Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘storie d’amore’

I lettori lo sanno, ci si può affidare con una discreta sicurezza a Neri Pozza se si vogliono passare bei momenti in compagnia di buone letture.

Cosa faremmo se un nostro Io futuro, 1-60, l’Io sessantenne (neanche troppo simpatico) si presentasse e ci dicesse di cambiare radicalmente la nostra vita, perché le nostre scelte sono fonte di infelicità? Lo ascolteremmo?
Se dovessimo come conseguenza abbandonare l’amata in procinto di matrimonio, sarebbe la scelta giusta per tutti?

Con piglio originale e leggerezza, Q una storia d’amore, ci porta a considerare queste possibilità, e a indagare il senso delle nostre vite..

 Evan Mandery, Q una storia d’amore, Neri Pozza

Un giovane scrittore è perdutamente innamorato di Quentina Elizabeth Deveril, detta Q. Q è bellissima, dolcissima, adorabile e, per quanto dotata di un padre arrogante e insopportabile, il matrimonio è vicino e non vi sono ostacoli di sorta alla realizzazione dell’amore perfetto. Tuttavia, poco prima delle nozze, il giovane scrittore riceve una misteriosa lettera che gli chiede di riservare un tavolo per due in un costoso ristorante di Manhattan. Stupito e incuriosito, obbedisce e, giunto all’appuntamento, si trova di fronte un uomo che si presenta come il suo futuro «Sé», il suo «lo» del domani: un sessantenne triste e ingrigito che gli assomiglia in una maniera notevole e che gli intima di non sposare il grande amore della sua vita, la meravigliosa Q Il motivo? Lui e Q sono ignari portatori di una malattia genetica; i figli che nascerebbero dalla loro unione sarebbero destinati alla morte e il matrimonio a un conseguente naufragio. Lo scrittore scaccia subito dalla mente quel bizzarro incontro e quell’altrettanto bizzarro, e crudele, consiglio, frutto probabile di una burla. Col trascorrere del tempo, però, le parole del sessantenne si insinuano tra i suoi pensieri come un’ossessione ineliminabile. Risultato? Compie quello che mai avrebbe pensato: abbandona la fidanzata. Da quel momento in poi la sua vita cambia completamente direzione, non una ma dieci, cento volte. Altri suoi futuri «Sé», infatti, si susseguono al suo cospetto, convincendolo a sposare un’altra donna, poi a divorziare, a iscriversi alla facoltà di giurisprudenza, poi ad abbandonarla, a viaggiare, a praticare un certo sport e poi a smettere, a mettersi a suonare la chitarra, poi il violoncello, a leggere Proust, ad abbracciare il buddhismo, a studiare l’opera, a eliminare il glutine dalla sua dieta… Tra tutti questi pirotecnici eventi, una sola cosa rimane costante nella personalità dello scrittore: il suo amore per l’indimenticata Q.

L’autore:
Evan Mandery è nato nel 1967 a Brooklyn, New York, dove ha vissuto fino all’età di dodici anni. Ha trascorso il resto della sua infanzia a East Meadow, Long Island. Egli è l’autore di tre romanzi (Dreaming of Gwen Stefani, First Contact – Or it’s later Thank You Think, Q: A Novel ) e due opere di non-fiction. Insegna alla City University di New York, è un appassionato giocatore di poker e golf. Vive a Forest Hill, New York, con la moglie e i tre figli.

Read Full Post »

Quello che non ci siamo detti, Marc Levy, Rizzoli
In una New York primaverile piena di sole e di promesse, Julia Walsh si prepara a sposare il ricco e rassicurante Adam, l’uomo con il quale è placidamente fidanzata da anni. La sua unica preoccupazione è riuscire a entrare nel magnifico abito taglia 40 che Stanley, il suo migliore amico e consulente d’immagine, ha scelto per la cerimonia. Ma a pochi giorni dalla data fatidica, una telefonata dell’assistente di turno la informa che Anthony Walsh – per tutti brillante e invidiato uomo d’affari, per lei solo un padre distante e distratto – non potrà accompagnarla all’altare. Per una volta, bisogna ammetterlo, ha un’ottima scusa: è morto. Ma quando Anthony le compare inspiegabilmente davanti all’indomani del suo funerale, Julia si trova di colpo travolta da un’avventura sconcertante e meravigliosa: un viaggio nel tempo e fuori dal tempo che la costringe a incontrare davvero, per la prima volta, suo padre. A raccontargli verità fino a quel momento taciute perfino a se stessa, ad affrontare i nodi irrisolti della sua infanzia e a riscoprire la forza di un primo amore mai davvero dimenticato.

La stagione dei matrimoni, Katie Fforde, Polillo
Sarah Stratford è una delle migliori organizzatrici di matrimoni del Regno Unito, ma segretamente è una cinica che non crede più nell’amore, tanto meno eterno. Le faccende di cuore sono comunque l’ultimo dei suoi problemi. Ha infatti solo due mesi di tempo per predisporre le nozze di una celebre attrice e, come se non bastasse, nello stesso giorno si sposerà anche sua sorella Lily, che ha aspettative poco realistiche dato il budget irrisorio e si ostina a non capire che un vestito attillato non è la scelta migliore per nascondere una gravidanza. Fortunatamente, Sarah può contare sull’aiuto di due care e fidate amiche, benché entrambe abbiano questioni personali da risolvere: Elsa crea abiti da sogno, ma è afflitta da una desolante mancanza di fiducia in se stessa, mentre Bron ha molteplici talenti – parrucchiera, truccatrice, pasticcera – ma un fidanzato dispotico di cui vorrebbe disfarsi. Armate di santa pazienza, le tre giovani dovranno far fronte a capricci, panico, notti insonni e mille contrattempi, non ultimo quello che temono di più: innamorarsi.

Dal 16 giugno
NICHOLAS SPARKS, HO CERCATO IL TUO NOME, FRASSINELLI
Durante una missione in Iraq, il soldato Logan trova per caso, sulla nave in cui è imbarcato, la foto di una donna. Rientrato dal fronte si mette a cercare quel volto che le ha tenuto inconsapevolmente compagnia convinto che sia stato il destino a fargli trovare quell’immagine. Dopo una lunga ricerca la trova. E’ Beth, mamma di un bambino piccolo e con alle spalle un matrimonio sbagliato.
Quando le loro vite si incrociano, entrambi capiscono di essere fatti l’uno per l’altra. Ma Beth non sa che il loro incontro non è stato casuale: Logan ha attraversato a piedi gli Stati Uniti solo per ritrovare il suo sorriso. Un sorriso che, impresso in una fotografia, lo ha salvato quando era in Iraq e che, a distanza di cinque anni, sta per rivelargli la natura del vero amore.

Read Full Post »