Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Nato all’inferno’

una lettura per adolescenti adulti e per grandi: una testimonianza incredibile di quanto possa essere dura la vita, incentrato sulle memorie dell’autore protagonista, in una Sardegna molto vicina a quella di Padre Padrone. Una grande forza evocativa, dei ricordi e delle sensazioni, pervade appieno il libro. Per conoscere quanto possa essere faticosa la vita!

Mario Gregu, Nato all’inferno, Salani

1945, provincia di Sassari. A undici anni il piccolo Mario, rimasto orfano di madre, viene abbandonato dal padre e inizia a vagare per le campagne in cerca di un lavoro, che significa cibo e riparo. Pastore di capre prima e poi manovale nei campi, attraversa in lungo e in largo una terra abitata da miserabili, da prepotenti, ma anche da persone umane e generose. La natura aspra e selvaggia. La povertà. I briganti. La diffidenza. Le superstizioni. Mario cresce affrontando tutto questo e il suo cammino è la più avvincente delle avventure. Senza mai arrendersi, con lo sguardo pulito, il coraggio della disperazione e un cuore che si mantiene sempre buono nonostante tutto. Sullo sfondo, gli anni del dopoguerra e di un’Italia lontana che Mario incontra talvolta nelle città della costa, o quando una troupe cinematografica arriva a girare sulle sue montagne, o quando entra per la prima volta in un grande magazzino. Un milanese, colpito e affascinato dai racconti dei suoi ricordi, ha invitato Mario Gregu a metterli per iscritto. Questo è il racconto autobiografico dell’autore, dalla sua infanzia alla sua partenza per migrare prima in Germania e poi a Milano, ma è anche la storia di un’Italia che non c’è più, che ha costruito la vera ricchezza di questo Paese.

Read Full Post »