Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘libreria trame’

Giovedì 10 dicembre
alla Libreria Trame in via Goito 3/C

AIAB Emilia Romagna e la Libreria Trame
ti invitano a festeggiare il
Terra Madre Day di Slow Food
con la proiezione del film Super Size Me
diretto ed interpretato da Morgan Spurlock

dalle
19,30 per gli assaggi biologici

20,15 per la proiezione del film

La pellicola segue un esperimento portato avanti dal regista: per un mese (30 giorni) ha mangiato solamente cibo della nota catena mondiale di fast food McDonald’s, tre volte al giorno, ogni giorno – interrompendo contemporaneamente ogni attività fisica – e documentando tutti i cambiamenti fisici e psicologici avvenuti.
Non preoccupatevi però, il film sara preceduto da un buffet di assaggi di prodotti biologici, nello spirito di AIAB che da sempre si occupa di produzioni biologiche, sane e rispettose dell’ambiente, nel rispetto della fertilità della terra, della qualità delle acque e degli ecosistemi per proporvi cibi sani e di qualità.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30
info@libreriatrame.com
http://www.libreriatrame.com

Read Full Post »

Venerdì 4 dicembre 2009
la libreria Trame in via Goito 3/C
a Bologna
compie quattro anni e un giorno.

A partire dalle 18 fino alle 22
avremo l’inaugurazione di una mostra fotografica i cui proventi andranno in beneficenza
e
avremo un Disc Jockey a nostra disposizione per la tradizionale festa danzante…

Cosa possiamo raccontarvi di questi quattro anni?
Energie ed entusiasmo non mancano, stiamo conoscendo meglio, e collaborando con, varie realtà cittadine, il Progetto Scuola cresce nonostante una crudele riforma che sta incidendo sul tempo lavoro delle insegnanti e degli insegnanti dei nostri figli e figlie, presentazioni e mostre si susseguono, la macchina del caffè continua a sfornare superciok e altre squisitezze.

Nel nostro settore commerciale sono accadute molte cose in questo periodo tanto in città quanto nel paese.
Grandi librerie aperte e chiuse, piccole librerie spesso in franchising più o meno dichiarato, grandi e nuove catene sul mercato, l’aggressiva caccia da parte dei grandi gruppi editoriali alla promozione del libro (ma solo “certi” titoli) presso la grande distribuzione (anche non specializzata), scelta che sta perfino incidendo sul prezzo di copertina dei libri per recuperare l’apparente sconto offerto al pubblico.

Cose che rendono antieconomico, forse velleitario, il nostro permanere sul mercato.
La libera circolazione delle idee e della cultura è fortemente messa in discussione dall’assenza di leggi specifiche, dal protrarsi di una situazione in cui i mezzi a disposizione dei più forti schiacciano le possibilità delle realtà più piccole.

In Francia e Germania le librerie come la nostra reggono sul mercato anche in virtù di leggi specifiche.

Se pensate che il libro possa meritare una legislazione diversa da quella di un tubetto di dentifricio o di una scatoletta di tonno, potete firmare presso la nostra libreria per la campagna promossa dall’Associazione Librai Italiani che richiede una legge sul libro.
L’occasione può essere quel pomeriggio/sera del 4 dicembre durante un brindisi a Trame.

Intanto però continuiamo a svolazzare, alte, basse a volte sbilenche, come nell’aforisma sul calabrone che si sente citare ogni tanto…

Anna, Nicoletta e Orsola.

Per festeggiare con noi
vi invitiamo alla mostra fotografica
“Viaggio alla metà della terra. Un passaggio in Ecuador.”
che sarà inaugurata presso in libreria
venerdì 4 dicembre alle 18.

La mostra raccoglie la documentazione fotografica dell’esperienza compiuta da due giovani reporters, Alice Caramella e Marco Billeci, nei primi mesi del 2009 a Colinas del Norte, barrio marginale nell’area nord-ovest di Quito in Ecuador.
Le foto raccontano le storie, le persone, i luoghi incontrati durante il viaggio in uno dei Paesi più affascinanti dell’America Latina.
Il ricavato della vendita delle fotografie sarà interamente devoluto all’Associación Solidariedad y Acción (ASA) di Quito.
Nei giorni della mostra saranno inoltre venduti al prezzo di 3 euro dei presepi in tagua (avorio vegetale) realizzati da artigiani ecuadoriani per conto della Fundación Otonga.  L’intero ricavato della vendita sarà destinato alla fondazione.

Marco Billeci è laureato in Scienze della Comunicazione all’Università di Bologna. Frequenta il Master in Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. É giornalista pubblicista.
Alice Caramella è laureata in Filosofia all’Università di Pisa. Frequenta il corso di Laurea Specialistica in Metodologie Filosofiche dell’Università di Genova.

A seguire
dalle 19 alle 22
Enzo “polaroid”, blogger e DJ a Città del capo Popolare Network
ci accompagnerà con una scaletta musicale di pop e rock indipendente, piccole etichette per piccole librerie.

Enzo Baruffaldi in arte “polaroid”, vive a Bologna, ha iniziato la trasmissione “Polaroid” su Radio Città 103 nel 2001 con Laura Govoni, Il titolo è un omaggio tanto a “Memoria Polaroid” di Douglas Coupland, quanto alle “ink polaroids” dei Belle & Sebastian.
Con l’intenzione di affiancare un sito internet alla trasmissione
apre un blog (polaroid.blogspot.com).
Dal 2004 la trasmissione è migrata sulle frequenze di Radio Città del Capo. Nel frattempo collabora con testate musicali come Rolling Stone, Vitaminic, Losing Today e Rumore.
Per nostra fortuna ogni tanto fa il dj, suonando indierock e indiepop, anche se il più delle volte, quelle canzoni, vorrebbe essere giù in pista a ballarle.

Domenica 6 dicembre dalle 10 alle 13
Trame in trasferta col CNA
occuperà temporaneamente Palazzo Re Enzo in Piazza Re Enzo
con una doppia presentazione:

alle 11 Gianluca Morozzi
presenta
“Il rosso e il blu” (edizioni Castelvecchi).
Ne parlerà con con Luca Bottura, giornalista sportivo e autore televisivo.

Il Bologna Calcio visto dal “più grande tifoso mai esistito” (così dice l’autore di se stesso…).

Alle 12
Margherita Bianchini
presenta
“101 cose da fare a Bologna almeno una volta nella vita” (edizioni Newton Compton)
Ne parlerà con Gianluca Morozzi, eclettico autore.

La nostra città raccontata nei minimi particolari, da quelli tradizionali a quelli più alternativi, da una voce nuova e partecipe.

ORARI DECEMBRINI DI TRAME

dal lunedì al venerdì 9-19,30
i sabati dalle 11 alle 19,30

domenica 6 dicembre a Palazzo Re Enzo dalle 10,30 alle 13
in via Goito 3/c dalle 15 alle 19,30

martedì 8 dicembre dalle 11 alle 19,30

domenica 13 dicembre dalle 11 alle 19,30

domenica 20 dicembre dalle 11 alle 19,30

giovedì 24 dicembre dalle 9 alle 19

La libreria resterà chiusa il 25, 26 e 27 dicembre.

Riaprirà lunedì 28 con orari regolari salvo chiudere giovedì 31 alle 17,30.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30
info@libreriatrame.com
http://www.libreriatrame.com

Read Full Post »

Venerdì 16 ottobre alle 18
alla libreria Trame
in via Goito 3/c a Bologna

Paolo Alberti e il suo libro “Sei caffè”
Francesco Locane e il suo libro “La guerra in cucina”
entrambi pubblicati dall’editore Eumeswil.

Con loro a parlarne Gianluca Morozzi, il curatore della collana “I libri di Belasco”, che, come un padre orgoglioso, è lieto di presentare due figli nuovi, sani e belli.

Venite a conoscere due voci nuovissime della letteratura italiana: i racconti sobri, perfetti, brillanti di Francesco Locane, autore de “La guerra in cucina”,
e la storia un po’ agrodolce e un po’ noir di Paolo Alberti col suo “Sei caffè”.
Se siete convinti che la narrativa del nostro paese non produca più nulla di buono dai tempi di Moravia, ecco l’ennesima occasione per ricredervi.

Paolo Alberti è nato nel 1971, a Bologna, dove vive e lavora nel mondo del turismo.
Ha pubblicato “Le Avventure di Zio Savoldi” (in collaborazione con Gianluca Morozzi, edizioni Fernandel, 2006) e il romanzo “Sei Caffè” (Eumeswil, 2009), oltre ad alcuni racconti per antologie (“Suicidi Falliti per motivi ridicoli”, Coniglio editore, 2006; “Fobieril-Soluzione Maniazina”, Jar edizioni, 2009) e siti web.
Ha collaborato al libro “Bologna, un secolo d’amore” (Gianni Marchesini editore 2009).
E’ uno dei redattori del blog “Il tavolo di Wolf” (http://iltavolodiwolf.blogspot.com/) e ha un proprio spazio personale su http://www.myspace.com/paoloalberti e su Facebook.

Il romanzo “Sei Caffè” viaggia costantemente tra le vicende di un granitico gruppo di amici e il noir: un maniaco che non si vede, che non ha un volto, ma che dimostra di conoscere tutto di loro, di saperli seguire ovunque, di intercettare i loro spostamenti, di essere informato sulle loro abitudini.
Il libro si svolge nell’arco di un fine settimana scandito dalle bevute di sei inesorabili caffè.

Francesco Locane è nato a Gorizia nel 1978 e vive a Bologna dal 1996.
Di pomeriggio tiene un programma musicale su Città del Capo Radio metropolitana, emittente per la quale tratta anche di cinema con la trasmissione Seconda Visione.
Di mattina lavora nell’editoria, inoltre si occupa di insegnamento di tecniche di scrittura narrativa per il cinema, la radio e il teatro.
Ha pubblicato la sua prima raccolta di racconti, “Tempi diversi”, nel 1999.
Da allora i suoi racconti sono usciti in diverse riviste e antologie, pubblicate, tra gli altri, da Fernandel, Mondadori, Il Manifesto Libri, Scuola Sarda Editrice e Manni Editore.
Non ha Facebook, ma ha una pagina su MySpace: http://www.myspace.com/francesco.locane e un blog: http://www.adayinthelife.splinder.com.

“La guerra in cucina” comprende una ventina di racconti, scritti dal 2000 ad oggi, metà dei quali inediti.
Da uno di questi, “Passeranno anche stanotte”, ha tratto una sceneggiatura per il corto omonimo, coprodotto tra Italia e Slovenia, che ha partecipato a numerosi festival cinematografici in Italia e all’estero.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30
info@libreriatrame.com
http://www.libreriatrame.com

Read Full Post »

Eccoci a rinnovare un appuntamento che ci ha già divertito due volte, la moda in libreria…
Questa volta mercoledì 3 giugno a partire dalle 18 “Maglie, Magliette e… Borsette”
Il recupero, il risparmio, il ready-made che Kate, Paola e Daniela propongono con le loro “canotte”, magliette e borse rappresenta ormai una volontà diffusa, non tanto di riscoprire i materiali della natura, ma di avvicinarsi alla natura.
Le tre infatti, affermando di non volere disturbare la natura, ri-assemblano ciò che è già esistente ed è già stato utilizzato.
Alla libreria Trame in via Goito 3/C troverete quindi canottiere e magliette pronte per essere indossate e borse da sfoggiare nei luoghi più impensati.

Ricordiamo anche l’ultimo appuntamento di vacanze da Trame, per venerdì 29 maggio, quando alle 18 suoneranno le SIGNORINE TAYTITUC, con il loro punk acustico melodrammatico.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200

Iscr. alb. soc. coop. A 162756
telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30

Read Full Post »

Libreria Trame e Circolo ARCI Macondo
presentano
presso il Macondo in via del Pratello 22/C
OSCILLAZIONI

Sfoghi d’attore con parole di carta
Viaggio tra le parole dei libri per dare voce al lavoro dell’attore,
un’oscillazione tra lucidità e follia, tra regola e creatività, tra realtà e fantasia.
Progetto di Anna Paola Carrino

Domenica 1 marzo h 20
Tutti, tutti dormono sulla collina: Antologia di Spoon River
I personaggi di Edgar Lee Masters, una galleria di anime con i loro rimpianti, errori e false glorie. Una moderna “divina commedia”, dove le voci dei morti ci parlano ancora, disperatamente, della loro vita.
Attori: Anna Paola Carrino e Luca Parma.
Pianoforte: Giovanni Ravaioli

Domenica 22 marzo h 20
Non di solo pane … cibo e letteratura. Al femminile.
Un “assaggio” di brani che raccontano l’esperienza umana più immediata, passando dal mistico Pranzo di Babette di Karen Blixen al molto concreto Afrodita, manuale di ricette afrodisiache di Isabel Allende; sacro e profano si fondono nella penna impareggiabile di due grandi scrittrici.
Attrice: Anna Paola Carrino
Violino: Armando Bazzani

Domenica 19 aprile h 20
Parole in libertà:  il Futurismo!
Nel centenario dell’avanguardia artistica più irriverente e rivoluzionaria dell’arte italiana, una scelta di brani da Marinetti, Farfa, Palazzeschi, ecc. alla scoperta della carica creativa dirompente del Futurismo.
Attrice: Anna Paola Carrino
Fiati: Roberto Serenelli

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30
info@libreriatrame.com
http://www.libreriatrame.com

Read Full Post »

Sabato 31 gennaio 2009, alle ore 17.30
alla Libreria Trame in Via Goito 3/c a Bologna,

un pomeriggio di pagine e immagini dedicate alla bicicletta:

Matteo Pelliti presenta il suo libro VERSI CICLABILI, Orientexpress Editore,
accompagnato dalle fotografie di M. Giulia Berardi, di cui si inaugura la  mostra CICLI D’OMBRA.

Pedalano con l’autore Bibi Bellini (www.ilikebike.org) e Alessandra Berardi, Musa Autoispiratrice.

“La bicicletta, soggetto ideale per fotografia e poesia, oggetto poetico e fotogenico in sé, è il mezzo più adatto per attraversare la vita perché farà sempre scegliere ai tuoi occhi la velocità con la quale osservare il mondo”. (M.P.)

All’incontro seguirà un aperitivo.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30

Read Full Post »

La libreria Trame compie tre anni il 3 dicembre.
Il progetto prosegue, la libreria è sempre più anche luogo d’incontro, aumentano le richieste di ricerche per bibliografie, si collabora con scuole e biblioteche, si cercano libri esauriti con alterne fortune.

La prossima settimana vogliamo riassumere, con una serie di eventi, le varie anime possibili della nostra libreria, lo spazio per le mostre, le presentazioni qui o in trasferta, in stretta collaborazione con varie associazioni, le letture per i più piccoli, le serate con musica, la danza, l’angolo relax.

Proponiamo una staffetta di lettura silenziosa aperta a grandi e piccini, un frammento del vostro tempo per condividere il vostro libro del cuore.
Per prenotarsi uno spazio telefonare a Trame a partire da domenica 30 novembre 051 233333 ogni giorno dalle 13 alle 15 o con email a info@libreriatrame.com chiedendoci magari la disponibilità su una fascia oraria.
Giorni e orari per i “lettori in vetrina”: da venerdì 5 a lunedì 8 dicembre dalle 14 alle 19, anche in compresenza con gli eventi in corso.


Ecco il programma della settimana:

martedì 2 dicembre dalle 18 alle 22
alla libreria Trame in via Goito 3/c la bottega Edizioni limitate di Paola Bitelli e Daniela Cerri ci proporrà la collezione invernale di abiti e accessori.
Sarà possibile acquistare i capi proposti.
“E’ un mondo in cui le idee e i manufatti che da esse generano possono ancora avere il sapore di un’avventura.
Come ai tempi in cui i mercanti medioevali o rinascimentali scommettevano su un carico di prodotti o semplicemente su un’idea, una trovata un po’ originale. E poi via. Da quel momento era un’avventura e chissà come poteva finire.
Chissà come finirà l’avventura di due stiliste artigiane la cui bottega-atelier è nata appena da un anno e i cui risultati saranno messi in mostra al pubblico, per la seconda volta in libreria dopo il fortunato esperimento estivo.
L’idea è bizzarra. Una collezione di vestiti esposta in una libreria: è pur vero d’altronde che anche la moda è un’impresa culturale. Ed è proprio una nuova concezione culturale dell’abito che le due stiliste Paola Bitelli e Daniela Cerri hanno provato ad imprimere nella loro collezione. Una collezione di abiti inventati, concepiti e realizzati al tavolo dell’artista stilista seguendo la filosofia, antica e moderna al tempo stesso, del riciclare, rigenerare e risparmiare. Tre erre capitali. Tutto a grandezza d’uomo, non un abito uguale all’altro, tutte idee cucite addosso ad ogni vestito. Le linee seguite nei disegni riprendono
idee degli anni ’50, ’60 e ’70 rievocando sicuramente alcuni tratti della moda dei figli dei fiori, ma con uno stile rivisitato in chiave più minimalista.”
Massimo Corsini


Mercoledì 3 dicembre alle 18.45
in collaborazione con l’associazione PerWilma presentazione del romanzo breve di Loriano Macchiavelli “Via crudes” (edizioni Perdisa).
L’incontro si terrà presso la biblioteca Renzo Renzi della Cineteca in via Azzo Gardino 65.
Sarà presente, con l’autore, anche Luigi Bernardi, editor della collana Babele suite di Perdisa.
Un pellegrino intraprende un viaggio impossibile alla ricerca di risposte sulla Pietra di Bologna, la città perduta.

Il suo è un itinerario a tappe, ingannevole, misterioso e avventuroso come il cammino verso la conoscenza.
Un romanzo carico di segreti confessati e inconfessabili, di personaggi da incontrare e investigare, di momenti che sembrano fasi ininterrotte dell’immaginazione.
L’indiscusso maestro bolognese del giallo torna con una novella originalissima, oscura e intensa, una storia oltre il tempo: il suo, il nostro, quello dell’umanità tutta.

Venerdì 5 dicembre alle 18
torniamo in libreria con la presentazione-aperitivo in occasione dell’uscita di “Contro il terrorismo dal 1492 donne resistenza e spiritualità nella scrittura aborigena canadese” (edizioni Arcipelago) con l’autrice Mariella Lorusso che ne parlerà con Lance Henson, poeta Cheyenne.
La traduzione consecutiva sarà a cura di Chiara Russo.
La scritta “Combattiamo il terrorismo dal 1492”, “Fighting Terrorism since 1492”, esibita su maglie e poster in qualsiasi occasione di incontro o cerimonia tribale rappresenta una dichiarazione unanime che sintetizza inequivocabilmente la percezione dello stato dei rapporti fra aborigeni e eurocanadesi.

Essere aborigeni nel Canada postcoloniale significa trovarsi ad affrontare una serie di problematiche complesse e spesso contraddittorie.
La colonizzazione europea ha prodotto effetti devastanti sulle culture, sulle lingue e sulle tradizioni dei popoli indigeni.
Il contesto offerto dalla civiltà contemporanea è in forte contrasto con le culture tradizionali e la crisi di identità che ne consegue si concentra principalmente su quale sia la giusta collocazione dei popoli aborigeni in un mondo moderno in mutamento continuo.
Questo libro concentra l’attenzione sulla produzione letteraria femminile e vuole essere un segno di riconoscenza verso coloro che continuano a pagare il prezzo più alto della colonizzazione, un modo per riconoscere loro autorità e riconcettualizzare il ruolo “ai margini del margine” delle donne aborigene in generale, e, in particolare, delle comunità okanagan, a cui appartiene Jeannette Armstrong, e ojibwa, a cui appartengono Ruby Slipperjack e Kateri Akiwenzie-Damm.
Lance Henson, cheyenne, è uno tra i poeti più rappresentativi della letteratura nativa americana, la sua opera è stata tradotta in più di venti lingue e da molti anni Mariella Lorusso traduce la sua poesia in italiano.



Sabato 6 dicembre alle 11
in libreria la lettura dal Giornalino di Gianburrasca di Vamba da parte di Anna Paola Carrino.
Compie un secolo il Giornalino di Gian Burrasca, un monello doc, allegramente ribelle alle regole degli adulti, accorato difensore della verità, architetto di scherzi feroci e di eroiche azioni umanitarie, con un cuore grande che procura più guai che onori…

Cento anni del diario nato dal genio di Vamba (direttore del Giornalino della Domenica che ospitò le migliori firme di illustratori per ragazzi), libro che è anche il diario della prima Italia unita, dove un ragazzino smaschera l’opportunista rovinandogli la carriera politica…
Buon compleanno Gian Burrasca, eroe della più sacrosanta delle rivoluzioni: quella contro la mensa del collegio!
Tanti auguri, Giannino Stoppani, e viva la Pappa col Pomodoro!



Sabato 6 dicembre apertura serale per il nostro terzo compleanno dalle 21 alle 24:
inaugurazione della mostra Maleimpostate, selezione di cartoline di dubbio gusto dai ‘50 agli ‘80 dalla collezione di Checco “Ted Nylon” Garbari.

La colonna sonora della serata sarà adeguata…
“La mostra nasce dalla voglia di far vedere una collezione nata per scherzo negli anni ’80 attraverso l’acquisto da rigattieri o tabaccai delle peggiori cartoline trovabili. La caccia si era estesa anche tra gli amici invitati a spedirmi le cartoline più orripilanti che reperivano. Il Kitsch, il trash, il banale, lo scontato, il luogo comune, il classico sono tutti termini accumulabili e sovrapponibili in queste immagini che tutti quelli che hanno almeno 40 anni hanno visto o spedito almeno una volta. Spesso la distorsione visiva va talmente oltre che diventa imperscrutabile, inspiegabile ed il disgustosamente brutto diventa quasi disgustosamente “bello” in un’accozzaglia di modelli di stile, modi di vita, di status, di luoghi, di mode”.
Francesco Garbari


Domenica 7 dicembre alle 17
in libreria
Sesto Acuto Danza – Compagnia Danza Contemporanea presenterà
“Cammina Teneramente” dalla poesia “Le vesti del Paradiso” di W.B Yeats
Coreografia di Sonja Lasagna, danza di Agave Barone, musica di Brian Eno e Michael Galasso




Domenica 30 novembre, il 7, il 14, il 21 dicembre e lunedì 8 dicembre l’orario di Trame sarà dalle 11 alle 19.30.
Gli altri giorni come sempre dalle 9 alle 19.30, tranne mercoledì 24 dicembre in cui la chiusura sarà anticipata alle 19.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30

Read Full Post »

Venerdì 7 novembre alle 18,30 alla libreria Trame in via Goito 3/c

Manuela Candini
Manuela Marchesan
Paola Sapori
Vi invitano alla presentazione delle nuove collane e dei nuovi lavori de
Le MagnificheEditrici
Le opere saranno in mostra fino al 4 dicembre
dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.30
sabato dalle 11.00 alle 19.30

Quando i quadri si sfogliano…
Tre artiste Manuela Candini, Manuela Marchesan, Paola Sapori con un fine comune: creare libri oggetto, libri che si possono appendere al muro come quadri.

Un progetto che ben si adatta alle nostre pareti.


Sabato 8 novembre alle 17,30 in libreria
Valerio Varesi presenta “Una storia d’annata” (edizioni Zona) di Loredana Squeri.

Sarà presente l’autrice

“Una storia d’annata” è una raccolta di sei racconti ricchi di suspence e ironia pubblicata dalla casa editrice Zona. L’autrice Loredana Squeri, nata in provincia di Parma, nelle sue pagine ama contaminare i generi tradizionali, mescolando giallo e comico, come già nel romanzo d’esordio (La volpe e la luna, Editrice Zona, 2000). Cresciuta alla Scuola Bolognese del Giallo nei ruggenti anni ’90, ha ottenuto il primo riconoscimento al Mystfest con il racconto che dà il titolo alla raccolta. In questi racconti, godibili per trama e stile, il lettore troverà riferimenti alla cultura classica e a quella Pop, alle Cosmicomiche di Calvino come alle canzoni di Elio e le Storie Tese, in un susseguirsi di registri diversi voluto e giocato dall’autrice. Un racconto della Squeri, Beata innocenza, è presente nella nuovissima antologia Crimini di Regime a cura di D. Cambiaso e A. Marenzana (Laurum Editore), ambientata nel Ventennio.

Martedì 11 novembre alle 18 in libreria
presentazione del libro “Malinverno” (edizioni Zandegù) di Fabio Lubrano.

Ne parlerà con l’autore Licia Navarrini, attrice e regista.

“Sarebbe molto più semplice se la donna della mia vita fosse legata a me con un nastrino colorato, pensò Gianni, dovrei solo riavvolgerlo, con pazienza e tenacia, ma solo riavvolgerlo, giorno dopo giorno, mese dopo mese, magari anno dopo anno, però sicuramente finirei per ritrovarmela davanti agli occhi.”

Malinverno di Fabio Lubrano è la storia di Gianni. E’ quasi Natale, fa freddo, potrebbe nevicare, l’amico Veleno gli consiglia di buttarsi con le donne, ma Gianni è irrimediabilmente timido, romantico e sognatore.
Un giorno, però, incontra Venere e decide di dare alla sua vita un’altra possibilità.
Una favola moderna, per adulti che hanno ancora voglia di emozionarsi e sperare.
Con una post-fazione di Matteo B.Bianchi.



TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30

Read Full Post »

Vi invitiamo venerdì 10 ottobre alle ore 18 alla libreria Trame in via Goito 3/c per la presentazione del libro

L’assaggiatrice di Giuseppina Torregrossa (Iride Edizioni, gruppo Rubettino)

L’autrice ne parlerà con Maria Grazia Negrini, e l’attrice Alessandra Carloni leggerà brani tratti dal libro.

All’incontro seguirà un aperitivo.

Gaetano, il marito, sparisce all’improvviso. Anciluzza, la moglie resta a Tummìna con due picciriddre a carico. Da matura casalinga laureata, Anciluzza si fa commerciante suo malgrado, e per guadagnarsi la vita apre una putìa di prodotti tipici siciliani. Nel retrobottega la donna cuoce zuppa di pesce, impasta cascatelle di ricotta, addensa biancomangiare alle mandorle, frigge melanzane per la caponata, conza cubetti di zucca in agrodolce, e ama. Senza risparmio. La putìa di Anciluzza accoglie corpi e li sfama, in ogni senso. Così, davanti e dietro al suo bancone, l’appassionata commerciante troverà il gusto dell’amore gioioso e fugace, e quello della carne morbida e felice di sé. L’Assaggiatrice è un racconto goloso e lieve, dolce di fichi e fresco di menta.

Giuseppina Torregrossa nasce a Palermo nel 1956. Vive prevalentemente a Roma, dove svolge l’attività di ginecologa, in strutture pubbliche come la II Clinica Ostetrica della Facoltà di
medicina all’università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Svolge attività di consulente ginecologo presso varie istituzioni pubbliche della città di Roma. Svolge il suo lavoro di volontariato presso numerose associazioni romane che si occupano delle donne operate al seno.
Collabora a diverse testate giornalistiche.
Bibliografia:
“Vagina” spettacolo teatrale per la prevenzione del cancro del colo dell’utero.
Racconti:
“Maria Consolazione”, “Agosto, l’idraulico che non arriva, la mamma è sola…” “Hamman” “Salvatore” “Santina” “Nervi”.
“L’assaggiatrice” (Ediz. Iride – Rubettino, 2007) è il suo primo romanzo
Alessandra Carloni nasce a Bologna nel 1976 dove vive. Attrice, doppiatrice e speaker. E’ stata interprete di vari spettacoli che vanno dalla commedia classica al teatro contemporaneo, oltre ad aver recitato in produzioni cinematografiche (“Il germe del melograno” di S. Strocchi, 2007). Collabora con diverse realtà bolognesi e non (tra queste Teatri di Vita, Ten
Teatro, Gruppo di Lettura S. Vitale, Teatro-Due-Parma). Come speaqker e doppiatrice ha lavorato per il cinema (tra gli altri Pupi Avati) e la televisione. Ha fondato Centomondi con cui si occupa di produzioni audio in qualità di di speaker, organizzatrice, consulente e direttrice di registrazione. Dal 2007 collabora con musicisti ( il pianista e compositore Maurizio Deoriti e il contrabassista Massimo De Stephanis) per l’allestimento di letture e spettacoli teatrali.

TRAME società cooperativa
via Goito, 3/c  40126 Bologna
PI e CF 02571921200
Iscr. alb. soc. coop. A 162756

telefono e fax 051 233333
lun – ven 9.00/19.30  sab 11.00/19.30

Read Full Post »

mercoledì 1 ottobre alle 18 inaugurazione della mostra fotografica

L’altra parte del mondo

di Virginia Farina

Sarà presente Francisca Rojas, poetessa cilena, che leggerà alcuni testi.

“In ogni partenza un mondo si spezza in due parti. Come un pane. Come un iceberg diviso dalle onde del mare. Da una parte sta chi va via, verso un mondo nuovo, dall’altra chi resta, in un mondo solo apparentemente uguale a sé stesso.

Chi chiamiamo straniero è parte di un mondo che possiamo vedere solo per metà, anche se ora, con superficialità, crediamo di poterlo identificare in un’impronta. Ma nessuna identità è questione d’un solo individuo, è piuttosto una costellazione, una rete di relazioni che il viaggio dilata, ma non cancella.

L’altra parte del mondo è quella che non vediamo, ma che sta dietro e dentro ogni migrante. È quella che lascia traccia di sé impressionandosi in un’immagine da mettere in valigia o dentro un portafogli, come se nella memoria di una fotografia potesse ancora persistere intatto ciò che il tempo ha separato.

Le fotografie riprese in queste immagini sono quelle che accompagnano il viaggio di persone di nazionalità diversa, arrivate in Italia per lavoro, per studio, per amore.

Tutti loro frequentano un corso d’italiano per stranieri. E’ lì che li ho conosciuti. Ho chiesto loro di portarmi la fotografia più preziosa e di scrivermi, in questa lingua così nuova e acerba, cosa li lega a quell’immagine.

Un frammento della loro storia, un pensiero, qualche parola appena, per fare da ponte tra noi e l’altra parte del mondo”.

Virginia Farina è nata a Oristano nel 1978, vive e lavora a Bologna.

Si occupa di fotografia e poesia, lavorando sia nella produzione che nella didattica. Ha realizzato diverse opere sul tema della migrazione, intendendo l’arte come strumento di azione e riflessione interiore e, al tempo stesso, profondamente sociale.

Seguirà un aperitivo.

POST SCRIPTUM

Trame fa una pausa, la libreria sarà chiusa sabato 4 ottobre.

Ci si rivede lunedì 6 ottobre.

TRAME società cooperativa

via Goito, 3/c 40126 Bologna

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »