Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘nuovi libri per bambini’

English: Jeff Kinney signs copies of "Dia...

English: Jeff Kinney signs copies of “Diary Of A Wimpy Kid” during a personal appearance at the booth of publisher Harry Abrams during the 2009 New York Comic Con (Photo credit: Wikipedia)

 

in arrivo il 3 gennaio 2013, Si salvi chi può, di Jeff Kinney, Il castoro edizioni

Il nuovo libro della serie Diario di una Schiappa.

Greg Heffley è nei guai. Qualcuno ha sporcato i muri della scuola e lui è il primo sospettato. Ma Greg è sicuro di essere innocente! O almeno, quasi innocente… Quando la verità sta per essere scoperta, una tempesta di neve si abbatte sulla città e la famiglia Heffley rimane bloccata in casa. Greg sa che allo sciogliersi della neve dovrà affrontare le autorità, ma nel frattempo… c’è una punizione peggiore del passare le vacanze in trappola con Manny, Rodrick e Mamma?

Read Full Post »

La scorsa settimana abbiamo recensito IL GATTO AL VECCHIO FORMAGGIO (Rizzoli), con un discreto numero di topi a fare da coprotagonisti. Questa volta invece il titolo rende già onore a questo mammifero solitamente negletto: VILLA TOPI – SAM E JULIA. Le storie di Sam E JULIA (con simpatici topini!) sono realizzate da Karina Schaapman in modo paziente e singolare. La VILLA è stata realizzata con scatle di cartone e cartapesta, mentre per dare vita agli interni l’autrice si è servita di stoffe degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, e di materiale “di scarto” di vario genere. Anche i topolini che abitano questa antica dimora sono stati da lei realizzati,   e durante la paziente opera di realizzazione di queste scenografie sono arrivate anche le storia, a dare vita a questo sorprendente volume.

VILLA TOPI – SAM E JULIA, KARINA SCHAAPMAND, NORD SUD
Fotografie di TOM BOUWER,  

“Sam e Julia abitano a Villa Topi, un mondo a sé. Julia abita al sesto piano, in mezzo, sul retro. Vive lì con sua mamma in una stanzetta piccola piccola. Non ha papà, né fratelli o sorelle né nonno o nonna. Julia è super curiosa e vivacissima. Non le piacciono le cose noiose e non appena si stufa, esce in cerca di avventura con il suo amichetto Sam. Anche Sam abita a Villa Topi, in mezzo, sul davanti. Vive lì con suo papà, sua mamma, i suoi fratellini e le sue sorelline. Ha due nonni e due nonne, alcune zie e uno zio. Sam è supertimido e buonissimo. Quando è con Julia, fa cose che altrimenti non oserebbe mai fare. Ciò che Sam ha di troppo, Julia ne ha troppo poco e viceversa. Sono amici del cuore e condividono tutto. Età di lettura: da 5 anni.

il blog della “mamma” dei topolini:
http://hetmuizenhuis.blogspot.it/

villa topi  <!– –>

Read Full Post »

A SCUOLA, una bibliografia a cura della Biblioteca Comunale di Mordano:

Biblioteca comunale di Mordano – Bo

Sezione Bambini e Ragazzi
ibri per accompagnare bambini e ragazzi ad affrontare l’avventura dei primi giorni di Scuola

5 – 7 anni

Bernardo a scuola / Musso Andrea
Giorgio e Simone sono grandi amici. Non passa giorno senza che si vedano…All’arrivo dell’estate Simone parte per le vacanze, mentre Giorgio rimane in città, triste e solo. Chissà che cosa sta facendo Simone nel frattempo…chissà se ha dimenticato il suo amico Giorgio…

Miffi va a scuola / Dick Bruna
Miffy va a scuola con i suoi amici e si diverte a fare tutti i lavori con la sua maestra… scrive, colora, costruisce… e gioca nel prato durante l’intervallo!!

Segue qui:

https://www.box.com/s/db29b0ba9d92b7b5265d

Read Full Post »

e questo libro, lasciatecelo dire, è semplicemente bellissimo. La prima edizione è del 1962, ma le avventure del piccolo Henri, che vuole assolutamente arrivare e vedere Parigi (il suo piccolo paese offre un poco meno)  meritano lunga e imperitura vita editoriale! Poco importa se il suo viaggio prenderà direzioni impensate, se la sorpresa che fa pensare è sempre dietro l’angolo, l’arte di Saul Bass (grafico di fama, filmaker di successo – lavorò anche con Kubrik -), geniale nel rappresentare al meglio il testo di Leonore Klein e la capacità di Corraini di proporci sempre raffinatissime opere conquisteranno anche i lettori di Atlantide!

HENRY VA A PARIGI di Leonore Klein, illustrato da Saul Bass, Corraini

Henri va a Parigi è l’affascinante storia di un ragazzino che abita a Reboul in Francia e che sogna di andare a Parigi. Un bel giorno, decide di raccogliere le sue cose e partire per la grande città, ma, lungo la strada decide di stendersi sotto un albero a riposarsi un po’. Da questo momento, il viaggio di Henri prenderà tutta un’altra direzione.

Pubblicato per la prima volta nel 1962, Henri va a Parigi è una storia romantica e colorata resa unica dal tocco del grande maestro della grafica Saul Bass e dalle parole de Leonore Klein.

SAUL BASS (1920-1996) è stato un dei più famosi grafici e filmmaker americano. Ha collaborato con alcuni fra i più importanti marchi internazionali e molti dei più grandi registi di Hollywood. Fra i suoi lavori è impossibile non ricordare le sequenze di titoli realizzate per “L’uomo dal braccio d’oro” di Preminger e “Intrigo Internazionale” e ” La donna che visse due volte” di Alfred Hitchcock. Henri va a Parigi è il suo unico libro per bambini.

LEONORE KLEIN è stata autrice di vari libri per bambini fra gli anni Sessanta e Settanta ed esperta bibliotecaria. Agli studi letterari e all’attività di narratrice ha sempre unito una forte passione per l’arte della pesca.

 

henri

Read Full Post »

Sfogliando il catalogo di Topipittori, ci si accorge veramente che nessun testo è fuori luogo o banale: una carrellata di emozioni che non si fermano. Due nuovi libri confermano pienamente laloro verve e l’instancabile voglia di percorrere strade inconsuete, non stereotipate . Cose che non vedo dalla mia finestra, un inno alla fantasia. C’era una voce, dedicato invece alla creazione del mondo. Bravissimi!

Cose che non vedo dalla mia finestra,
Giovanna Zoboli e
Guido Scarabottolo

Un catalogo di situazioni impossibili, comiche, surreali, esilaranti, stupefacenti raccontate dall’ironia sottile di Giovanna Zoboli e dalla matita di Guido Scarabottolo. Un libro che racconta con la grazia del paradosso tutto quello che poeticamente è intorno alle nostre vite ma non si lascia afferrare, che pare marginale e invece è lì, sotto i nostri occhi, che non si sa bene come dire e allora si lascia al silenzio dello sguardo, che smette di funzionare o di essere come dovrebbe, ma a cui si vuole ancora un po’ di bene, o forse anche moltissimo bene: animali scappati, bici rubate, strade senza nome, edifici mai costruiti, facce difficili da ricordare, oggetti smarriti…

http://www.topipittori.it/it/catalogo/cose-che-non-vedo-dalla-mia-finestra

C’era una voce
di: Alessandra Berardi e
Alessandro Gottardo (Shout)

Quante volte è stata immaginata la creazione del mondo? Infinite, attraverso canti, leggende, poemi, racconti di tutte le culture e i continenti. Alessandra Berardi e Alessandro Gottardo si cimentano in questa impresa immaginando un dio in estasi per la bellezza di un creato imprevisto, sorto dallo spavento di ascoltare il battito del proprio cuore nella solitudine di uno spazio infinitamente vuoto. Un dio che intorno a questo cuore solo si dà un corpo fulgente fatto d’universo, stelle, cielo, nuvole, luce, pianeti e lune. Un dio euforico, che danza di gioia e nel danzare crea il giorno, la notte, il tempo, le ore. Un dio pervaso da una passione creativa, che si getta alla scoperta del mondo e delle creature che lo popolano nell’atto stesso di crearle. E che per il desiderio di una voce che risponda alla sua richiesta di amore, da una figurina d’argilla crea, infine, l’uomo.
Il link:
http://www.topipittori.it/it/catalogo/cera-una-voce

Read Full Post »

ogni mese un gruppo di competenti librai per ragazzi si trova insieme, per valutare i nuovi titoli usciti nel periodo: il Coordinamento delle librerie per ragazzi,   è nato nel 2006 per favorire lo scambio di conoscenze e professionalità, per condividere scelte ed attività, per poter offrire servizi sempre più specialistici e mirati al mondo  di chi ha nel cuore l’editoria per ragazzi, docenti e bibliotecari, e per consigliare al meglio ai giovani lettori.

I fantastici libri scelti con attenzione e passione del mese di marzo sono on line, potete sfogliare il file qui:

http://www.liberweb.it/upload/cmp/selezione_coordinamento_2012_03.pdf

Queste sono le librerie del Coordinamento:
La Libreria dei Ragazzi di Milano – Via Tadino 53, tel. 02/29533555
Nuova libreria il Delfino di Pavia – Piazza Vittoria 11, tel. 0382/539384
L’Albero delle Lettere di Genova – Via di Canneto il Lungo 38 r, tel. 010/8696944
Libreria dei Ragazzi di Torino – Via Stampatori 21, tel. 011/547977
Libreria Coop Nautilus di Mantova – Piazza 80° Fanteria 19, tel. 0376/360414
Il treno di Bogotà di Vittorio Veneto – Via Martiri della Libertà 32, tel. 0438/072347
Il libro con gli stivali di Mestre (VE) – Via Mestrina 45, tel. 041/0996929
Libri e Formiche di Parma – Via Cairoli 13, tel. 0521/506668
Libreria Volare di Pinerolo – Corso Torino 44, tel. 0121/393960
La Libreria dei Ragazzi di Brescia – Via San Bartolomeo 15/A, tel. 030/3099737
Libreria Spazio Terzo Mondo di Seriate (BG) – Via Italia 73, tel. 035/290250
La Libreria dei Ragazzi di Monza – Via Padre Giuliani 10, tel. 039/2307575
Libreria per Ragazzi Matilda di Piacenza – Cantone dei Cavalli 9, tel. 0523/651740
Libreria Timpetill – Cremona – Via Mercatello 50, tel. 0372/800802

E questo è il libro del mese, fantastico anche secondo noi:

TESTI a cura di: Paola Parazzoli, Giusi Quarenghi
ILLUSTRATORI: Pia Valentinis, Mauro Evangelista
TITOLO: RACCONTARE GLI ALBERI
EDITORE: Rizzoli
PREZZO: € 24,00

“È su pali di larice che poggia la città di Venezia”: una frase asciutta e nitida, che leggiamo e per qualche istante riecheggia, sospesa  come un verso poetico, evocando qualcosa di lontano da quello che palesemente spiega. In realtà è solo la chiusa di un breve paragrafo a carattere scientifico, nel quale si espongono con termini botanici alcune caratteristiche fisiologiche del larice: è nel frequente confluire di significati e intenzioni dissonanti che si coglie l’originale grandezza di questo libro, che proponiamo nella “Cassetta degli attrezzi” di questo mese per la miriade di suggestioni multidisciplinari in grado di offrire a genitori e insegnanti attenti. Un libro grande a partire dal formato, che certo lo distingue fra gli albi illustrati: non è comodo da tenere tra le mani, come un fitto bosco o un filare di pioppi che non si lasciano con-tenere in un unico sguardo. Occorre addentrarsi per scoprirlo: appoggiandolo su un grande tavolo, o per terra, già dalla copertina il lettore si rende conto che le dimensioni non hanno lo scopo di ingigantire i particolari per avvicinarli allo sguardo ma al contrario di catturare proprio lui, avventuroso viandante, invitarlo al margine del bosco con la premeditata intenzione di disorientarlo e farlo smarrire. Ci si incammina  dunque, senza affidabile bussola né precisa direzione, attraverso una copiosa antologia di poeti e pensatori di ogni tempo, nel racconto mitologico delle nostre memorie soggettive: un paesaggio mediterraneo  scolpito in un verso di Omero; un filare di gelsi che costeggia l’origine rurale della nostra civiltà; dettagli di cortecce, infiorescenze e chiome che è bello riconoscere oppure osservare per la prima volta con attenzione; fogli di taccuino dove minuziosi schizzi fotografano, alla luce di un ricordo personale, un olivo o un acero campestre. Pagine da sfogliare facendosi guidare dall’intuito, dal caso, dalla curiosità scientifica, dall’umore del momento. Gli autori compongono un esemplare lavoro corale e concertano per contrappunti un emozionante viaggio per dare spazio e ascolto alla natura, all’arte e alla storia che ci abitano. Un percorso insieme intimo, collettivo, spirituale: “in quel tessere fitto di richiami, di silenzi improvvisi, dove perdi memoria incamminato nell’ascolto, vedere è solo credere ai tuoi occhi”.

Qualche suggestione bibliografica: molte opere di Bruno Munari, in particolare Disegnare un albero e Da lontano era un’isola (entrambi ediz. Corraini); Homo radix di Tiziano Fratus, Marco Valerio edizioni (opera rivolta a lettori adulti); Come diventare un esploratore del mondo, ed. Maurizio Corraini (segnalato nel precedente numero di questo bollettino).

Read Full Post »

Bambini Bambine e sapori – Famiglie a colori, Coop Bacchilega

Con il patrocinio di Nati per la Musica, il progetto per la diffusione della musica ai bambini da 0 a 6 anni sostenuto dalll’Associazione Culturale Pediatri, il Centro per la salute del Bambino, la Società Italiana per l’educazione musicale , arriva in libreria il nuovo libro ideato da Cooperativa Il Mosaico, primo di una nuova collana, sempre pubblicato da Coop Bacchilega.

Il libro si avvale dei testi di Beatrice Masella, delle illustrazioni di Nicolas Gouny (inedito per l’Italia , ma che vale la pena scoprire: http://www.la-parenthese-enchantee.fr/ ), con tanto di cd animato dalla voce narrante di Alfonso Cuccurullo e dalle musiche al pianoforte di Federico Squassabia.

Presentazione ufficiale nella solenne cornice della Fiera del Libro per ragazzi, a Bologna:
http://www.aib.it/struttura/sezioni/2012/19501-fiera-del-libro-per-ragazzi-2012/

Atlantide vi presenta una ghiotta anteprima del testo: una clip musicale dal titolo Famiglia rosa:

http://www.box.com/s/kpap3bnuc2qxq6yffmee

Autrice: Beatrice Masella
Illustratore: Nicolas Gouny
Cd: voce narrante di Alfonso
Cuccurullo,
musiche al pianoforte di
Federico Squassabia
Formato: 20×20 centimetri
Pagine: 64
Confezione: brossura
Collana: Viceversa

Si tratta di un albo illustrato a due lati di lettura: da un lato dodici tipi di bambini e
bambine sono associati ai sapori e sfilano in rima attraverso delicate filastrocche
fino ad arrivare alla tredicesima declinata al plurale; dall’altro lato dodici famiglie
sono associate ognuna ad un colore diverso e vanno a concludersi nella
tredicesima filastrocca delle famiglie arcobaleno, inclusive di tutte le tipologie.
Perché così come non esiste un solo tipo ideale di bambino o bambina, così
anche non esiste un solo tipo di famiglia, ma famiglie al plurale.
Ogni filastrocca viene raccontata poeticamente dalle splendide tavole di Nicolas
Gouny, artista francese di rara sensibilità, guidandoci fino ad un punto centrale di
incontro fra bambini e famiglie; e tutte le filastrocche possono essere
contemporaneamente ascoltate dalla voce del bravissimo attore e narratore
Alfonso Cuccurullo, accompagnata da pezzi unici composti per l’occasione dal
pianista Federico Squassabia.

Cos’è la famiglia? Si chiede all’inizio con una breve scheda introduttiva l’autrice
Maria Beatrice Masella. Un insieme di persone, relazioni, affetti, culture.
“Più la famiglia include – persone, relazioni, affetti, culture… – più è solida e ha
spalle larghe, più la famiglia esclude più diventa fragile e ha un cuore sottile…
Non è importante la struttura della famiglia, ossia la composizione, ma ciò che
avviene al suo interno e che si esprime attraverso le relazioni che si riescono a
costruire”.
E ancora, chi sono i bambini e le bambine?
“Di certo non sono soltanto piccoli uomini e piccole donne ma persone in crescita
con straordinarie capacità: sono artisti, poeti, musicisti, e soprattutto filosofi,
perché si stupiscono di fronte al mondo e si interrogano sulle grandi domande
dell’esistenza. I loro strumenti di ‘lavoro’ sono la fantasia, la curiosità, il movimento,
la natura”.
Queste brevi riflessioni ci introducono nel mondo magico della poesia, dell’arte,
della narrazione, della musica, dove i diversi linguaggi possono intrecciarsi per
restituire all’emozione e al pensiero una possibilità di commovente incontro.
Un albo illustrato plurale per grandi e piccini su temi contemporanei.
L’autrice-

Read Full Post »

Che dire, bisogna vederlo. Gli elementi tipografici danno vita ad un strepitoso viaggio, quello sempre affascinante della cometa nella notte del Natale. Da spalancare gli occhi per lo stupore, certo, a dimostrazione che con la giusta dose di fantasia si può ancora reinventare cose già viste!!

Giovanna Zoboli, Il viaggio di una stella. Sogno del tipografo stanco la notte di Natale
Illustratrice: Marina Del Cinque
Editore: Topipittori
Euro: 14.00
Si avvicina Natale e quest’anno i Topipittori hanno deciso di fare qualcosa di speciale, diverso, magari inaspettato.
Un gioco di segni e assemblaggi che crea un libro-regalo in grado di trasformarsi in oggetto (può infatti essere appeso alla parete).
Racchiuso in un astuccio rosso, questa fisarmonica verticale ci svela ad ogni apertura di pagina un angolo di mondo, reinterpretato dalla fantasia di Marina, mentre il semplice testo di Giovanna ci accompagna su deserti, oceani e luoghi solitari, proprio come la stella cometa, protagonista silenziosa di questa avventura.

Il tratto lieve ed ironico di William Wondriska (Tutto da me, Non perdere il filo..) si adatta ottimamente a questa storia: cosa succede quando l’apatia travolge un gruppo di animali? semplice, cominciano ad incolparsi a vicenda! Sarà un animale gentile a risolvere la situazione..

William Wondriska, Gli animali erano arrabbiati, Corraini
Difficile mantenere la calma quando non si ha nulla da fare e il caldo della giungla diventa così insopportabile da risultare soffocante! Chiedetelo agli animali di William Wondriska che, in preda alla noia e alla canicola, commettono il grave errore di cominciare a puntare il dito l’uno contro i difetti dell’altro: secondo il leone la tartaruga è troppo lenta, secondo la tartaruga l’elefante è troppo ingombrante, secondo l’elefante la formica è troppo piccola e così via, per tutta la giornata, fino a che una colomba gentile non scende dal cielo per riportare l’armonia, ricordando a tutti che a volte va bene essere ingombranti, lenti e anche piccoli!

In un susseguirsi di illustrazioni dal tratto leggero, William Wondriska ci racconta una storia delicata che con semplice immediatezza ricorda a grandi e piccini il valore della tolleranza. Gli animali erano arrabbiati è il quarto libro di Wondriska pubblicato da Corraini dopo 123 A Book To See / Un Libro Da Guardare, Tutto da me e Non perdere il filo.

Storico grafico e designer, William Wondriska è annoverato fra i protagonisti del graphic design americano del secondo dopoguerra. Dopo gli studi presso l’Università di Yale e il School of the Art Institute di Chicago, ha insegnato presso alcune università negli Stati Uniti e ha scritto undici libri per bambini, che hanno ricevuto numerosi riconoscimenti dall’American Insitute of Graphic Arts.

dipingere un cavallo blu? Un coniglio rosa? Può sembrare pazzesco, ma se poi si diventa Franz Marc, artista di fama, la prospettiva cambia. Un inno alla libertà della fantasia:

Eric Carle, L’artista che dipinse il cavallo blu, Mondadori

Un vero artista sa che può dipingere un cavallo blu, un coccodrillo rosso e un leone verde. Ma il primo pittore a “liberare” i colori è stato Franz Marc, il grande esponente dell’Espressionismo tedesco. Eric Carle gli dedica un omaggio sincero in cui gli animali dai colori inventati insegnano ai bambini quanto la fantasia è importante per l’arte. In una nota il grande illustratore racconta che aver scoperto da ragazzo, durante il nazismo, lo stile rivoluzionario di Marc ha segnato per sempre il suo percorso artistico. Età di lettura: da 3 anni.

Keith Haring e le su creazioni: che storie è possibile immaginare partendo da esse?

Keith Haring, Voglio stare sempre sveglio, Mondadori
Le profonde, esilaranti, inaspettate, stupefacenti reazioni dei bambini messi di fronte ad alcune delle opere di uno dei più importanti artisti contemporanei americani, Keith Haring. Arte e innocenza, cultura e natura, sintesi e analisi: nel dialogo immaginario tra artista e bambini, le parti si fondono, si scambiano, si ribaltano. E così l’arte trova negli occhi dei bambini la sua critica più feroce, meno filtrata, più spontanea, vera e divertente. Età di lettura: da 6 anni.

haring

Read Full Post »

Il raffreddore di Amos Perbacco, Stead Philip C., Stead Erin E, Babalibri

un albo illustrato davvero speciale, Il raffreddore di Amos Perbacco, edito Babalibri. Amos Perbacco è un signore allampanato e dall’aria gentile; prendendo l’autobus, usa fare visita ogni giorno ai suoi amici speciali, finchè un brutto raffreddore non lo costringe a letto. Ma… Disegni e dettagli favolosi, da ricercare ed ammirare pagina per pagina, per una storia scaldacuori, raccontata e disegnata da una coppia che si è meritata con questo testo la Caldecott Medal, una delle massime onorificenze per i libri per ragazzi negli Stati Uniti. Erin Stead, disegnatrice, ha realizzato l’opera con una tecnica particolare, il woodblock printing: ha preparato su blocchi di legno le scene del libro, vi ha steso il colore, e con un rullo le ha poi passate sul foglio. Opera d’arte, davvero.

amos

Read Full Post »

Photograph of Rosa Parks with Dr. Martin Luthe...

Image via Wikipedia

Un grande libro per ragazzi, i testi di Fabrizio Silei e le pennellate pastose di Maurizio Quarello. La storia di Rosa, che non volle alzarsi, su un autobus nel 1955. Una storia emozionante, resa tale anche grazie all’alternarsi di colore, destinato all’oggi, in cui un vecchio racconta ad un bambino la vicenda, e bianco e nero (dedicato alla memoria dei fatti). Un BRAVO anche all’editore, capace di scelte coraggiose e di persevare coerentemente con le proprie idee.

Fabrizio Silei, Maurizio Quarello, L’autobus di Rosa, Orecchio Acerbo

Detroit. Henry Ford Museum. Su un autobus d’altri tempi, al centro di un grande salone, sono seduti un vecchio afroamericano e un ragazzino, il nipote. È l’autobus di Rosa Parks, quello sul quale, a Montgomery in Alabama, lei si rifiutò di cedere il posto a un bianco. La storia il vecchio la conosce bene: su quell’autobus, quel primo dicembre del 1955, c’era anche lui. E comincia a raccontare. Di quando nelle scuole c’erano classi per bianchi e neri; di quando nei locali pubblici, proprio come ai cani, era vietato l’ingresso alle persone di colore; di quegli uomini incappucciati di bianco che picchiavano, bruciavano, uccidevano. Il bambino sgrana gli occhi incredulo, il vecchio è commosso. Ma non è tanto il dolore di quei ricordi a bruciargli, quanto la memoria di quel giorno. Di quando non solo non assecondò il rifiuto di Rosa, ma di tutto fece per distoglierla. Con il sostegno di Amnesty International, una grande coedizione internazionale per raccontare ai più piccoli la donna che cambiò la storia dei neri d’America.

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »