Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘LIBRI PER RAGAZZI PREMIATI’

Vincitore dell’ ARTS AND HUMANITIES PRIZE EBCC8 Vienna

Il premio “European Breast Cancer Arts and Humanities Award Arts and Humanities è stato conferito al progetto ‘Cantieri di Pensieri-Laboratorio delle Idee’. Questo progetto ha portato alla pubblicazione del libro “L’anno del Girasole Pallido”, di Silvia Roncaglia e Cristiana Cerretti.

L’idea del libro nasce da sei donne cui è stato diagnosticato un cancro al seno, tutte madri di bambini piccoli. La malattia le ha portate faccia a faccia con esperienze difficili da affrontare, neppure semplici da spiegare alle giovani menti, che possono arrivare ad estreme conseguenze e comunque colpire in maniera pesante anche il futuro dei figli.

Con delicatezza ma anche con precisione riguardo al percorso della malattia,le due autrici hanno saputo dare vita ad un testo emozionante.

L’anno del girasole pallido,
Silvia Roncaglia –
Cristiana Cerretti, Lapis

Livia ha 9 anni, Mattia quasi 6 e nessuno dei due sa ancora come affrontare i momenti difficili della vita. Ma quando la mamma ha bisogno di loro, i bambini diventano i più forti di tutti!

“… C’è il tempo della semina e del raccolto,
dell’estate e dell’inverno, del fiore che sboccia
e della talpa che gli mangia le radici.
C’è posto anche per un girasole diverso e pallido.
E c’è il tempo della malattia e quello della salute”.

Il punto di vista di due bambini sul tumore al seno della mamma e la graduale presa di coscienza di un male per loro sconosciuto, ben più grave della ‘supertosse’ e ‘del morbillo che fa i puntini’. Un albo pieno di coraggio e speranza che racconta con sincerità e rispetto un dolore grandissimo, che fa vacillare ogni certezza ma dal quale si può anche guarire.

Nato dal progetto “Cantiere di Pensieri” del Gruppo Giovani Pazienti di Europa Donna della Svizzera Italiana.

http://www.edizionilapis.it/it/libro.php?id=273

Read Full Post »

Peter Sis per l’illustrazione (ricordate Il muro?) e Maria Teresa Andruetto(in italiano è disponibile solo Velature, Ets e compare nella raccolta Poetesse d’Argentina ) per i testi sono i vincitori dell’edizione 2012 dell’Hans Christian Andersen Award, praticamente il premio Nobel per quanto riguarda la letteratura per ragazzi. Complimenti ai vincitori, e a chi era in finale (anche Bianca Pitzorno!)

Hans Christian Andersen Award Русский: Золотая...

Hans Christian Andersen Award Русский: Золотая медаль к премии имени Ганса Христиана Андерсена. (Photo credit: Wikipedia)

ecco il comunicato stampa emesso ieri dall’Ibby:

http://www.ibby.org/index.php?id=257

19 March 2012

PRESS RELEASE

IBBY Announces the Winners of the
2012 Hans Christian Andersen Award

The Hans Christian Andersen Award Jury of the international Board on Books for Young People (IBBY) announces that María Teresa Andruetto from Argentina is the winner of the 2012 Hans Christian Andersen Author Award and Peter Sís from the Czech Republic is the winner of the 2012 Hans Christian Andersen Illustrator Award.
The Andersen medals and diplomas will be presented to the winners at the international IBBY congress in London, United Kingdom on Saturday, 25 August 2012.
The Hans Christian Andersen Award, considered the most prestigious in international children’s literature, is given biennially by the International Board on Books for Young People to a living author and illustrator whose complete works are judged to have made lasting contributions to children’s literature.
In awarding the 2012 Hans Christian Andersen Medal for writing to María Teresa Andruetto the Jury recognises her mastery in writing important and original works that are strongly focussed on aesthetics.  She creates sensitive books, which are deep and poetic with a clear literary base.  Her books relate to a great variety of topics, such as migration, inner worlds, injustice, love, poverty, violence or political affairs.
Andruetto was selected from 27 authors nominated for the Award. The four finalists are Paul Fleischman (USA), Bart Moeyaert (Belgium), Jean-Claude Mourlevat (France) and Bianca Pitzorno (Italy).
In awarding the 2012 Hans Christian Andersen Medal for illustration to Peter Sís the Jury recognizes his extraordinary originality and deep creative power to relate highly complex stories that can be interpreted on many different levels.  The jury particularly appreciates his use of different design and artistic techniques, as well as his innovative approach using a subtle balance to depict well-documented and historical events and fantastic elements.
Sís was selected from 30 illustrators nominated for the Award. The four finalists are Mohammad Ali Baniasadi (Iran), John Burningham (UK), Roger Mello (Brazil) and Javier Zabala (Spain)
The other author candidates were Christobel Mattingley (Australia), Monika Pelz (Austria), Bartolomeu Campos de Queirós (Brazil), Tim Wynne-Jones (Canada), Elli Peonidou (Cyprus), Lene Kaaberbøl (Denmark), Sinikka Nopola/Tiina Nopola (Finland), Paul Maar (Germany), Christos Boulotis (Greece), Eoin Colfer (Ireland), Masamoto Nasu (Japan), Hwang Sun-mi (Republic of Korea), Tonke Dragt (Netherlands), Bjørn Sortland (Norway), Silvia Kerim (Romania), Ljubivoje Ršumoviċ (Serbia), Tone Pavček (Slovenia), Agustín Fernández Paz (Spain), Lennart Hellsing (Sweden), Franz Hohler (Switzerland), Sevim Ak (Turkey), and Philip Pullman (UK).
The other illustrator candidates were Pablo Bernasconi (Argentina), Bob Graham (Australia), Renate Habinger (Austria), Louis Joos (Belgium), Stéphane Jorisch (Canada), Charlotte Pardi (Denmark), Virpi Talvitie (Finland), Henri Galeron (France), Rotraut Susanne Berner (Germany), Efie Lada (Greece), Francesco Tullio-Altan (Italy), Satoshi Kako (Japan), Hong Seong-Chan (Republic of Korea), Anita Paegle (Latvia), Annemarie van Haeringen (Netherlands), Øyvind Torseter (Norway), Valeria Moldovan (Romania), Gennadij Spirin (Russia), Dobrosav Živkoviċ (Serbia), Alenka Sottler (Slovenia), Anna-Clara Tidholm (Sweden), Kathrin Schärer (Switzerland), Feridun Oral (Turkey), Chris Raschka (USA), and Arnal Ballester (Venezuela).
The ten members of the 2012 Jury, led by Jury President María Jesús Gil from Spain, met in Basel, Switzerland on 10 and 11 March 2012.  The Jury of children’s literature experts comprised Anastasia Arkhipova (Russia), Françoise Ballenger (France), Ernest Bond (USA), Sabine Fuchs (Austria), Ayfer Gürdal Ünal (Turkey), Jan Hansson (Sweden), Eva Kaliskami (Greece), Nora Lía Sormani (Argentina), Sahar Tarhandeh (Iran) and Regina Zilberman (Brazil). Elda Nogueira from Brazil representing IBBY and Liz Page as Jury Secretary attended the meeting ex officio.

Basel, March 2012

Read Full Post »

La scrittrice inglese Gillian Cross ha vinto con questo libro lo Smarties Prize e il Whitbread Children’s Novel Award, nell’ormai lontano 1992 (tanto lontano che non esisteva neppure Atlantide, allora). Per fortuna San Paolo editore ha avuto la bella idea di far conoscere questo coinvolgente ed entusiasmante romanzo d’avventura anche ai giovani lettori italiani, che fa pensare alle situazioni e ai personaggi immortalati da Twain ne Tom Sawyer e in Huck Finn.

Caccia al grande elefante, Gillian Cross, San Paolo

Un romanzo “classico moderno”, che ricorda le avventure di Huckleberry Finn di Mark Twain.

Siamo nell’America di fine ‘800: quando un elefante arriva in città, Tad e Cissie vanno a vedere lo spettacolo in piazza come molti altri, ma da quel momento la loro vita cambia. A causa dell’elefante i due vengono coinvolti in una grande fuga attraverso gli Stati Uniti. Viaggiano in treno e sul fiume per salvare la vita dell’animale e se stessi, ma soprattutto per trovare il loro posto nel mondo. Ma come è difficile nascondere un enorme elefante indiano!

Gillian Cross , nata a Londra nel 1945, è un’affermata autrice per ragazzi. Sposata e madre di 4 figli, prima di diventare scrittrice a tempo pieno ha lavorato come insegnante, assistente al Parlamento e ha fatto parte di una commissione governativa sulle librerie pubbliche. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui la Carnegie Medal; con La fuga del grande elefante ha vinto il Whitbread Children’s Novel Award e lo Smarties Great Prize Award.

Read Full Post »

Sono stati assegnati sabato a Genova  I Premi Andersen – Il mondo dell’infanzia, il più importante riconoscimento italiano per illustratori, autori, addetti ai lavori del mondo dei  libri per bambini. Con piacere notiamo tra i vincitori anche libri consigliati e  segnalati da Atlantide nel corso dell’anno, come L’asinello d’argento di Sonya Hartnett, Il libro delle terre immaginate di Guillaume Duprat, lo splendido Hansel e Gretel illustrato da Mattotti. Ecco l’elenco completo dei testi premiati, e delle motivazioni della giuria:
http://www.premioandersen.it/vincitori.html

Read Full Post »

È un testo breve, disposto sulla pagina a mo’ di verso poetico, anche se in realtà di prosa si tratta. Un libro intenso e secco, visto con gli occhi di una dodicennE, Maria, alla quale il padre ha riservato un regalo speciale. La schiavitù non è ancora stata abolita, così il presente per la ragazzina è un giovane schiavo nero. La buona zia Elisabeth le regala invece una frusta, per insegnarle ad usare l’autorità con i sottoposti. Vediamo sfilare sotto i nostri occhi tutto l’orrore di quel mondo, con le “buone maniere” dei bianchi,  e la “disumanità” dei neri. Un libro premiato nel 2006 con il premio tedesco per la letteratura giovanile.
<br>
<br>     Dolf Verroen, Il regalo nero, Beisler
<br>     Avere uno schiavo tutto per sé per Maria vuol dire essere diventata grande. La mamma ha le sue schiave, per non parlare del papà, che è innamorato della sua schiava personale e possiede anche tanti schiavi che raccolgono il tè nella piantagione di famiglia. Gli schiavi lavorano, si possono sgridare, si possono frustare e si può perfino ordinare loro di leccare un dolcetto caduto sul pavimento, come fossero cani. Inutile affezionarsi, perché prima o poi si cambiano. Si va al mercato, si vendono i vecchi, se ne comprano di nuovi, e all’improvviso scompaiono dalla memoria. Gli schiavi guardano sempre un punto lontano e i loro padroni non sanno perché. Con questo libro Dolf Verroen racconta l’assurdo della normalità, quando le cose più ingiuste diventano abitudine. Oggi come allora. Età di lettura: da 10 anni.

Read Full Post »

SI è meritato il BOLOGNA RAGAZZI AWARD 2009 per la categoria NON FICTION questo ottimo testo, di certo originale. Non resta che presentarlo con le motivazioni della giuria della Fiera del libro per Ragazzi di Bologna :

IL LIBRO DELLE TERRE IMMAGINATE , GUILLAUME DUPRAT, IPPOCAMPO

Le terre di sogno per le quali ci conduce Guillaume Duprat, sono, a ben vedere proprio le terre davvero amate dalla scienza, quelle che ci fanno riflettere su temi filosofici che scaturiscono dalla geografia. Lo splendido viaggio onirico di Duprat è orientato verso importantissime mete che hanno impressionato, impaurito, lusingato, stimolato la mente di molte generazioni di uomini. Qui le cartografie e i simboli, i modi insinuanti, onirici, di raffigurare la terra, ci dicono quanto sia toccante e commovente la fatica compiuta dall’uomo per ritrarre il suo pianeta. Il Mito è qui riproposto come uno splendido alleato della geografia, fornendo così, con la delizia di queste immagini stilisticamente coerenti, anche un itinerario attualissimo che oggi va percorso con nuove ragioni, pensando a nuovi traguardi. Perché questa terra guardata da cartografi che erano visionari e poeti, è quella terra che dobbiamo difendere, amandola con l’amore colto e fantasioso di cui ha dato prova Duprat: solo tenendo conto di questa arcana bellezza, potremo davvero salvarla.

Read Full Post »

i vincitori del Bologna Ragazzi Award 2009:

Categoria Fiction
Robinson Crusoe di Ajubel: la storia del naufrago reso famoso da Defoe raccontata per immagini. Il romanzo viene reinterpretato con originalità grazie a un punto di vista originale.

Menzioni speciali Categoria Fiction
Last Night di Hyewon Yum
Rue and Linden: a journey and staying home di Rui Kodemari con illustrazioni di Yoko Kitami
Every Friday di Dan Yaccarino

Categoria non Fiction
Le livre des terres imaginées di Guillaume Duprat: il libro ripercorre la storia di come l’uomo ha immaginato e disegnato la Terra prima di poterla osservare dallo spazio.

Menzioni speciali Categoria non Fiction
Les Reves racontés aux petits curieux di Sylvie Baussier con illustrazioni di Ilya
Et moi, ta gran-mère di Florence Noiville con illustrazioni di Christelle Enault
Math in an art museum di Chaun Sun Park con illustrazioni di Yun ju Kim

Premio per la miglior opera prima
Mr Peek and the misunderstanding at the zoo di Kevin Waldron

Read Full Post »

svelati alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna i finalisti del Premio Andersen 2009, il più importante riconoscimento letterario per ragazzi del nostro Paese:

0-6
Il pappagallo di Monsieur Hulot di David Merveille
Un giardino sottoterra di Jo Seonkyeong
Il lupo che voleva essere pecora di Mario Ramos

6-9
Il ventre della cosa di Hubert Ben Kemoun (preferito da Arianna, ndr. . .)
Arte per le rime di Marco Dallari
Le altre Cenerentole di Vinicio Ongini e Chiara Carrer

9-12
Il sogno di Pandora di Sara Boero
Il mondo a testa in giù di Bernard Friot
L’enigma della cupola di Beatrice Solinas Donghi

Oltre i 12
Io non brucio di Domenica Luciani
Le lacrime dell’assassino di Anne-Laure Bondoux
La banda del cane a 3 zampe di Mikae Engstrom

Divulgazione
Il mio giornale di F. Galati e L. Montanari
Cercasi antenato di N. Barbiero e L. Cingoli
La chiave segreta dell’universo di Lucy e Sthephen Hawking

Miglior libro fatto ad arte
Garuda e la ruota del destino di R. Mohanty e S. Rao
ABC 3D di Martion Bataille
La mia piccola officina delle storie di Bruno Gibert

Albi illustrati
Emma di Spider
Cappuccetto rosso di Kveta Pacovska
Abc cercasi di Gwenola Carrère

Miglior libro mai premiato
Betta sa andare in bicicletta di Astrid Lindgren
Il piccolo Nicolas
La torta in cielo di Gianni Rodari

Read Full Post »

IL PREMIO ANDERSEN

È il più importante riconoscimento per l’editoria per ragazzi in Italia. La cerimonia ufficiale di premiazione avverrà a Sestri Levante tra il 22 e il 25 maggio, nel frattempo, ecco i premiati:

Il sito dell’Andersen Festival:

http://www.andersenfestival.it/premio.html

i premiati, e le motivazioni:

http://www.andersen.it/premio_andersen_2008/pdf/libri_premiati.pdf

PREMIO ANDERSEN – IL MONDO DELL’INFANZIA 2008

XXVII edizione

Gli oscar italiani del libro per ragazzi

Ogni anno, è possibile leggere nelle scelte della giuria quali tendenze sono in atto nel settore del libro per ragazzi e quali tematiche emergono con maggior forza.

Miglior libro 0/6 anni: Al supermercato degli animali

di Giovanna Zoboli e Simona Mulazzani, Topipittori

Miglior libro 6/9 anni:Le favole della Maria di Antonio Moresco, Einaudi

Miglior libro 9/12 anni:I ragni mi fanno paura di K.L. Going, Piemme

Miglior libro oltre i 12:La straordinaria invenzione di Hugo Cabret

scritto e illustrato da Brian Selznick, Mondadori

Miglior libro di divulgazione:Yves Coppens racconta le origini dell’uomo

Testo di Yves Coppens e S. Moreau, ill. S.Gepner, Editoriale Jaca Book

Miglior albo illustrato : Ritratti famosi di comuni animali di Svjetlan Junakovic, Logos

Miglior libro fatto ad arte:Il libro rosso di Barbara Lehman, Il Castoro

Miglior libro mai pre m i a t o:Più e meno di Giovanni Belgrano

e Bruno Munari, Corraini

Collana di divulgazione

Collana “Paesi e popoli del mondo”,EDT-Giralangolo

Collana di narrativa:Collana “Rizzoli Oltre”

Miglior scrittore:Luisa Mattia

Miglior illustratore:Mauro Evangelista

P remio speciale della Giuria

Donatella Ziliotto

Read Full Post »

Più e Meno”, di Bruno Munari e Giovanni Belgrano ha vinto il Premio Andersen 2008, il principale riconoscimento italiano attribuito ai migliori libri per ragazzi e ai loro autori, illustratori ed editori.

La cerimonia di presentazione avverrà, come ogni anno, a Sestri Levante, alla fine del mese di maggio

http://www.andersenfestival.it/premio.html

Bruno Munari, Giovanni Belgrano

PIÙ E MENO

Edizioni Corraini

Il gioco visivo “Più e meno” è composto di 72 carte con diverse immagini. Molte di queste immagini  sono su fondi trasparenti, così da poterle sovrapporre per comporre altre immagini più complesse stimolando le capacità creative del bambino.

Sovrapponendo alcune immagini di alberi si compone un bosco. Sovrapponendo al bosco il disegno della pioggia o quello del sole o della luna, o quello del volo degli uccelli, o quello di un cane che passa, eccetera, si modifica a piacere, continuamente, l’immagine totale.

Nel 1968 Munari pubblicava Nella nebbia di Milano, in cui creava immagini e suggestioni declinando il “vedere attraverso” secondo la sua personale creatività. I colori vivaci del circo erano preceduti e seguiti dalla lattiginosa opacità della nebbia, un ambiente indistinto in cui le figure si intuiscono sfuocate in trasparenza ma diventano chiare continuando a sfogliare le pagine.

Due anni dopo, nel 1970, Munari torna a confrontarsi con il tema della trasparenza e del “vedere attraverso” progettando con Giovanni Belgrano Più e meno.

Non un libro ma un gioco, composto da molte immagini su sfondi trasparenti, sovrapponibili e componibili a piacere, aggiungendo o togliendo le carte.

Carte quadrate in cui il colore è in equilibrio con il segno, e che insieme raccontano storie. Storie il cui “collante” è l’immaginazione di chi prende la parola, con a disposizione infiniti suggerimenti per creare racconti sempre diversi.

Subito dopo Aconà Biconbì, Più e meno prosegue in Corraini la scoperta del mondo degli oggetti e giochi d’artista, continuando lo sviluppo della collana speciale ad essi dedicata.

In occasione del centenario della nascita, si completa quindi presso Corraini la ristampa dei giochi più rappresentativi di Bruno Munari: dopo Aconà Biconbì (1961) e Più e meno (1970), è infatti di prossima uscita ABC con fantasia (1960).

Bruno Munari (1907-1998) è stato senza dubbio il più eclettico artista-designer italiano.

Sin dagli esordi negli anni ’30 con il Secondo Futurismo ha sempre dedicato la propria attività creativa alla sperimentazione, declinandola in ogni sua forma e affiancandole un’attenzione particolare per il mondo dei bambini e dei loro giochi. Le sue creazioni nei campi della pittura, scultura, design, fotografia e didattica ne attraversano le diverse poetiche seguendo il filo della sua personalissima originalità.

Read Full Post »