Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fenris’

ogni mese un gruppo di competenti librai per ragazzi si trova insieme, per valutare i nuovi titoli usciti nel periodo: una delle attività del Coordinamento delle librerie per ragazzi, che ora potete seguire anche su questo blog:  http://coordinamentolibrerieragazzi.blogspot.it/ .

Queste sono le librerie del Coordinamento:

La Libreria dei Ragazzi di Milano – Via Tadino 53, tel. 02/29533555
Nuova libreria il Delfino di Pavia – Piazza Vittoria 11, tel. 0382/539384
L’Albero delle Lettere di Genova – Via di Canneto il Lungo 38 r, tel. 010/8696944
Libreria dei Ragazzi di Torino – Via Stampatori 21, tel. 011/547977
Libreria Coop Nautilus di Mantova – Piazza 80° Fanteria 19, tel. 0376/360414
Il treno di Bogotà di Vittorio Veneto – Via Martiri della Libertà 32, tel. 0438/072347
Il libro con gli stivali di Mestre (VE) – Via Mestrina 45, tel. 041/0996929
Libri e Formiche di Parma – Via Cairoli 13, tel. 0521/506668
Libreria Volare di Pinerolo – Corso Torino 44, tel. 0121/393960
La Libreria dei Ragazzi di Brescia – Via San Bartolomeo 15/A, tel. 030/3099737
Libreria Spazio Terzo Mondo di Seriate (BG) – Via Italia 73, tel. 035/290250
La Libreria dei Ragazzi di Monza – Via Padre Giuliani 10, tel. 039/2307575
Libreria per Ragazzi Matilda di Piacenza – Cantone dei Cavalli 9, tel. 0523/651740
Libreria Timpetill – Cremona – Via Mercatello 50, tel. 0372/800802

qui trovate

Teaching Books

Teaching Books (Photo credit: camknows)

il file completo con i titoli scelti dell’ultima selezione:

http://coordinamentolibrerieragazzi.blogspot.it/

e questi sono alcuni dei titoli selezionati:

 IL LIBRO DEL MESE

TESTI: Matteo Corradini
TITOLO: LA REPUBBLICA DELLE FARFALLE
EDITORE: Rizzoli
PREZZO: € 14,00

Narrativa da 11 anni

Il valore di una narrazione ha poco o nulla a che vedere con la veridicità della storia che racconta. Maneggiare quindi materiale come quello rappresentato dalle persecuzioni perpetrate a Terezìn nei confronti soprattutto di bambini e ragazzi, e farlo coniugando il rispetto per i protagonisti alle necessità narrative, è impresa assolutamente non facile. Matteo Corradini ci riesce a modo suo, costruendo un romanzo dalla trama esile, per molti aspetti onirico, che però riesce a coinvolgere il lettore in modo delicato. Non si tratta quindi dell’ennesimo romanzo sulla Shoah, ma di un libro capace di ritagliarsi un suo spazio, destinato a lettori pazienti ma che amano addentrarsi nel mondo fatto di vicende, pensieri e sentimenti di personaggi a tutto tondo.
I protagonisti sono i ragazzi che all’interno della città/ghetto di Terezìn non rinunciarono a vivere, e resistettero come potevano, con la forza delle parole scritte ogni settimana sul giornale da loro redatto, il Vedem, l’Avanguardia; si trattava di un giornale scritto a mano in ognuna delle poche copie pubblicate e poi fatte circolare, lette ad alta voce, distribuite di mano in mano agli abitanti di una città sospesa. Abitanti provvisori, che proprio perché costretti in condizioni estreme e precarie non rinunciavano a cercare ciò che rende tale l’essere umano: raccontare il mondo attraverso il linguaggio; ecco il perché del teatro, della musica, della letteratura, della scultura, ma soprattutto ecco la ragione delle tante opere prodotte dai bambini e dai ragazzi, poesie, disegni e racconti, che dalle pagine del Vedem gridavano la propria paura e la propria voglia di vivere.
Il romanzo di Matteo Corradini riesce a restituire tutto questo, in parte attraverso racconti e poesie tratte dal giornale, in parte attraverso il concatenarsi di piccoli/grandi eventi, reali o meno poco importa, che ci fanno conoscere un gruppo di ragazzi nei quali come lettori riconosciamo verità narrativa prima che storica, e che saremo purtroppo costretti ad abbandonare nelle ultime pagine, giacché di essi uno solo riuscì a salvarsi, recuperando così le pagine nascoste del Vedem che ancor oggi possiamo leggere.
Per chi volesse tentare un accostamento a un altro romanzo, La repubblica delle farfalle, per il modo in cui sono trattati i personaggi e il loro modo di vedere, vivere e interpretare la realtà delle persecuzioni, può essere avvicinato a Misha corre, di Jerry Spinelli.

TESTI: Giulia Orecchia
ILLUSTRAZIONI: Giulia Orecchia
TITOLO: PI, STORIA A QUADRETTI
EDITORE: Panini
PREZZO: € 11,00

La piccola volpe sta passeggiando nel bosco quando trova, nascosto nell’erba, un uovo che potrebbe diventare una buonissima frittata. Ma, una volta a casa, l’uovo inizia a creparsi. Prima si sente un pigolio insistente e poi dall’uovo esce un piccolo pulcino che subito abbraccia la volpe. Così, tra un po’ di gelosia, qualche incomprensione e un coraggioso salvataggio scopriamo che anche tra una volpe e un pulcino può nascere una bella amicizia.
Attraverso pochissime parole e tante immagini Giulia Orecchia crea questa storia, da raccontare ad alta voce sempre uguale o reinventandola ogni volta con l’aggiunta di nuovi particolari.
Da due anni

TESTI: Jean-Francois Chabas
ILLUSTRAZIONI: David Sala
TITOLO: FENRÌS
EDITORE: Gallucci
PREZZO: € 15,00

Abbiamo tutti paura del lupo! Pensate ad un lupo che fa addirittura paura agli altri lupi!!! Questo è Fenrìs, così pauroso da far tremare tutta la foresta, così mostruoso da far scappare tutti, così… insicuro da finire a credere a ciò che gli altri pensano di lui e a comportarsi da “cattivo” solo perché è rassicurante interpretare un ruolo. Può una candida bambina priva di pregiudizio scombussolare tutto guardando dove nessun altro vede, cioè oltre la malefica pellaccia? Una toccante analogia della ricerca di se stessi, illustrata splendidamente da David Sala.
Da cinque anni

TESTI: William Osborne
TITOLO: L’ANGELO DI HITLER
EDITORE: Sonda
PREZZO: € 14,00

“Europa, 1941. In Germania Hitler è all’apice del potere. Due ragazzi, Otto e Leni, sono costretti a fuggire in Gran Bretagna: la famiglia di Otto è stata catturata dalle SS perché comunista, quella di Leni a causa del fatto che è ebrea.” (dalla quarta di copertina)
Ecco in estrema sintesi il contesto e i protagonisti di questo romanzo dal ritmo incalzante… adrenalinico diremmo, visto che le 235 pagine ci raccontano 48 ore di vita.
Otto e Leni saranno convocati dallo spionaggio inglese per una missione che li riporterà in Baviera  dove dovranno liberare Angelika una ragazzina di 9 anni segretamente custodita in un convento di suore. Fatti e personaggi reali si mescolano ad altri frutto della fervida fantasia dell’autore William Osborne noto sceneggiatore britannico alla sua prima opera come scrittore. Un’utile e fondamentale appendice darà la giusta collocazione ad avvenimenti e personaggi storici scindendoli da quelli irreali. Un libro avvincente ed emozionante che cattura l’attenzione dalla prima all’ultima pagina.
Unica nota dolente: una traduzione non sempre accurata… peccato!
Da undici anni

segue sul sito

Read Full Post »