Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘eventi cultura bologna’

Un nuovo appuntamento nella Biblioteca di Medicina, per presentare Renata Viganò con parole sue, Minerva Edizioni. Sarà presente Matteo Matteucci, disegnatore. Giovedì 18 aprile, alle ore 21.

 

la scheda del libro, edito Minerva

Renata Viganò. Con parole sue

Disegni di Matteo Matteucci

Colori e grafica di Alessandro Battara

Organizzazione dei testi e cura del volume di Claudia Alvisi e Tiziana Roversi

Minerva

 

 

La storia di Renata Viganò inizia in una famiglia benestante della Bologna liberty e prosegue con gli accadimenti che ne hanno segnato la vita privata: è una giovane donna rimasta sola al mondo; negli anni Venti compie la lungimirante scelta di una casa tutta per sé; lavora con i bambini del brefotrofio; incontra Antonio Meluschi il grande amore della sua vita; adotta un bambino curiosamente soprannominato Bu; è partigiana nelle Valli di Comacchio; scrive L’Agnese va a morire…

Fin dal primo gesto di ribellione al Fascismo – un garofano rosso lanciato sulla tomba di Libero Zanardi – la vita di Renata si intreccia con la politica italiana e con i fatti della storia. Così, dalle sue parole scaturiscono anche le grandi tragedie del Novecento, le guerre, Mussolini, la Resistenza, le dure lotte delle mondine, il Pci.

Bologna è la scenografia costante della sua vita: Bologna sotto le bombe, Bologna che risorge e ricorda, Bologna e il suo Sacrario. A Bologna per molti anni si è tenuto il famoso “cenacolo” di intellettuali e pensatori, da Roberto Roversi a Pier Paolo Pasolini, riuniti a parlare e progettare proprio lì, in via Mascarella 63/2, nella casa di Renata

 

 

Read Full Post »

GLI APPUNTAMENTI DI ATLANTIDE

Mercoledì 17 aprile 2019- ore 20,30, Libreria Atlantide

Luca Martini presenta Mio padre era comunista,

Morellini Editore

Intervistato da Paolo Bassi

Con le letture di Giuseppina Randi

Un viaggio interiore alla ricerca del padre, tra i ricordi e il desiderio di fare pace con la propria memoria.

 

 

Virginio è un uomo di successo che vive un’esistenza agiata alla guida di un’importante azienda meccanica dell’Emilia Romagna. Alla soglia dei cinquant’anni si ritrova a fare i conti con il proprio passato che torna a bussare alla porta con una violenza inattesa: un padre comunista che gli ha insegnato valori ingombranti che non ha mai pienamente condiviso; un’automobile maledetta, segnata dal sangue e da una storia oscura e misteriosa che viene da lontano; una madre assente ma presente nel ricordo e nella capacità di evocare sensazioni e paure non sopite e mai del tutto dimenticate. Viene rievocato lo spaccato di un’epoca e di un tempo ormai trascorso, quegli anni Settanta che hanno segnato una stagione di lotte e di conquiste, ma anche di morte e di sconfitte. Pagine dense ed emozionanti, dentro le quali Virginio compie un viaggio a ritroso alla ricerca di una redenzione difficile ma necessaria, sconfiggendo a uno a uno i fantasmi di quell’infanzia che non è stato capace di combattere da bambino, autentiche ombre paurose e misteriose di una vita trascorsa tra sensi di colpa e desiderio di rivalsa.

 

LUCA MARTINI nasce a Bologna nel 1971, è presente in numerose antologie e riviste letterarie, ed è autore di circa trecento poesie, monologhi teatrali, una settantina di racconti, romanzi e favole illustrate. Nel 2019 è uscito: “Mio padre era comunista” (Morellini ed.).

 

PAOLO BASSI vive a Osteria Grande, in provincia di Bologna. Appassionato fotografo, si specializza nel settore medico-scientifico collaborando anche con Istituti Universitari. La passione per la scrittura lo porta a dare vita nel 2012 a Ingresso libero, rivista da lui ideata, gestita e realizzata in cui scrive e dà spazio contributi di diversi autori. Fa parte della giuria del concorso letterario Livio Raparelli di Ozzano dell’Emilia.

 

 

Read Full Post »

 

 

GLI APPUNTAMENTI DI ATLANTIDE

Venerdì 12 aprile – ore 20,30, Libreria Atlantide

Paolo Ciampi, autore de Un nome (biografia di Enrica Calabresi), presenta L’ambasciatore delle foreste, Arkadia editore

Intervistato da Valerio Zanotti.

George Perkins Marsh, primo ambasciatore degli Stati Uniti in Italia, considerato il padre dei grandi parchi statunitensi, singolare precursore dell’ecologia: il suo bisogno di un rapporto sincero e continuo con la natura, diventato il nostro.

 

 

“Poco importa che si tratti di catastrofi che riguardano tutti, ogni volta che sente parlare di ambiente l’autore comincia a sbadigliare, preso dalla noia. A molti succede così. Un giorno un collega gli regala un libro che parla di tale George Perkins Marsh, primo ambasciatore in Italia degli Stati Uniti, nominato da Abramo Lincoln. Fa le fotocopie, le mette via, solo dieci anni più tardi capisce di chi si tratta: è l’uomo che, nel secolo del progresso e dell’industria, prima ancora che esista la stessa parola ecologia, capisce cosa sta succedendo al mondo. Il primo che parla di cambiamenti climatici e di foreste da salvare. Ne nasce un viaggio dalle foreste del New England alle foreste del nostro Appennino, passando per i deserti dell’Africa. Ma soprattutto comincia un viaggio intorno a una persona dimenticata – pensare che dall’altro lato dell’Atlantico Marsh è considerato il padre di parchi come Yellowstone – che ci regala un nuovo sguardo sugli alberi, sulle montagne, sulla stessa nostra civiltà. Non c’è più noia, con questo personaggio stravagante, che frequenta a malincuore la corte dei Savoia, ma si appassiona alle saghe di Islanda e coltiva l’idea di portare i cammelli nelle praterie degli Stati Uniti. E chi è che parla, alla fine? L’autore o l’ambasciatore delle foreste?

 

Paolo Ciampi

Giornalista e scrittore fiorentino, ha all’attivo oltre venti libri con diversi riconoscimenti nazionali e adattamenti teatrali. Tra i suoi editori Vallecchi, Giuntina, Mursia, Clichy, Ediciclo. Nel 2017 ha vinto il premio Albatros – Città di Palestrina della giuria degli studenti e il premio per la divulgazione scientifica “Li omini boni desiderano sapere” assegnato dalla città di Leonardo da Vinci. Tra gli ultimi suoi libri Il sogno delle mappe (Ediciclo), Che ne sai della Polonia (Fusta) e Jack Kerouac. The man on the road (Clichy).  È molto attivo nella promozione degli aspetti sociali della lettura e partecipa a numerose iniziative nelle scuole. Ha due blog, ilibrisonoviaggi.blogspot.it e passieparole.blog

 

Valerio Zanotti, giornalista, è direttore de www.leggilanotizia.it

Read Full Post »

 

 

GLI APPUNTAMENTI DI ATLANTIDE

CICLO DI INCONTRI BEAUTIFUL: MUSIC & FINE ARTS

Il nuovo ciclo di incontri proposto da Libreria Atlantide sarà incentrato su due argomenti che non solo sono capaci di arricchire l’animo umano ma si dimostrano essere veri e propri temi fondativi dell’esperienza di vita di ciascuno di noi: Musica e Arte. Libreria Atlantide proporrà nei propri spazi e in altri luoghi del territorio romanzi storici e thriller, saggi, antologie di racconti anche con l’intento di portare i libri in ambiti diversi da quelli noti. Fino a giugno!

Venerdì 5 aprile – ore 18,30, Libreria Atlantide

ANDREA VISMARA, scrittore,musicista, dj, presenta

BISESTO – SETTE CANZONI PER LA MORTE, Spartaco editore

Intervistato da Alessandro Boriani

Beffarda, la penna di Vismara trascina il lettore in un thriller dai toni gotici (al ritmo della musica degli anni ’80), sdrammatizzati con leggerezza, che ricorda le atmosfere surreali del Maestro e Margherita di Michail Bulgakov.

 

 

“Ti piace giocare, Flavio?». Una domanda banale se non fosse che a fargliela a bruciapelo è la Morte in persona, infida e bellissima, dopo una superba notte d’amore. Kidda, al secolo Flavio Tosetto, è il bassista del gruppo new wave La Carcasse Dansant, nelle vene alcol e speranze tradite, impegnato a riunire la rock band per una serata revival in occasione del trentennale dell’unico disco uscito negli anni ’80. Sul libro del destino, per fatale errore, c’è un nome di troppo: la macabra sfida parte da Venezia e Kidda dovrà essere più veloce di un suo misterioso antagonista nell’interpretare enigmi e indizi sparsi per i cimiteri della Serenissima, di Roma, Milano, Genova, Firenze, proposti sotto una luce completamente inedita: mancano pochi giorni al Carnevale, termine ultimo per scamparla o tirare le cuoia. Guidato da impensabili animali guida, come farfalle nere e nugoli di zanzare, questo rocker di mezza età, autoironico e decisamente fuori di testa, incontrerà defunti eccellenti, da Helenio Herrera a Basaglia, da Trilussa a Gassman, da Toscanini a Manzoni, da Artusi a Collodi, da Faber a Govi, così fedeli ciascuno al proprio tempo e alla propria personalità eppure così mordaci, così vivi.

 

Andrea Vismara è nato a Roma l’11 ottobre 1965. Musicista e compositore, ha suonato in vari gruppi dell’underground capitolino e ha lavorato nei più noti rock club. Ha frequentato l’Istituto superiore di fotografia e ha esposto suoi scatti in mostre personali e collettive, pubblicando sulle riviste Nuove Direzioni e In Camper, e sui quotidiani l’Unità ed Europa. Nel 2014 ha pubblicato il suo primo fortunato romanzo Iddu. Dieci vite per il dio del fuoco per Edizioni Spartaco. Da sempre instancabile camminatore, è del 2015 il diario di viaggio La mia Francigena e del 2017 I giorni di Postumia per Edizioni dei Cammini, di cui oggi è responsabile editoriale. Vive e scrive tra Empoli e Venezia.

 

Alessandro Boriani giornalista e videomaker, si occupa di comunicazione tradizionale e online, con particolare attenzione per i social media.

 

Read Full Post »

Il Ciclo Beautiful: Music & Fine arts non esaurisce le nostre proposte. No no no! In libreria, o in alcune delle biblioteche della provincia, il calendario delle presentazioni a cui parteciperemo si arricchisce sempre più:

 Ecco gli ALTRI APPUNTAMENTI, in libreria, o presso biblioteche della Provincia

CASTEL SAN PIETRO, Libreria Atlantide , 27 marzo, ore 19,00 .

 Non voglio mica la luna – Laboratorio teatro donne – II° appuntamento.

BUDRIO – Biblioteca Comunale di Budrio, 29 marzo, ore 21 –

Barbara Baraldi e Romano De  Marco – ciclo C’est noir – incontri di letteratura noir nella pianura est.

OZZANO EMILIA- Biblioteca Comunale di Budrio,29 marzo, ore 21 –

Luca Martini presenta “Mio padre era comunista” –

letture di Giuseppina Randi

 

 

RASTIGNANO, Biblioteca Don Milani, 4 aprile, ore 21

Gianluca Morozzi presenta “Dracula ed io”

CASTEL SAN PIETRO, Libreria Atlantide , 12 aprile, ore 20,30.

Paolo Ciampi, già ospitato in autunno 2018, presenta il suo nuovo libro “L’ambasciatore delle foreste”. Intervistato da Valerio Zanotti

CASTEL SAN PIETRO, Libreria Atlantide ,17 aprile, ore 20,30.

Luca Martini presenta “Mio padre era comunista”, intervistato da Paolo Bassi.

MEDICINA, Biblioteca Comunale, 18 aprile, ore 20,45

Matteo Matteucci presenta Con parole sue – vita illustrata di Renata Viganò.

CASTEL SAN PIETRO, Libreria Atlantide, 14 maggio, ore 18,30

VANNI SANTONI presenta I FRATELLI MICHELANGELO, Mondadori, intervistato da Muriel Pavoni.

Luogo da destinarsi, sabato 25 maggio.

A spasso con i libri selvaggi. Passeggiata alla scoperta della letture e letture all’aria aperta per bambini sulle colline di Castel San Pietro, in compagnia di Francesca Casadio Montanari

Restate sintonizzati per i dettagli!

 

il ciclo Beautiful: Music & Fine Arts, cliccate qui per conoscere gli eventi in programma: https://buoneletture.wordpress.com/2019/02/11/presentazione-de-il-mago-dellappennino-di-laura-falqui-un-nuovo-ciclo-di-incontri-beatiful-music-fine-arts/

 

 

Read Full Post »

 

NON VOGLIO MICA LA LUNA

laboratorio teatro donne

Ciclo di incontri in Libreria Atlantide

 

Siamo felici di essere ospitate dalla libreria indipendente ATLANTIDE per un ciclo di incontri durante i quali racconteremo l’esperienza di Non voglio mica la luna sul territorio di Castel San Pietro Terme, che ci ha viste impegnate per sei anni consecutivi.

Non voglio mica la luna è un laboratorio di teatro per donne promosso da Seacoop Cooperativa Sociale in collaborazione con l’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Castel San Pietro Terme, condotto da Fulvia Lionetti, attrice e dottoressa in Discipline del Teatro.

Quando un bel giorno mi liberavo dell’amore,

ero costretta a ritornare nell’acqua,

nell’elemento dove nessuno si prepara un nido,

si costruisce un tetto sopra le travi.

Non essere in nessun luogo, in nessun luogo restare.

Tuffarsi.

Un giorno ricordare, riemergere.

 

Ondina se ne va, Ingeborg Bachmann

 

Figlia delle profondità del mare, Ondina conserva delle sue origini l’imprendibilità del vento e dei moti ondosi, volta le spalle e andandosene pronuncia un monologo d’addio.

Il concetto di femme fatale è una manovra per contenere l’esuberanza della diversità, esorcizzandola in una forma diabolica e dannata. Le Sirene sono condannate, portano rovina. È una cultura lacerata quella che produce il “mostro” della femme fatale e fa trapelare gli incubi di una società divisa. Chi sono oggi le Sirene, come si fa a sopravvivere, quali possibilità offre loro il palcoscenico? Sirene che si affacciano al limitar del mare, consapevoli della propria storia e capaci di interferire sul proprio qui e ora, portatrici di rivoluzione, golose e allegre, devote al piacere in un rapporto creativo con l’esistenza.

 

Vi aspettiamo in libreria ATLANTIDE

mercoledì 27 marzo ore 19,00

Saranno presenti all’incontro:

 Francesca Farolfi (Assessora Pari Opportunità)- Roberta Tattini (Presidente Seacoop)

Fulvia Lionetti (conduttrice laboratorio)- Simonetta Baschetti (Gastello)

! Aperitivo offerto da Gastello !

Gli incontri, ad ingresso gratuito, si svolgeranno nei locali di Libreria Atlantide a Castel San Pietro Terme (BO), via Mazzini 93, secondo gli orari indicati.

Per ulteriori informazioni è possibile contattarci attraverso la pagina Facebook Non voglio mica la luna

https://www.facebook.com/nonvogliomica.laluna/

 

Read Full Post »

 

Venerdì 22 marzo alle ore 20.45 presso l’ex Bocciofila di Castel San Pietro, la libreria Atlantide, in collaborazione con Accademia del Pomelo, presenterà On the radio: storie di radio, DJ, Rock & Roll, (Morellini editore), terzo appuntamento del ciclo Beautiful: music & fine arts, con il patrocinio del Comune di Castel San Pietro Terme.

Saranno presenti: Luca Martini, Gianluca Morozzi, Luca Ribani e Marcello Romeo intervistati da Corrado Peli. A seguire DJ set tematico a cura di Lele Gantone che proporrà quarant’anni di successi radiofonici.

 

Venticinque autori raccontano in questo libro il fenomeno travolgente e dilagante della radio, dagli esordi alle trasmissioni di Stato, dalle radio libere ai grandi network. Si ripercorrono le sensazioni che certe radio, attraverso le voci e le musiche trasmesse, sono state in grado di far vivere o rivivere. Radio antiche come la EIAR, poi diventata RAI, radio libere, come le storiche ma ormai chiuse X Radio, Antenna Uno, TRB o Radio Bologna International, le radio ancora on air come la mitica Punto Radio fondata nel 1975, tra gli altri, da Vasco Rossi e Massimo Riva, o l’indimenticabile Radio Deejay creata nel 1982 da Claudio Cecchetto che ha visto nascere e crescere le più importanti voci della musica italiana. Scrittori, grandi DJ, conduttori radiofonici e musicisti narrano storie incentrate su avvenimenti, fatti, voci o canzoni in cui la radio e il mondo che attorno ad essa gravita o ha gravitato, diventano i veri protagonisti.

Luca Martini nasce a Bologna nel 1971, è presente in numerose antologie e riviste letterarie, ed è autore di circa trecento poesie, monologhi teatrali, una settantina di racconti, romanzi e favole illustrate. Nel 2019 è uscito: “Mio padre era comunista” (Morellini ed.).

 

Luca Ribani nasce a Bologna nel 1961. Frequenta la scuola elementare di scrittura Emiliana di Paolo Nori. Da dicembre 2015 tiene il blog Le parole che non ti ho detto perché non avevo visto le foto con Nicoletta Bianconi e Nicola Dovesi. Ha pubblicato il racconto Il brodo per l’antologia Racconti a tavola (Historica Edizioni, 2017).

 

Marcello Romeo è nato a Tripoli, in Libia, nel 1957. Ha all’attivo diversi album come musicista e cantautore ed è anche regista di numerosi format in teatro e autore di diverse colonne sonore. Cura la rassegna per cantautori “Bologna una città per cantare” e fa parte dell’organizzazione dell’evento “4 marzo sotto casa di Lucio”.

Corrado Peli nasce a Castel San Pietro nel 1974. È scrittore e giornalista. Nel 2018 è uscito I bambini delle Case Lunghe – Time Crime.

 

L’incontro, ad ingresso gratuito, si svolgerà presso l’Accademia del Pomelo – ex Bocciofila di Castel San Pietro T., Viale Terme 740, secondo gli orari indicati.

Il ciclo proseguirà il 5 aprile, tornando negli spazi di Atlantide: Andrea Vismara, musicista, scrittore, Dj, presenterà BISESTO – SETTE CANZONI PER LA MORTE (Spartaco edizioni), originale thriller in cui riecheggiano le note dei Bauhaus e della new wave degli anni Ottanta.

 

Per ulteriori informazioni contattare Libreria Atlantide al numero di telefono 0516951180 o a mezzo email a info@atlantidelibri.it

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »