Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘libri per ragazzi e adulti’

 

Le acque del delta del Paranà, il suggestivo mondo che vi ruota attorno, tre adolescenti, nuovi sentimenti che nascono, le amicizie e i primi amori, la scoperta e la decifrazione del mondo. Poi, anni dopo, per l’Argentina e per i protagonista sarà il tempo della fine dell’innocenza, quando il Paese cadrà nel baratro drammatico della dittatura, e i loro destini si incroceranno nuovamente. Un sorprendente romanzo per lettori di tutte le età, ragazzi dai 13\14 anni in su, ma anche per tutti gli altri amanti della buona letteratura:

Ines Garland, Carta forbice sasso, Feltrinelli

 

 

 

Alma ha quindici anni, vive a Buenos Aires e passa tutte le vacanze in un luogo meraviglioso: un’isola del delta del Paraná. Lì ha conosciuto Carmen e suo fratello Marito, che vivono con la nonna una vita semplice e selvaggia. Anche se molto diversi tra loro, Alma, Carmen e Marito condividono tutto: giochi, confidenze, turbamenti; con Carmen è amicizia profonda, con Marito è amore. I ragazzi crescono insieme ma, a un certo punto, le vite dei tre prendono strade diverse per poi ricongiungersi drammaticamente negli anni della dittatura. La paura e i desaparecidos, in una Buenos Aires attraversata dal terrore, prendono il posto del magico mondo dell’isola.

Ovunque portino le strade di Alma, Carmen e Marito, l’importante è testimoniare e trasmettere le esperienze vissute.

 

Sullo sfondo della dittatura argentina, un romanzo di crescita, impegno e amore. Vincitore del Deutscher Jugendliteraturpreis, il più importante premio tedesco di letteratura per ragazzi.
Tradotto da Luisa Cortese

 

Inés Garland è una conosciuta scrittrice Argentina, finalista al concorso Planeta. Carta Forbice Sasso (Feltrinelli, 2015) è stato pubblicato in molti paesi.

 

 

 

 

Read Full Post »

Sapevamo di poter contare sulla bravura di David Almond, capace di scrivere storie magnifiche come Skellig ( o l’altrettanto fantastico Contare le stelle, in attesa di nuova edizione dopo quella di Mondadori), ma questo suo ultimo libro supera anche le nostre ottimistiche aspettative. E’ un libro molto ambizioso, destinato al pubblico dei ragazzi dai 14\15 anni in su (concorre per l’Andersen), ma di certo adatto anche a chi ne ha molti di più (nel mondo di lingua inglese è stato pubblicato in due diverse edizioni, per ragazzi e per grandi).

Si celano tante cose dietro la facciata di Billy, questo ragazzino definito “mostro” dal padre,che riversa direttamente su di lui i suoi sensi di colpa, la difficoltà a capire la sua realtà: è figlio di un peccato, tra un predicatore e una parrucchiera, per questo costretto ad essere segregato in una squallida casa mentre fuori accade qualcosa di terribile all’umanità.
Un padre però anche capace di amare a modo suo, in modo imperfetto, certo, ma corrisposto da Billy.
Ogni pagina, ogni capitolo è una sorpresa sull’educazione alla vita di Billy, i rapporti con i genitori, la scoperta del mondo e delle altre persone, dei suoi sentimenti; tante tappesulla sua strada per la comprensione di un universo che non ha mai visto: il lettore ne sarà stupito.

Un libro difficile per l’autore, che ha riportato sulla pagina il suo rapporto con la religione, e che ha voluto rendere il linguaggio di Billy nella sua maniera particolare: sottratto al mondo esterno, riporta le parole come le sente pronunciare, uno “stile” che può risultare difficile da decifrare nelle prime pagine, per poi diventare più fluido, anche con “l’evoluzione” del ragazzo:nella seconda parte, potrà finalmente incontrare l’esterno, e aprirsi a nuova vita. (complimenti al traduttore, per essere venuto a capo di tale impresa!)

English: Photograph of author, David Almond

English: Photograph of author, David Almond (Photo credit: Wikipedia)

La vera storia del mostro Billy Dean
  David Almond, Salani
Traduttore, G.Calza
Billy Dean, figlio di un amore proibito, amato in modo singolare, vive per molti anni chiuso in una camera murata, protetto e tenuto segreto a tutti. Quando finalmente potrà uscire si ritrova sopraffatto da una realtà che non capisce, violenta e terribile. Poi, grazie all’aiuto delle persone che lo amano, scopre di avere un dono speciale, che però si trasformerà in una nuova forma di prigionia… La storia magnetica e assoluta di una rinascita minacciata dalla indescrivibile violenza del mondo. Una storia in prima persona che vibra della forza dirompente delle parole, perché per raccontarla Billy Dean usa la sola lingua che ha imparato a conoscere. “Il primo libro di David Almond per lettori maturi non è solo drammatico ed emotivamente ricco di suspense, ma anche disegnato vividamente, come ci si potrebbe aspettare da un maestro narratore. È denso di momenti toccanti e scene comiche e solleva inquietanti interrogativi su ciò che accade all’innocenza in un mondo dove tutti vogliono qualcosa.” (The Guardian)

Enhanced by Zemanta

Read Full Post »

I luoghi e il clima che si respira nel nuovo libro di David Almond sono quelli tipici delle sue opere precedenti: il classico paesino inglese degli anni sessanta, con le sue casette, gli immancabili bulli, la famiglia, i personaggi singolari,  gli amici e una fantastica descrizione dell’uscita con la prima fidanzatina, fino all’incontro con qualcosa che turba l’equilibrio, l’arrivo di un ragazzino che prende alloggio presso una zia, dopo una serie di disgrazie familiari. Dopo una iniziale diffidenza, David, il protagonista, diventerà amico con lui, appena in tempo per scoprire che la sua abilità artistica va molto al di là delle normali capacità umane.
Un altro libro potente e lirico, quasi speculare sotto certi aspetti rispetto a Skellig, in cui l’incontro era con una creatura molto più angelica, e il  finale decisamente più positivo: in questo caso,come dice Philiph Ardagh commentando questo teso, “il male è ancora là fuori”. Un altro tassello che va ad aggiungersi all’opera di un grande scrittore, quanto mai unitaria!

David Almond, Argilla, Salani

Nella piccola cittadina di Felling è arrivato un ragazzo nuovo: Stephen Rose. Ha una pelle lucida, uno sguardo ossessivo, ipnotico, e un odore nauseante. Non ha genitori. Non ha amici. Sul suo conto girano molte voci e pettegolezzi, ma una cosa è certa: c’è qualcosa di magico nelle strane creature che Stephen modella con la creta.
I due chierichetti Davie e Geordie dovrebbero stargli alla larga? Oppure diventare suoi amici? Forse Stephen potrebbe diventare un alleato nell’aspra lotta contro quel mostro di Mouldy e la sua banda…

I GIUDIZI

“Argilla è un romanzo tenebroso, che suscita riflessioni. Questa volta, però, non ha un grazioso finale con redenzione. Il male è ancora là fuori.”
The Guardian

“Divertente, misterioso, commovente, pauroso, costruito in modo impeccabile e capace di suscitare forti emozioni… un libro che anche gli adulti dovrebbero prendere in considerazione.”
The Sunday Times

UN BRANO

“«Secondo te, è un tipo da spavento?»
«Boh! È solo un ragazzino, come noi».
«Come noi? Alla faccia. Ulula nel capanno, prende grumi di terra da quel cavolo di cimitero…»
«Argilla».
«Insomma, quello che è. Vive con Mary la Matta. La madre è fuori di testa, il padre è morto, il nonno è un pazzoide».
«Messa così, forse sì, è un tipo che fa paura».
«Pensi anche tu quello che penso io?» mi chiese.
«Boh!»
«Be, dovresti» disse. «Stephen Rose potrebbe essere proprio la persona che fa al caso nostro».
Conficcò violentemente lo stecco a terra.
«Dai, su» aggiunse. «Andiamo a bussare alla porta della Matta».”

L’AUTORE

David Almond è uno dei più grandi scrittori inglesi e un autore bestseller in tutto il mondo. È nato nel 1951 a Newcastle e vive nel Northumberland con la sua famiglia. Skellig, il suo primo romanzo, ha vinto tutti i più importanti premi internazionali, fra cui la Carnegie Medal Award e il Whitbread Children’s Award.

Read Full Post »