Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘sem’

in contemporanea con Usa e Regno Unito, già in libreria.
 
PREGHIERA DEL MARE, KHALED HOSSEINI, SEM edizioni
a cura di ROBERTO SAVIANO
ILLUSTRATO DA DAN WILLIAMS
 
Preghiera dal Mare raccoglie in forma di lettera le riflessioni di un padre che guarda il proprio figlio dormire durante il viaggio che sperano li porterà verso una vita migliore. L’uscita avverrà in occasione del terzo anniversario della morte di Aylan Kurdi, il bambino siriano di 3 anni il cui corpo era stato sospinto dalla marea su una spiaggia turca.
 
«Ci troviamo nel mezzo di una crisi migratoria di enormi proporzioni. “Preghiera dal mare” vuole essere anzitutto un tributo a milioni di famiglie che, come quella di Aylan, sono state costrette ad abbandonare il proprio paese e la propria vita» dice l’autore de Il cacciatore di aquiloni, che devolverà l’intera somma derivante dalla vendita del libro all’Unhcr e alla Fondazione Hosseini per finanziare azioni umanitarie a supporto dei rifugiati di ogni paese.
 
Dal giorno della morte di Aylan Kurdi sono morte in mare, o risultano disperse, almeno 4176 esseri umani.
#restiamoumani
 
PREGHIERA DEL MARE, KHALED HOSSEINI, SEM
a cura di ROBERTO SAVIANO
 
 

Read Full Post »

un nuovo editore, SEM (Società Editrice Milanese), e l’esordio arriva oggi con un inedito di Federico Fellini:
 
 
Federico Fellini, L’Olimpo, Sem
Parlavamo di ogni cosa: letteratura, raramente cinema, aneddoti, ricordi, persone, misteri, dèmoni, religioni, vita, morte, persino gli dèi o Dio. Se parlava di libri, sembrava che nessuno vivesse, come lui, dentro un libro” – Pietro Citati
 
“È stato Fellini a spingermi verso il mio cinema. Ci sono pochi registi che hanno allargato il nostro modo di vedere e hanno completamente cambiato il modo in cui sperimentiamo questa forma d’arte. Fellini è uno di loro. Non basta chiamarlo regista, era un maestro”. – Martin Scorsese
Federico Fellini

Federico Fellini (Photo credit: Wikipedia)

Eccoli, uno dopo l’altro, gli “attori” del mondo superiore: l’irresistibile, sensualissima Afrodite; Urano e il suo sanguinario figlio Crono; Dioniso, Pan, Selene immersa nell’incanto argenteo della notte; i Ciclopi, Poseidone, la fascinosa e perversa Pasifae che genera il Minotauro; l’orgiastico Minosse, nel cui seme nuotano millepiedi e scorpioni; Afrodite, suprema Ekberg celeste e marina. E con loro molti altri, ma su tutti Zeus, magnetico e volubile, onnipotente e capriccioso.
In un’atmosfera carica di tensione orgiastica, si muove la moltitudine delle divinità che dà vita a un umanissimo teatro dei caratteri, inaspettatamente vicino a quello che incontriamo nella vita di tutti i giorni, qui sulla nostra terra. In questo sorprendente “romanzo degli Dei”, Fellini ripercorre gli archetipi della nostra immaginazione – suo tratto artistico distintivo e magistrale – con la libertà fantastica e l’intelligenza critica del grande romanziere, onirico e pungente. L’invenzione inesauribile, la capacità unica di sorprendere propria di Fellini sfida qui l’impossibile, sceneggiando in un’opera totale di sensi, suoni, visioni e movimenti la metamorfosi incessante delle forme, propria della realtà come del sogno.
Concepito come soggetto e trattamento cinematografico, ma anche come narrazione “guida” per una serie televisiva, L’Olimpo fu elaborato dal Maestro dopo La città delle donne. Il film però non fu mai realizzato, né per il cinema, né per la televisione, e oggi rimane solo come testo scritto. Un inatteso capolavoro che testimonia, una volta di più, il genio inimitabile di Federico Fellini.

Read Full Post »