promesse da mantenere, Auður Ava Ólafsdóttir – con quella scrittura luminosa e avvolgente che abbiamo imparato ad amare – costruisce per noi un’incantevole teoria del caos applicata ai sentimenti.

«Perdonami, ma io lo amo. Ti giuro, non ci sarà mai piú una donna nella mia vita, tu sei l’ultima»

 
CI STA ANCHE UNA IMMAGINE DI UNA LIBRERIA ISLANDESE, giusto per gradire.

Bókin (The Book) Antikvariát is antique book store in Reykjavik, Iceland.

 

islanda

 

 

Read Full Post »

 

winnerViene dall’Islanda l’autrice di Rosa candida, romanzo di formazione emozionante e delicato che vede protagonista un ragazzo con la passione per le piante, una madre amatissima che non c’e’ piu’, un fratello gemello autistico e una figlia arrivata per caso. Partito per curare un importante giardino di un monastero che ha conosciuto ben altri splendori, Lobbi scoprira’ l’importanza del prendersi cura di se’ e degli altri come unica cosa che conta veramente.

 

Audur Ava Olafsdottir, Rosa candida, Einaudi

Lobbi ha ventidue anni quando decide di lasciare l’Islanda con uno zaino pieno di talee di rosa. La passione per la terra e le piante gli è stata trasmessa dalla madre, morta pochi mesi prima in un incidente stradale, nel giorno del suo compleanno. Quel sette agosto viene anche alla luce Flóra Sól, nata da «un quinto di notte d’amore» tra Lobbi e Anna, una ragazza conosciuta per caso. Così, dopo aver salutato l’anziano padre – che passa il tempo sfogliando i quaderni di ricette della moglie e vorrebbe vederlo avviato a una brillante carriera universitaria -, il fratello gemello autistico e la mamma della sua bambina, Lobbi s’imbarca per un viaggio verso il Nord Europa, lontano da quel paesaggio di lava tagliente e venti gelidi che rendono così difficile far crescere i fiori.

L’avventura di Lobbi inizia con un nuovo lavoro, un posto da giardiniere in un monastero reso celebre da un roseto fuori dal comune; lì cercherà di far attecchire i preziosi germogli di «rosa candida» ereditati dalla madre e, guidato dalla saggezza di un frate appassionato di cinema, si preparerà alla visita di Anna e di sua figlia. In quell’angolo sperduto e quasi fatato di mondo, Lobbi potrà finalmente fare ordine nella sua vita, scoprendo che quello che prova per la bambina e la ragazza è un sentimento d’amore inaspettato e nuovo: il desiderio di far germogliare una famiglia vera.

Read Full Post »