Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘libri protofemministi’

 

 

Kate Chopin, nata Katherine O’Flaherty (Saint Louis, 8 febbraio 1851 – Saint Louis, 22 agosto 1904), rimase vedova a 32 anni, madre di sei figli già a 29, il “patrimonio” trasmessole dal marito ammontava a debiti per 12000 dollari , in seguito al fallimento dell’impresa commerciale di cui era titolare( circa 229.360 dollari nella valuta del 2005). Ne seguì un periodo di depressione, ma su consiglio del medico personale, cominciò a riversare sul foglio quanto aveva in sè: pubblicò a proprie spese At Fault, suo primo romanzo (scritto da luglio 1889 ad aprile 1890) e riuscì a farsi stampare diversi racconti su riviste letterarie, principalmente di interesse locale.

Il suo principale successo è proprio The Awakening , Il risveglio, storia di una donna intrappolata in una società ben poco dolce nei confronti delle donne, capace però di giungere ad una liberazione personale e del proprio corpo: naturalmente, fu tacciata di immoralità all’epoca. La critica e il pubblico lo amanto per l’indiscussa qualità di scrittura, per l’importanza riconosciuta di essere una delle prime opere femministe.

 

 

Kate Chopin, Il risveglio, Nova Delphi

trad Martini C.

Kate Chopin in 1894

Kate Chopin in 1894 (Photo credit: Wikipedia)

Durante una vacanza estiva a Grande Isle (Louisiana), Edna Pontellier, giovane madre di famiglia sposata con un facoltoso uomo d’affari di New Orleans, si accorge di aver vissuto un’esistenza lontana dalle sue aspirazioni più autentiche e s’innamora di un uomo più giovane di lei. Al rientro in città, rifiutando per sempre le convenzioni sociali e culturali che hanno soffocato la sua personalità e i suoi desideri, Edna intraprende un solitario cammino di rinascita interiore che culminerà in un risveglio dei sensi e dello spirito. Il risveglio narra la storia di una donna in conflitto, costretta a confrontarsi con modelli femminili e canoni comportamentali imposti dal contesto sociale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »