Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sergej Kostin’

Due proposte da Nikita, casa editrice specializzata in letteratura est europea, soprattutto di paesi dell’ex area comunista

Kathrin Aehnlich, Quando sarò grande volerò fino alle stelle, Nikita

Racconto autobiografico di un’infanzia a Lipsia negli anni Sessanta. Non un romanzo di formazione qualunque quindi, perche’ la narrazione e’ incentrata sugli anni della DDR e la sua rappresentazione, le sue dinamiche politiche e sociali, la televisione,gli oggetti e i cibi di uso allora comune: in questo contesto si muove la piccola protagonista, tra grandi sogni come quello piuttosto diffuso di diventare cosmonauta e la speranza di poter viaggiare e conoscere il mondo al di la’ dei confini imposti. C’e’una sottile malinconia dietro lo humour con cui questi ricordi vengono riportati; come se il racconto preciso e dettagliato di certi episodi, alcuni davvero divertenti, volesse non solo rendere conto dell’atmosfera dell’epoca ma anche far emergere la disillusione per un cambiamento, dopo il crollo del Muro, che si sperava piu’ incisivo: un velo di nostalgia  quindi, perche’ almeno a quel tempo si poteva sperare in qualcosa di piu’.

Sergej Kostin, Paris Weekend, Nikita

Un fine settimana complicato quello che attende Paco Araya,  singolare agente del Kgb di origine spagnola. Sbarcato a Parigi per vendicarsi dell’uomo che gli ha sterminato la famiglia, si trova al centro di un pericoloso intrigo internazionale, tra agenti spariti nel nulla, traffici di sostanze chimiche forse letali ed il coinvolgimento dei servizi segreti libici. Ne uscira’, forse, alla sua maniera cioe’ fidandosi solo di se stesso e delle sue intuizioni…
Primo capitolo di una trilogia che vede protagonista Paco Araya, Paris weekend e’ una spy-story in cui riecheggiano atmosfere alla Le Carre’ che non deludera’ gli amanti del genere; non a caso Sergej Kostin e’ un esperto di storia di spionaggio ed e’ considerato in patria un maestro del giallo poliziesco.

Read Full Post »