Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘libri filosofia’

 

Tra le opere di saggistica pubblicate di recente, spicca questo libro dedicato alla figura del FILOSOFO:

 

JUSTIN E.H.SMITH, IL FILOSOFO

Una storia in sei figure, Einaudi

 

Tradotto da Chiara Melloni

 

egli ultimi 2500 anni i filosofi hanno di volta in volta incarnato il ruolo del Saggio, del Curioso, dell’Asceta, del Polemico, del Mandarino e del Cortigiano. A cosa somiglierebbe dunque la storia della filosofia se fosse raccontata non come una storia di idee, bensí descrivendo tutte queste trasformazioni della figura del filosofo? Sarebbe certo qualcosa di molto diverso da quello che siamo abituati a pensare. In questo saggio arguto e stimolante, Justin Smith ridefinisce cos’è, e cosa non è, la filosofia, muovendosi liberamente tra Oriente e Occidente, dall’Europa di Aristotele, Leibniz e Nietzsche all’Arabia di al-Sidyaq, l’India di Siromani o l’America della tribú Mohawk.

 

Justin Smith individua sei personaggi tipo che hanno svolto il ruolo del filosofo in società molto diverse di tutto il mondo nel corso dei millenni: il Curioso, il Saggio, il Polemico, l’Asceta, il Mandarino, il Cortigiano. Il risultato è allo stesso tempo un’introduzione non convenzionale alla storia della filosofia e un’esplorazione originale di ciò che la filosofia è stata, e forse potrebbe diventare nuovamente. Attraverso casi di studi storici, inserti autobiografici e divagazioni paranarrative, l’autore individua e analizza aspetti del lavoro filosofico dimenticati o trascurati, per dimostrare quanto la filosofia sia un’attività universale, molto piú ampia e inclusiva, di quanto in genere oggi si pensi.

 

«Il filosofo di Justin Smith è un saggio sapiente, incisivo, scritto benissimo e spesso spassoso; una disamina indomita ed entusiasmante delle ambizioni dei filosofi di capire la vita, condotta da cosí tanti punti di vista che nemmeno Nietzsche avrebbe osato. Smith è sempre piacevole e intelligente, che prenda in esame sia il Leibniz studioso di teologia cinese, sia Laurence Sterne, T. S. Eliot o J. M. Coetzee. Se vi piace la filosofia, questo libro vi farà felici».

Clancy Martin

Read Full Post »

e se, prima di commentare all’impazzata le cose su Fb, si pensasse un po’ di più, si cercasse di scegliere il giusto modo per argomentare le proprie convinzioni? sarebbe così terribile? Questo libro svela il segreto:
 
 
 
TIMOTHY WILLIAMSON,
Io ho ragione tu hai torto,
Dialogo filosofico, Il Mulino
 
Quattro compagni di treno occasionali parlano di stregoneria e scienza, della verità, della differenza tra credere, sapere ed essere certi di qualcosa, dei valori morali e del loro ruolo nelle nostre decisioni, e di molte altre cose. Soprattutto – è questo il filo dell’intero dialogo – parlano del relativismo, di cui uno di loro, Zac, è un convinto difensore. Secondo Zac, in caso di dissenso («io ho ragione, tu sbagli») è sempre questione di punti di vista: ciascuno dei contendenti può aver ragione dal proprio punto di vista. Se il relativismo uscirà malconcio dalla discussione, persino nei casi in cui sembrerebbe a prima vista del tutto plausibile, quella che emerge con forza è l’utilità della filosofia nella vita delle persone.
 
Timothy Williamson insegna Logica alla Facoltà di Filosofia dell’Università di Oxford. Fra i suoi libri ricordiamo «Knowledge and Its Limits» (2000), «The Philosophy of Philosophy» (2007), «Identity and Discrimination» (nuova ed. 2013) e «Modal Logic as Metaphysics» (2013)

Read Full Post »