Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘tibet’

DSC00135 Himalayan range, Tibet, China

Image via Wikipedia

Colin Thubron, uno dei maestri della narrativa di viaggio (anche se tale classificazioni non ci piacciono piu di tanto: letteratura PER ragazzi, letteratura gialla,…  che succede se leggiamo qualcosa destinata ad altra categoria? esiste la buona letteratura, e l’altra…), ci conduce sulle tracce della montagna sacra. Inutile parlare della sua ottima prosa, cosa risaputa. In questo testo però ci svela molti lati nascosti della sua esistenza, toccando corde intime e dolorose a volte, dando vita a un gran testo!

Colin Thubron, Verso la montagna sacra, Ponte alle grazie
Il monte Kailash è la montagna più sacra del mondo, venerata da un quinto dell’umanità. Isolato alle spalle dell’Himalaya centrale, secondo il mito sarebbe la fonte dell’universo scaturito dalle acque cosmiche e dalla mente di Brahmà. La sua vetta non è mai stata espugnata, ma per secoli pellegrini indù e buddhisti ci hanno camminato ritualmente attorno. Colin Thubron si unisce a questi pellegrini, dopo un’estenuante camminata dal Nepal, attraverso gli alti passi del Tibet, fino ai magici laghi che riposano alle pendici del Kailash. Un bellissimo diario di viaggio dal ritmo incalzante che coniuga la forza e la poesia della scrittura di Thubron con la sua capacità di mettersi in sintonia con le persone che incontra. Parla con contadini isolati e con monaci rinchiusi in monasteri decadenti; racconta storie di esilio e di eccentrici esploratori occidentali. Ma Verso la montagna sacra custodisce un’ulteriore dimensione: l’autore ha di recente assistito alla morte della madre. Sta compiendo un pellegrinaggio anche lui. Il suo percorso attorno alla grande montagna, venerata da una moltitudine di altri pellegrini, risveglia un paesaggio interiore di solitudine, amore e dolore, ridando vita a preziosi frammenti delle sue stesse origini.

Read Full Post »

 

In podcast, Pino Cacucci parla di Tibet e Cina

http://podcast.feltrinelli.it/podcast-file/cacucci_080317.mp3

 

Pino Cacucci 72 Stampa Rassegnata 17 marzo 2008

 

 

L’epoca dell’ipocrisia: la Cina è intoccabile, il Tibet non è mai stato una nazione.

 

 

Sempre a proposito di Cina e Tibet, segnaliamo un libro nuovissimo sull’argomento di Danilo Di Giangi, e un altro testo di un paio di anni fa che fa luce sulla lotta per la libertà del popolo tibetano

 

 

Fra barbari e dei

La vera politica cinese in Tibet

 

di Danilo Di Giangi

 

Pagine: 160

Formato: 14 x 21

Prezzo: E 13,00

Edizioni L’arciere, 2008

 

L’Autore descrive il suo viaggio di oltre 2.000 Km attraverso il Tibet e racconta la strategia della nuova Cina nel Paese, mascherata dietro gli illusori benefici del progresso, ma con reali ed esclusivi scopi di sfruttamento economico ed energetico stravolgendo la cultura, l’animo e le tradizioni.

 

 

 

Lontano dal Tibet

di Carlo Buldrini

€ 22,00 pp. 272

(i draghi) 978-88-7180-564-1

Lindau editore

2006

 

 

IL LIBRO:

Storie da una nazione in esilio.

 

Il 7 ottobre 1950, 40.000 uomini dell’Esercito di Liberazione Popolare cinese attaccano da otto direzioni diverse la città di Chamdo, nel Tibet orientale. Il piccolo esercito del Paese delle Nevi (8000 unità) viene sbaragliato. È l’inizio dell’occupazione militare del Tibet da parte della Repubblica Popolare Cinese che dura tutt’ora. Dopo la fallita insurrezione di Lhasa (marzo 1959), il Dalai Lama abbandona il paese e trova rifugio in India. Questo libro racconta la storia dell’esilio del popolo tibetano e della sua lotta per la libertà.

L’AUTORE:

Carlo Buldrini, pubblicista, ha vissuto in India 30 anni. Ha scritto per varie testate italiane e indiane ed è stato addetto reggente dell’Istituto Italiano di Cultura di New Delhi. È autore di In India e dintorni (1999). Lontano dal Tibet è stato pubblicato in India con il titolo A Long Way from Tibet (2005). Il libro è entrato subito nella lista dei best seller indiani.

Read Full Post »

Tibet

Grande tristezza è vedere le crude immagini della repressione cinese in Tibet. Tristezza ancora più grande è vedere continuare negli anni l’atteggiamento di accondiscendenza dei Governi di tutto il mondo nei confronti delle violazioni dei diritti umani fondamentali in Cina, per evitare ripercussioni economiche.

Qualche link per informarsi e firmare petizioni on line

http://www.italiatibet.org/

http://actionnetwork.org/campaign/tibet_protests/

Read Full Post »