Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘marco paolini’

 

Curiosi di leggere LE AVVENTURE DI NUMERO PRIMO, novità fresca fresca da Marco Paolini e Gianfranco Bettini (Einaudi)

Numero Primo è il nome scelto per sé da uno strano bambino, che irrompe nella vita di Ettore, fotoreporter di guerra che a quasi sessant’anni si ritrova a fargli da padre. È stato desiderato e pensato da una madre scienziata, ma concepito e messo al mondo da un’intelligenza artificiale avanzatissima, tanto da aver sviluppato una coscienza. Non è una creatura uguale alle altre, non conosce quasi niente, tutto gli appare nuovo, bello; possiede il dono di trovare la magia nelle cose piú comuni e, quando non la trova, di crearla. E le cose che non sa, le impara subito, per mezzo di misteriose connessioni. Chi lo incontra si riscopre diverso, migliore. Di lui si accorgono anche gli osservatori di una multinazionale, un Erode tecnologico che, dietro la facciata filantropica, nasconde un’oscura volontà di potenza. Cosí Ettore e Numero sono costretti a fuggire e a nascondersi. Ad aiutarli, una folla di personaggi bizzarri: scienziati rasta in grado di salvare Venezia dall’acqua alta, parcheggiatori abusivi che gestiscono nuove forme di ospitalità diffusa, commercianti sardo-cinesi, giostrai con il cuore grande e una lunga storia di resistenza. Lieve come una favola, vero come un reportage, Le avventure di Numero Primo ci regala storie e riflessioni a non finire, e soprattutto un protagonista del quale è impossibile non innamorarsi.

Smilzo, agile, con il ciuffo castano che gli cadeva sugli occhi uno piú verde dell’altro, si aggirava tra i larici e i pini, tra gli abeti rossi e i faggi, s’inerpicava sui pendii, calcava leggero i sentieri sui prati e tra le rocce, curioso. Pareva seguire una sua rete segreta di percorsi. Era come se fosse a casa sua, una creatura nel proprio ambiente naturale. Un giorno, felice, tornò con un’enorme cacca di orso. L’aveva raccolta e deposta in un cesto di erbe, rametti e foglie che aveva intrecciato. La teneva in camera, appoggiata su un sasso grande come una cassetta di frutta.
– Magari ne trovassi un’altra! – disse.
– Perché? Non ti basta avere quella? –
gli chiese Ettore, che aveva storto il naso.
Non che la cacca puzzasse, era già secca.
– Nessuno ha due cacche di orso, papà!
L’orso fa anche trenta chilometri tra una cacca e l’altra!

 

Read Full Post »

Marco Paolini
Il Milione
Quaderno veneziano
Einaudi

Contributi di Francesco Niccolini

Come un Marco Polo alla corte di Kublai Khan, Paolini racconta una «Città invisibile» con la leggerezza di Calvino.

«E anche voi esigenti, se guardando la laguna sulla vostra mappa o sul Gps di ultima generazione vedete uno che va avanti girando, quello per adesso sono io, e io qua son rivà e qua me fermo.
Anche perché nella vita non ho mai pensato che per procedere bisogna andare in linea retta».

Marco Paolini
Il libro: Nel Quaderno del Milione, di Marco Paolini e Francesco Niccolini, un racconto pieno di humour e sapienza che affianca alla storia di uno degli spettacoli-leggenda di questi anni, dal 1997 a oggi, la mappa dei problemi aperti che riguardano Venezia e noi tutti. Completo di un Sillabario del Milione per orientarsi tra Foresti, Campagne e barene.

Il Dvd: Presentato per la prima volta nel 1997, e oggetto di una memorabile diretta Tv su Rai2 il 10 settembre dell’anno successivo dall’Arsenale di Venezia, Il Milione è un capolavoro del teatro di Paolini. L’edizione in Dvd di uno spettacolo che ha ormai piú di dieci anni di vita, ma di cui non esisteva finora il video, è possibile oggi grazie a una lunga lavorazione che ha portato Paolini e Jolefilm ad allestire e riprendere lo spettacolo in diverse ambientazioni, dalla Laguna di Venezia al deserto del Sahara.

Read Full Post »

vederlo di persona è una esperienza unica, Marco Paolini sta sul palcoscenico da vera divinità del teatro. Per chi non è riuscito a vedere Il sergente di Mario Rigoni Stern raccontato con lo stile unico di Paolini, per chi vuole rivederlo, è disponibile il dvd del lavoro teatrale.

  Marco Paolini
Il Sergente
Dal Sergente nella neve di Mario Rigoni Stern. Un lavoro originale, un esempio di rara potenza di teatro civile sulla guerra.
   
Marco Paolini, con la sua arte, ci riporta quel tempo e quelle notti. Certi momenti riuscirà non a rievocare ma a ricostruire vivi volti a me carissimi e mai dimenticati. Alla fine di quella battaglia mancarono all’appello 84830 italiani, 10030 tornarono dalla prigionia.
In 74800 morirono in quelle steppe.
Ricordate che questo è stato.

Mario Rigoni Stern

Il libro: Il Quaderno del Sergente. Un vero, appassionante libro, dove Marco Paolini ripercorre, d’autore, l’avventura del Sergente.
Il Dvd: Questo è il filmato di uno spettacolo teatrale registrato in tre teatri diversi nel corso degli anni, ma si racconta anche il viaggio fatto da Paolini verso il Don nel 2004 per preparare lo spettacolo.
Il risultato sono due film: uno racconta il Sergente nella neve del 1943 e dura 100 minuti circa, l’altro racconta il «ritorno sul Don» dell’autore e dura in tutto trenta minuti.
Questa versione del Sergente è leggermente diversa da quella trasmessa su La7 in diretta dalla Cava Arcari il 30 ottobre 2007

Read Full Post »

vederlo di persona è una esperienza unica, Marco Paolini sta sul palcoscenico da vera divinità del teatro. Per chi non è riuscito a vedere Il sergente di Mario Rigoni Stern raccontato con lo stile unico di Paolini, per chi vuole rivederlo, è disponibile il dvd del lavoro teatrale.

  Marco Paolini
Il Sergente

Dal Sergente nella neve di Mario Rigoni Stern. Un lavoro originale, un esempio di rara potenza di teatro civile sulla guerra.

   
Marco Paolini, con la sua arte, ci riporta quel tempo e quelle notti. Certi momenti riuscirà non a rievocare ma a ricostruire vivi volti a me carissimi e mai dimenticati. Alla fine di quella battaglia mancarono all’appello 84830 italiani, 10030 tornarono dalla prigionia.
In 74800 morirono in quelle steppe.
Ricordate che questo è stato.

Mario Rigoni Stern

Il libro: Il Quaderno del Sergente. Un vero, appassionante libro, dove Marco Paolini ripercorre, d’autore, l’avventura del Sergente.
Il Dvd: Questo è il filmato di uno spettacolo teatrale registrato in tre teatri diversi nel corso degli anni, ma si racconta anche il viaggio fatto da Paolini verso il Don nel 2004 per preparare lo spettacolo.
Il risultato sono due film: uno racconta il Sergente nella neve del 1943 e dura 100 minuti circa, l’altro racconta il «ritorno sul Don» dell’autore e dura in tutto trenta minuti.
Questa versione del Sergente è leggermente diversa da quella trasmessa su La7 in diretta dalla Cava Arcari il 30 ottobre 2007

Read Full Post »