Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘scrittori bologna’

 

il comunicato da parte di Non voglio mica la luna – laboratorio teatro donne

“Siamo felici di essere ospitate dalla libreria indipendente ATLANTIDE per un ciclo di incontri durante i quali racconteremo l’esperienza di Non voglio mica la luna sul territorio di Castel San Pietro Terme, che ci ha viste impegnate per sei anni consecutivi. Partiremo dalla prima edizione: MEDUSE, femmine fatali, espressione di una sensualità estrema, imperdonabili perché troppo vicine al ‘basso’, sorelle qui ed ora responsabili di una bambina che hanno visto nascere due volte.

Non voglio mica la luna è un laboratorio di teatro per donne promosso da Seacoop Cooperativa Sociale in collaborazione con l’Assessorato Pari Opportunità del Comune di Castel San Pietro Terme, condotto da Fulvia Lionetti, attrice e dottoressa in Discipline del Teatro.

 

Non voglio mica la luna vuole valorizzare un pensiero differente, coniugando teoria e prassi, rimettendo a fuoco la questione dell’auto-rappresentazione. Fondamentale è dunque la fonte di riferimento che mette in moto un processo culturale ad ‘alto quoziente di libertà’:

Nascita e morte della Massaia, Paola Masino, Isbn edizioni.

Il libro scritto tra il 1938 e il 1940 è stato definito da Masino stessa il “libro maledetto”: censurato dal fascismo, bruciato nello stabilimento Bompiani, colpito da un bombardamento. Nel ’45 finalmente vede la luce. Con una scrittura vibrante e ibrida, Paola Masino traccia il profilo metafisico e surreale di un femminismo ante litteram, è una riflessione sull’esistenza vana e superficiale a cui è costretta la donna e sul ruolo che le è riservato dalla società.

MEDUSE è la storia di una ribellione; da un’infanzia vissuta distesa in un baule, tra muffa, polvere, brandelli e oggetti di scarto, “catalogando pensieri di morte”, la giovane donna, di cui si tace il nome, viene iniziata alla vita adulta, complice la madre. Si adatta a recitare una parte, quella della massaia, consacrata al matrimonio.

MEDUSE è una ricerca in un reale che non ha proprio la forma di una felice promessa d’amore.

L’incontro successivo, mercoledì 27 marzo, s’intitolerà SIRENE, tratto dal racconto di Ingeborg Bachmann, Ondina se ne va.

 

Vi aspettiamo in libreria ATLANTIDE

mercoledì 27 febbraio ore 19,00

Saranno presenti all’incontro:

 Francesca Farolfi (Assessora Pari Opportunità)- Roberta Tattini (Presidente Seacoop)

Fulvia Lionetti (conduttrice laboratorio)- Simonetta Baschetti (Gastello)

! Aperitivo offerto da Gastello !

Gli incontri, ad ingresso gratuito, si svolgeranno nei locali di Libreria Atlantide a Castel San Pietro Terme (BO), via Mazzini 93, secondo gli orari indicati.

Per ulteriori informazioni è possibile contattarci attraverso la pagina Facebook Non voglio mica la luna

https://www.facebook.com/nonvogliomica.laluna/

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

 

Beautiful: music & fine arts

Ciclo di incontri in libreria (e non solo) a Castel San Pietro Terme, con il patrocinio del Comune di Castel San Pietro Terme (BO).

 

Il nuovo ciclo di incontri proposto da Libreria Atlantide sarà incentrato su due argomenti che non solo sono capaci di arricchire l’animo umano ma si dimostrano essere veri e propri temi fondativi dell’esperienza di vita di ciascuno di noi: Musica e Arte.

 

Libreria Atlantide dal 22 febbraio alla fine di maggio proporrà nei propri spazi e in altri luoghi del territorio romanzi storici e thriller, saggi e antologie di racconti, anche con l’intento di portare i libri in ambiti diversi da quelli noti.

 

Il ciclo avrà inizio il 22 febbraio, ospitando in libreria Laura Falqui e il suo IL MAGO DELL’APPENNINO (La Mandragora ediz.), romanzo dedicato alla singolare figura del Conte Mattei, a cui dobbiamo la celebre Rocchetta che porta il suo nome a Riola di Vergato.

Nel mese di marzo, mercoledì 13, Elena Lamberti, ricercatrice presso l’Università degli studi di Bologna, esplorerà le connessioni tra mondo della poesia e le canzoni di LEONARD COHEN – COME UN UCCELLINO SU FILI DI PAROLE (Castel Negrino editore), in compagnia di Francesco Benozzo, ricercatore presso la stessa università, autore di DAVID BOWIE – L’ARBORESCENZA DELLA BELLEZZA MOLTEPLICE (Universalia).

 

A seguire, il 22 marzo la Bocciofila di Castel San Pietro Terme ospiterà la presentazione de ON THE RADIO (Morellini editore): come recita il sottotitolo “storie di radio, dj e rock’n’roll”, antologia di racconti curata da Luca Martini e Barbara Panetta. Con D.J. set tematico finale.

on the radio

 

Il 5 aprile, tornando negli spazi di Atlantide, resteremo sintonizzati su queste frequenze con Andrea Vismara, musicista, scrittore, Dj, e il suo BISESTO – SETTE CANZONI PER LA MORTE (Spartaco edizioni), originale thriller in cui riecheggiano le note dei Bauhaus e della new wave degli anni Ottanta.

Ricco anche il calendario del mese di maggio, con le presentazioni di saggi e romanzi storici: l’8 maggio Paolo Cova, tutor accademico e Dottore di ricerca in Storia dell’arte, presenterà il suo saggio dal titolo LE ARTI E LA SPADA – LA COMMITTENZA ARTISTICA DEI TEMPLARI E DEI CAVALIERI DI MALTA IN EMILIA ROMAGNA (Persiani Editore), Gabriele Dadati con il romanzo L’ULTIMA NOTTE DI ANTONIO CANOVA (Baldini + Castoldi) e a fine maggio Lisa Laffi incontrerà il pubblico per parlare del suo ultimo lavoro, L’ULTIMO SEGRETO DI BOTTICELLI (Tre60 Edizioni).

 

 

Il ciclo avrà inizio il 22 febbraio 2019 alle ore 20.30 con la presentazione del libro di Laura Falqui, IL MAGO DELL’APPENNINO, La Mandragora edizioni. L’autrice ne parlerà con il Prof. Raffaele Milani.

 

LA SCHEDA DEL LIBRO

falqui mago

– In queste pagine il conte Cesare Mattei, signore della Rocchetta di Riola di Vergato, rinasce a nuova vita tra realtà e immaginazione, sulle tracce di una personalità misteriosa e amante del segreto. L’autrice ha disegnato una biografia immaginaria, dove la narrazione del fantastico si unisce alle atmosfere della Bologna ottocentesca, del paesaggio tosco-emiliano, tra evocazioni occultiste e suggestioni cosmiche.

 

Come si legge nelle note biografiche sul sito della Rocchetta, Cesare Mattei nacque a Bologna nel 1809 da una famiglia agiata e crebbe a contatto con i massimi pensatori dell’epoca: Paolo Costa, Marco Minghetti, Adolfo Audinot e Rodolfo Montanari. Fu tra i 100 fondatori della Cassa di Risparmio di Bologna e nel 1847 ricevette il titolo di Conte da Papa Pio IX. Dopo la morte della madre avvenuta nel 1845, si ritirò a Vigorso per studiare la sua “nuova medicina” fino a quando nel 1850 acquistò i terreni e iniziò a costruire il castello che lui stesso avrebbe chiamato “Rocchetta”, terminata dopo la sua morte dal figlio adottivo Mario Venturoli. Il conte Mattei dedicò tutta la vita allo studio della Elettromeopatia, scienza medica empirica di sua invenzione, e alla sua divulgazione che raggiunse fama mondiale tra il 1870 e il 1930. In seguito alla sua morte, avvenuta il 3 Aprile 1896, la produzione e distribuzione dei “Rimedi Mattei” proseguì attivamente fino al 1930 per poi svanire progressivamente a causa della perdita di efficacia della cura.

 

LAURA FALQUI è saggista, drammaturga, specialista di arti visive; prosegue tuttora la sua attività di regista e interprete. Studiosa dei Preraffaelliti inglesi, ha dedicato a questo argomento una trilogia di saggi e diversi scritti. Ultime sue pubblicazioni: Forme e materiali della città fantastica (2014), La sostanza nascosta. Il silenzio nella pittura (2017), la cura del volume Jane Lead, L’oro e il fuoco. Visioni (2018), con scritti inediti di una visionaria del Seicento inglese e il romanzo Il mago dell’Appennino. La leggenda del conte Mattei e della sua Rocchetta (2018). Assieme a Franca Zanelli Quarantini, sta presentando in biblioteche e centri culturali italiani una rievocazione legata a Olympe de Gouges, la famosa eroina della rivoluzione francese.

 

 

 

RAFFAELE MILANI è professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione nell’Università degli Studi di Bologna e Direttore del “Laboratorio di ricerca sulle città e i paesaggi” (Centro Studi Internazionale); Visiting professor in varie università straniere (tra cui la Sorbona e Kobe College), membro di numerosi Comitati Scientifici internazionali sull’estetica del paesaggio e della città. Numerosissimi gli interventi su riviste e le sue pubblicazioni. Tra queste: L’arte del paesaggio (il Mulino, Bologna 2001), Il paesaggio è un’avventura (Feltrinelli, Milano 2005), I volti della grazia. Filosofia, arte, natura (Il Mulino, Bologna 2009), Paesaggi del silenzio (Mimesis, Milano 2014), L’arte della città (il Mulino, Bologna 2015).

 

 

L’incontro, a ingresso gratuito, si svolgerà nei locali di Libreria Atlantide a Castel San Pietro Terme (BO), via Mazzini 93, secondo gli orari indicati.

Per ulteriori informazioni contattare Libreria Atlantide al numero di telefono 0516951180 o a mezzo email a info@atlantidelibri.it

 

 

rocchetta mattei

 

 

 

 

Read Full Post »

IL PRIMO APPUNTAMENTO DEL NUOVO ANNO. Con Dario Criserà, per il compleanno di Atlantide, abbiamo raggiunto quota 60 eventi nel corso del 2018. (per le foto, vi rimandiamo alla nostra pagina fb, https://www.facebook.com/libreria.atlantide.  Qualcuno ospitato in libreria, altri realizzati in collaborazione con altre realtà, biblioteche, associazioni. In diversi casi siamo stati solo il bookshop dell’iniziativa, o abbiamo fornito in conto vendita i volumi. Un impegno notevole, sopratutto per quelli realizzati tra le mura di Atlantide. Ora, pausa. (anzi, no, un evento esterno ci attende a Pianoro, per BiblioIncanto). Gli incontri in libreria riprenderanno venerdì 8 febbraio, e sarà per noi molto importante, prendete nota. Con Roberto Matatia, per parlare de I VICINI SCOMODI:
 
Storia di un ebreo di provincia, di sua moglie e dei suoi tre figli negli anni del fascismo, La Giuntina
 
 
È l’estate del 1938. Nissim è un ebreo greco, da pochi anni trasferitosi in Italia. Le sue capacità gli hanno permesso di raggiungere la tranquillità economica. L’apice del suo successo è una casa di mattoni rossi che sorge nella via più elegante di Riccione, di fronte alla spiaggia e, soprattutto, a pochi metri dalla villa dell’uomo più potente dell’epoca: il Duce. Una posizione ambita e invidiata da uomini di potere, fossero gerarchi o industriali. Mentre l’estate prosegue fra feste, ricevimenti, vita di spiaggia, l’atmosfera, per gli ebrei, comincia a farsi pesante. Una vicinanza così evidente di una famiglia di ebrei alla residenza di Mussolini è decisamente inopportuna. Così, sempre più insistenti iniziano le pressioni degli sgherri del regime sul povero Nissim affinché venda la villa. Nissim resiste disperatamente, finché le leggi razziali non cadono come una mannaia anche su di lui. Le minacce di violente ritorsioni costringono la famiglia a cedere per pochi soldi la famosa villa e a cercare di sopravvivere nella condizione di paria in cui la legislazione razziale li ha ridotti.
La figlia Camelia ci ha lasciato una preziosa testimonianza di quegli anni: alcune lettere giunte fino a noi in modo fortunoso. L’innocenza dell’adolescenza è più forte della crudeltà del mondo adulto e, pur vivendo in un mondo sconvolto dall’odio e dalle violenze verso la sua «razza», Camelia ci racconta i suoi sogni e i suoi progetti, ma anche il suo tormento per la famiglia, fino all’ultima lettera d’addio, scritta al suo amato, pochi istanti prima di essere portata via per quello che sarà il suo ultimo viaggio.

Read Full Post »

Autunno pieno, Natale ormai in vista. Ma prima, l’appuntamento con

il COMPLEANNO di ATLANTIDE si avvicina.

Il 4 dicembre festeggeremo i 25 anni di attività: 1993 – 2018, dunque.

Un quarto di secolo per la vostra libreria.

 

Tanti libri sono transitati sugli scaffali di Atlantide nei decenni.

Abbiamo sempre cercato di suggerirvi quelli che reputiamo degni di

attenzione, di grandi editori e di piccoli, con un occhio attento alla

qualità. Anche in futuro continueremo su questa strada, coltivando il

rapporto di fiducia e dialogo con i lettori, sostenendo le attività

benefiche del territorio, perché questo resti vivo;  proporremo nuove

occasioni di incontro con gli autori: in libreria, all’aria aperta, ma anche in

collaborazione con le biblioteche della zona, e con il Comune di Castel

San Pietro. Già qualcosa bolle in pentola per i primi mesi del 2019…

Grazie di cuore alla nostra clientela che ha continuato a seguirci con

affetto anche in questi ultimi dodici mesi!

Nella giornata di martedì 4 dicembre, nostro COMPLEANNO,  troverete

qualche leccornia per festeggiare insieme. Alle ore 20,45 ospiteremo Dario Criserà, con un intervento

teatrale, brani da Ulisse- Non è obbligatorio essere eroi, e un’anteprima da I prolissi sposi,

il nuovo spettacolo di primavera 2019.

Vi aspettiamo!

 

 

Read Full Post »

Grazie a Nicola Arcangeli e a Fabio Mongardi, a Corrado Peli, e a Clown Bianco editore, presente in sala! E agli intervenuti! Appuntamento al 2019 per le presentazioni, ma prima vi aspettiamo il 4 dicembre con il compleanno di Atlantide.

 

Read Full Post »

lo streaming di venerdì pomeriggio, con Maria Beatrice Masella intervistata dai reporter di Radio Immaginaria, è  disponibile on line qui: vale la pena ascoltarla! La galassia dei ragazzi è un caleidoscopio che va oltre lo stereotipo di “sdraiati”. Sanno stare insieme, lavorare in gruppo, impegnarsi, andare oltre le apparenze e superare le differenze. Un bell’esempio per tanti adulti, non credete?

http://radioimmaginaria.it/content/675-due-chiacchiere-con-maria-beatrice-masella

 

 

Read Full Post »

Gli APPUNTAMENTI di Atlantide

LIBRERIA ATLANTIDE 21 NOVEMBRE, Ore 20,30

FABIO MONGARDI (Il verme – Parallelo45 ed.ni) e NICOLA ARCANGELI (Rimini Graffiti – Clown Edizioni), due autori di noir

intervistati dallo scrittore CORRADO PELI (I bambini delle Case Lunghe – Time Crime)

 

Il verme, Parallelo45 edizioni

Una serie di omicidi di reduci dai campi di concentramento nazisti inducono un ispettore ormai prossimo alla pensione a indagare su dolorosi fatti della nostra storia recente.

Fabio Mongardi è nato e vive a Faenza. Prima di cominciare a scrivere ha lavorato in fabbrica, in teatro e nei campi. Ha pubblicato con le case editrici Mobydick, Giraldi e, in Germania, con la Scherz Verlag e la S. Fischer, dove si è fatto conoscere ed apprezzare con un romanzo poliziesco ambientato a Sant Antonio di Medicina.  Con Parallelo45 edizioni, nel 2015, ha dato alle stampe il romanzo inchiesta “Il caso Manzoni”, sulla drammatica e discussa strage dei conti Manzoni Ansidei di Lugo, finalista al Premio Mario Pannunzio di Torino, di cui ha scritto anche una riduzione sceneggiata, che sarà rappresentata prossimamente in teatro.

Il romanzo Il verme, pubblicato nel 2018 con Parallelo45 edizioni, è risultato finalista al Premio Arcangela Todaro-Faranda come inedito. Suoi racconti hanno vinto diversi premi, fra cui Orme gialle e, nel 2005, Graphie. Non ama il calcio.

 

 

 

Rimini Graffiti – Il valzer dei cani, Clown Bianco Edizioni

Un telefono che squilla di prima mattina non porta bene”. È questo il pensiero che attraversa la mente di Léonard Beck quando si appresta a rispondere alla telefonata con cui la ex moglie Roberta lo avvisa del ritrovamento del cadavere di Antonio Pesaresi, uno sbandato e alcolizzato che negli anni di gioventù era stato il suo migliore amico. Per Léonard, che ora ha sessantatré anni e vive a Milano, inizia un lungo viaggio a ritroso nel tempo, che lo porta a ripercorrere le tappe della sua adolescenza, a partire dalla traumatica separazione dei genitori, che lo costrinse a trasferirsi dalla California alla Rimini del boom turistico degli anni Sessanta. I ricordi di una città che non c’è più si intrecciano a quelli dei primi amori, delle amicizie, delle passioni, della musica. Ma anche a quelli della paura e del dolore. E della morte. Perché a Rimini c’è una storia d’orrore non raccontata. E ora i cani stanno per tornare… Nicola Arcangeli tesse una trama che, tra passato e presente, evoca le più belle atmosfere dello Stephen King di It e Stand by Me.

 

Nicola Arcangeli (1972), bolognese, ha esordito con il racconto Per un bicchiere di Bonarda pubblicato nell’antologia Il vino e la sua magia (Estro-Verso, 2010). Nel 2012 ha pubblicato il suo primo romanzo, scritto in collaborazione con Emanuela Tumiatti, Lo specchio delle sue brame (Giraldi Editore). L’autore vanta anche una partecipazione all’antologia 99 rimostranze a Dio (Ottolibri, 2013) con il racconto Call Center e all’audiolibro MPTales vol. 1 (Ottolibri, 2014) con il racconto Alfio. Sempre nel 2014 è uscito il suo secondo romanzo Dove oggi è già domani seguito nel 2016 dal sequel Solo il vento lo ascoltava, editi entrambi da Giraldi Editore a cui si aggiungono varie partecipazioni ad antologie tra cui Più veloce della luce (2017) edita da Pendragon nella collana “Glam”. Rimini Graffiti è il suo ultimo romanzo, pubblicato nel 2018 da Clown Bianco

 

Corrado Peli, nasce a Castel San Pietro nel 1974. È scrittore e giornalista. Ha scritto per Fanucci True Crime I bambini delle Case Lunghe.

 

L’incontro, ad ingresso gratuito, si svolgerà nei locali di Libreria Atlantide a Castel San Pietro Terme (BO), via Mazzini 93, secondo gli orari indicati.

Per ulteriori informazioni contattare Libreria Atlantide  allo 0516951180 o a mezzo email a info@atlantidelibri.it

 

 

Read Full Post »

Older Posts »