Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘PENDRAGON EDIZIONI’

Elements, storie di nuvole, vento, maree

PAROLE, PASSI, SOGNI – Lettori in viaggio tra Sillaro e Santerno.

Fontanelice e Room & Breakfast La Gramadora

sabato 2 luglio, domenica 3 luglio.

Anteprima del programma:

ELEMENTS – STORIE DI NUVOLE, VENTO, MAREE.

Room & Breakfast La Gramadora

Sabato 2 luglio, ore 16,45

Eléonore Grassi, Il piccolo libro delle nuvole, Pendragon

Valentina Olivato, Piccolo libro delle maree, Pendragon

Mario Ferraguti, La ballata del vento, Ediciclo

Conduce Claudia Conti.

Con le letture di Teatro in Natura.

Elements rende omaggio alle suggestioni che il vento, le nuvole, le maree

sono capaci di donarci se ci fermiamo ad ascoltare questi fenomeni.

LE SCHEDE DEI LIBRI:

https://www.bookdealer.it/libro/9788865492772/la-ballata-del-vento-piccolo-ma-ostinato-inseguimento

https://www.bookdealer.it/libro/9788865988770/il-piccolo-libro-delle-maree

https://www.bookdealer.it/libro/9788833640037/il-piccolo-libro-delle-nuvole-un-mondo-di-meraviglie-appena-sopra-di-noi

Questi due giorni vedranno susseguirsi diverse attività, passeggiate letterarie per grandi e bambini, mostre fotografiche e di pittura, spettacoli di parole e musica per ogni età, laboratori, e una serie di incontri letterari organizzati su alcuni temi.

VI ASPETTIAMO! Info: libreria atlantide 051 6951180 – info@atlantidelibri.it

Room & Breakfast La Gramadora

Via Trucca 938/D – 40024 Castel San Pietro Terme (BO)

Telefono: +39 339 108 5987

EVENTUALI prenotazioni per pranzo o altro dovrebbero arrivare entro il 30 giugno, per necessità organizzative

Colazione/merenda (fetta di torta casalinga e 1 bevanda calda o fredda): 5 euro Pranzo/cena (pinsa Margherita, bevanda, caffè e dolce): 25 euro Aperitivo (focaccia con salamino e bicchiere di vino o bibita): 15 euro

Restate sintonizzati per gli altri incontri, per i dettagli di questo appuntamento, e degli altri!

Prossimamente qui  il programma definitivo: Parole, passi, sogni.

Per info sull’incontro: libreria Atlantide – 051 6951180 – info@atlantidelibri.it

Read Full Post »

Scriveva Klaus Mann: „Non capivo più i tedeschi! Ma non ero forse un tedesco anch’io? Certo lo ero; e non per la lingua soltanto. La cultura tedesca aveva formato la mia visione cosmica, la mia individualità spirituale, o quanto meno l’aveva influenzata in modo decisivo. Una casa paterna come la mia, un’infanzia sotto il segno dei Novalis, Hölderlin, George; come potevo essere estraneo allo spirito tedesco? O forse appunto ci si sentiva troppo parente, troppo intimamente legato al grande e nobile spirito germanico per poter aderire ora alla sua falsificazione, al suo avvilimento; forse si era talmente di casa nella sfera di un germanesimo europeo e universale, che ci si doveva sentire dei senzapatria nel paese in cui il pensiero universale era stato ridotto a un sogno di mondiale assoggettamento“ da La scritta sul muro (1930–1932).

 

Vi aspettiamo il 5 ottobre in libreria, alle 20,30, per parlare de Il cappellano – Appennino 1944 (Pendragon), in compagnia di Pier Giorgio Ardeni, uno dei due curatori del volume.

i dettagli, qui:

https://buoneletture.wordpress.com/2018/09/25/ciclo-di-incontri-in-libreria-la-montagna-sguardi-e-vite-di-un-luogo-sospeso-il-cappellano-appennino-1944-di-klaus-mann/

 

Read Full Post »

Thomas e Katia Mann, sei figli, a rappresentare la famiglia tedesca emblematica del Novecento. E un altro illustre personaggio, Heinrich, fratello di Thomas, pure lui scrittore (L’angelo  azzurro).  Talento, genio, drammi familiari, passioni, impegno e il rapporto con la madre patria, con il mondo culturale che li circondava. Giustamente ampia la letteratura in merito alle loro vite, che vi invitiamo a conoscere, come da ricordare sono gli scritti che ci hanno lasciato. La montagna magica, La scuola dei barbari. L’educazione della gioventù nel Terzo Reich (Giuntina, da Erika),  Memorie e pensieri – Una giovinezza in Germania (Il Mulino,da Golo ) Mephisto (Feltrinelli) e Il vulcano (Gallucci)da Klaus,  oltre al volume che andremo a presentare tra qualche giorno, Il cappellano – Appennino 1944, Pendragon: il 5 ottobre alle 20,30, qui in Atlantide. Dettagli in arrivo…

 

 

http://www.edt.it/libri/i-mann/

I MANN – STORIA DI UNA FAMIGLIA

Tradotto da Elisa Leonzio

 

Thomas e Katia Mann, insieme ai loro
sei figli, hanno rappresentato la famiglia tedesca del Novecento per eccellenza agli occhi del mondo intero. Come ebbe a scrivere uno dei massimi studiosi dello scrittore e premio Nobel, “ciò che per i britannici sono i Windsor, per i tedeschi sono i Mann”. La loro storia racchiude tutto ciò che ci si può aspettare da una grande saga familiare e letteraria che attraversa il secolo delle grandi tragedie mondiali: accanto a un dispiegamento fuori misura di talento, eccentricità e genio, una dose non comune di infelicità e una ricerca inesausta della propria identità e della propria libera affermazione personale.

Tilmann Lahme racconta in questo libro la complessa trama dei rapporti personali, degli amori repressi e di quelli realizzati, delle pulsioni segrete e di quelle affermate con coraggio, della storia vissuta sulla propria pelle al di là di ogni protezione fornita dal benessere e dalla fama del più illustre fra gli intellettuali tedeschi.

 

Read Full Post »

sì, questa nuova raccolta di racconti di Paolo Zanotti è un gioiellino per il bravo lettore, e viene davvero tanta malinconia per avere perso un narratore di razza così giovane. Troppo, solo 41 anni nel 2012, anno della sua morte. Una scrittura che fa pensare a certi bravi sudamericani del secondo novecento, con trame che traggono ispirazione dalla adolescenza e dalla giovinezza, dalla scoperta del mondo, dalla solidità dei rapporti con gli amici alla fragilità nell’affrontare l’universo femminile, e per affrontare degnamente la stagione dei regali, potreste leggervi IO E LICIA.. (E, P.S., giusto oggi: 28 Novembre 2017 – ore 19 Bologna, Libreria Irnerio Ubik, via Irnerio 27:
Presentazione del libro con la partecipazione di Nicola Barilli, Matteo Marchesini e Alberto Sebastiani.)
 
 
 
Paolo Zanotti, scomparso prematuramente nel 2012, è stato subito riconosciuto come uno degli scrittori più significativi e promettenti della nuova narrativa italiana. I suoi romanzi, Bambini bonsai e Il testamento Disney, avevano suscitato un consenso unanime per la straordinaria invenzione fantastica unita a un realismo minuzioso, e per la sapienza con cui accostavano apocalisse e leggerezza. Ma nella forma breve va visto un lascito non meno importante. Ognuno dei racconti contenuti nella presente raccolta costituisce infatti per stile e originalità di sguardo un mondo a parte: si va dalla fulminante fantaecologia di Bambini bonsai (racconto generatore dell’omonimo romanzo, pioniere della climate fiction italiana), alla straziante elegia di La cella geo grafica, fino a quell’imprendibile, aerea descrizione della «natura dell’amore collettivo» che è L’originale di Giorgia. E al centro restano i temi dominanti dell’opera di Zanotti: i sortilegi dell’infanzia, le amicizie di gruppo, gli amori e le illusioni della giovinezza.

Read Full Post »