Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘scrittori colombia’

COLOMBIA – URUGUAY, sfida tra scrittori. Chi mandate avanti?
City of Bogotá, Cali in Colombia

per la Colombia, Álvaro Mutis (Bogotá 1923), uno dei maestri della letteratura ispanoamericana, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui in Italia il Premio Médicis nel 1989 e il Premio Nonino nel 1991. Einaudi ha pubblicato i suoi romanzi La neve dell’ Ammiraglio, Ilona arriva con la pioggia, Un bel morir, Abdul Bashur, sognatore di navi («Einaudi Tascabili»), Amirbar, Trittico di mare e di terra «I coralli»), la raccolta poetica Summa di Maqroll il Gabbiere e L’ultimo scalo del Tramp Steamer («I coralli»), precedentemente pubblicato da Adelphi. Nel 2003 Einaudi ha pubblicato la raccolta di racconti Storie della disperanza («L’Arcipelago Einaudi»).

per l’Uruguay, Mario Benedetti (1920-2009) è stato uno degli scrittori più popolari della letteratura in lingua spagnola del XX secolo. Poeta, romanziere, saggista e commediografo ottenne il successo negli anni ’60 con il romanzo La tregua. Da quel momento alternò l’impegno politico al lavoro letterario e intellettuale. Collaborò con la Casa de las Américas e nel 1971 fu nominato direttore del Dipartimento di Letteratura Latinoamericana dell’Università di Montevideo. Dopo il golpe militare, nel 1973, fu costretto a prendere la via dell’esilio. Tornerà in patria solo nel 1985. Tra i suoi romanzi è d’obbligo ricordare, oltre Grazie per il fuoco: Andamios, La tregua, I fondi del caffè.

Tattica e strategia, di Mario Benedetti
La mia tattica è guardarti
imparare come sei
volerti come sei
la mia tattica è parlarti
costruire con parole
un ponte indistruttibile
la mia tattica è rimanere nel tuo ricordo
non so come
né so con quale pretesto
ma rimanere in te
la mia tattica è essere franco
e sapere che tu sei franca
e che non ci vendiamo simulacri
affinché tra i due
non ci sia teloni
né abissi
la mia strategia è
invece
molto più semplice
e più elementare
la mia strategia è
che un giorno qualsiasi
non so con che pretesto
finalmente abbia bisogno di me.
— Mario Benedetti

NOTTURNO, di Alvaro Mutis
La notte respira,
indica i suoi spazi nitidi;
le sue creature, da infimi rumori,
dallo scricchiolio lieve dei legni,
si tradiscono.
La notte riconferma
un certo seme occulto
nella mina feroce che ci regge.
Col suo latte letale
nutre in noi
una vita che si prolunga
oltre ogni risveglio mattutino
sulle rive del mondo.
La notte che respira
il nostro faticoso alito da vinti
ci riserva e ci protegge
«per i più alti destini».

Read Full Post »