Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

 

AUTORI a Scuola –

SPECIALE PER GLI INSEGNANTI – Istituti Superiori

Siamo fermamente convinti che l’attività di lettura possa essere straordinariamente arricchita dall’incontro con l’autore.

Nel corso del presente anno scolastico Corrado Peli (I bambini delle Case Lunghe, Time Crime Fanucci editore, romanzo di formazione), Paolo Malaguti (Prima dell’alba, Neri Pozza un noir ambientato tra i giorni di Caporetto e il 1931), Paolo Casadio (Il bambino del treno, Piemme – tema Olocausto) hanno incontrato diverse classi del Liceo Scientifico Rambaldi Valeriani di Imola, dell’Istituto Tecnico Agrario Scarabelli, dell’Istituto Enrico Mattei di San Lazzaro.

Per il prossimo anno scolastico, 2019 –  2020, l’offerta si avvarrà di un nutrito numero di autori, oltre ai citati, con titoli e tematiche capaci di spaziare in più direzioni, dal romanzo storico a quello di attualità, dal romanzo di formazione a quelli che trattano l’immigrazione, proponendo libri per tutte le classi delle superiori.

Nessun onere risulterà a carico dell’Istituto, raccomandiamo però un approfondito lavoro preparatorio in classe per introdurre le opere presentate, per fare in modo che la tematica affrontata nel volume sia già conosciuta ai ragazzi. Per esigenze organizzative è necessario che siano coinvolte almeno due\tre classi, se non quattro o cinque, in base alla località di provenienza dell’autore.

Aderendo al progetto è richiesta l’adozione del volume da parte della scuola: ai ragazzi daremo l’opportunità di acquistare i volumi presso Atlantide con uno sconto del 10%, facoltativamente, senza obbligo. I libri sarebbero consegnati direttamente presso i locali della scuola, ci servirà pertanto la collaborazione del docente referente per le operazioni necessarie. L’adozione permetterà la messa a disposizione di copia omaggio per il docente.

Collaboriamo inoltre con Feltrinelli (http://www.primaeffe.it/attivita/autori-feltrinelli-a-scuola/ ) e con Marcos Y Marcos (http://www.marcosymarcos.com/oggetti/) per quanto riguarda i loro progetti indirizzati al mondo delle scuole.

Gli Istituti superiori della zona interessati a conoscere l’elenco completo degli autori e delle iniziative, o desiderosi di ricevere ulteriori informazioni possono contattarci al nostro numero telefonico 051 6951180 o via mail: info@atlantidelibri.it

 

 

Read Full Post »

– Ebbene, ha parlato. Quando è stato chiesto loro se erano interessati a “onori, ricompense o una vita più facile” … hanno urlato “No! No!” Hanno accettato l’assioma secondo cui “la pace perpetua sarebbe una catastrofe per la civiltà umana” e, con l’esso, l’ordine di armarsi “a qualunque costo e qualunque mezzo, anche se dovesse significare fare tabula rasa di tutto ciò che si definisce vita civile”. – Le parole di colui che avrebbe fatto anche cose buone pronunciate nel 1939, in apertura del libro di Iris Origo dal titolo eloquente. Rappresentazione emozionata delle paure vissute in quei giorni.
Un brivido nell’aria
 
Vigilia di Guerra 1939-1940
 
 
Iris Origo, Passigli
 
 
Grazie alla sua ascendenza inglese e americana e al matrimonio con un membro dell’aristocrazia romana (Antonio Origo), Iris Origo aveva accesso al corpo diplomatico e agli ambienti vicini alla monarchia e al fascismo, nonostante di quest’ultimo fosse fiera oppositrice e mantenesse contatti con esponenti antifascisti. In questo straordinario diario personale, che l’autrice ha tenuto fra il 1939 e il 1940, è narrato il progressivo scivolare dell’Italia verso una guerra che pochi volevano tanto nelle forze armate quanto nello stesso fascismo, a cominciare da Galeazzo Ciano, Ministro degli Esteri e genero del Duce. L’opprimente atmosfera di un paese alla vigilia dell’entrata in guerra, e il contrasto tra la Roma del fascismo imperante e la Val d’Orcia ancora immersa nella immobilità e nell’isolamento proprio della campagna italiana di allora, fanno di questo diario un importante complemento di “Guerra in Val d’Orcia”, in cui Iris Origo documenta la tragedia del conflitto e degli anni bui della guerra civile. Un libro che offre un importante contributo alla comprensione di un passaggio cruciale della nostra storia, e di come talora gli errori di una classe politica possano avere conseguenze catastrofiche per una nazione

Read Full Post »

si avvicina il tempo delle feste di fine anno scolastico. Atlantide collabora con una dozzina di scuole, fornendo libri per ragazzi in conto deposito: insegnanti e genitori diventano librai per un giorno, e si organizzano per venderli. E sul totale del venduto Atlantide riconosce una percentuale, ritirando quelli rimasti. Una valida forma di autofinanziamento, che permette inoltre di avvicinare i giovani alla lettura.
Sono arrivati un po’ di rifornimenti..

Ecco in cosa consiste la proposta, solitamente adatta alle tradizionali Feste di fine anno scolastico, ma fruibile anche in altri periodi dell’anno, regolarizzata fiscalmente con rilascio di ricevute d’acquisto:  

LA SCELTA DEI LIBRI. Libreria Atlantide seleziona un certo numero di titoli scelti tra le novità editoriali di narrativa e divulgazione per ragazzi, anche in base a specifiche esigenze dell’Istituto, che può anche indicare titoli, collane, temi, che vorrebbe fossero presenti alla Festa. Solitamente, cerchiamo di privilegiare volumi delle collane economiche.  

LA VENDITA. L’Istituto si organizza per curarne la vendita nei propri spazi nel giorno ( o nel periodo) prescelto,reclutando volontari disposti a diventare “librai per un giorno”, e riceve immediatamente in contanti una percentuale del 20% sull’ammontare totale dei soli libri venduti, restituendo quelli rimasti.  

QUANDO? Solitamente, il momento migliore è quello delle feste di fine anno scolastico. Qualche Istituto usa scegliere però un giorno speciale per queste feste, dedicandolo completamente al libro, abbinando l’evento con incontri con autori, pubbliche letture…  

UN GIORNO SOLO, PIU’ GIORNI?  Altre realtà (come alcune biblioteche) dedicano un periodo più lungo alla Festa, permettendo alla comunità di visitare con più calma l’esposizione, organizzando “visite guidate” con le classi delle scuole della zona.  

LIBRI PER I GRANDI? Sovente, insieme ai libri per ragazzi, ci viene richiesto di fornire anche volumi per adulti: Atlantide non si occupa solo di editoria per ragazzi, quindi siamo in grado di dare corso anche a questo tipo di richieste.

  ACQUISTARE LIBRI CON IL RICAVATO. E’ inoltre possibile che l’Istituto decida di acquistare con il ricavato (o con parte di esso) libri presso la nostra Libreria: in tal caso offriremo un ghiotto sconto sul prezzo di copertina!  

Read Full Post »

Questa poesia di Dino Buzzati esprime il senso del 25 aprile, la Liberazione.
Aprile 1945 – Dino Buzzati
Ecco, la guerra è finita.
Si è fatto silenzio sull’Europa.
E sui mari intorno ricominciano di notte a navigare i lumi.
Dal letto dove sono disteso posso finalmente guardare le stelle.
Come siamo felici.
A metà del pranzo la mamma si è messa improvvisamente a piangere per la gioia,
nessuno era più capace di andare avanti a parlare.
Che da stasera la gente ricominci a essere buona?
Spari di gioia per le vie, finestre accese a sterminio,
tutti sono diventati pazzi, ridono, si abbracciano,
i più duri tipi dicono strane parole dimenticate.
Felicità su tutto il mondo è pace!
Infatti quante cose orribili passate per sempre.
Non udremo più misteriosi schianti nella notte
che gelano il sangue e al rombo ansimante dei motori
le case non saranno mai più cosi ‘ immobili e nere.
Non arriveranno più piccoli biglietti colorati con sentenze fatali,
Non più al davanzale per ore, mesi, anni, aspettando lui che ritorni.
Non più le Moire lanciate sul mondo a prendere uno
qua uno là senza preavviso, e sentirle perennemente nell’aria,
notte e dì, capricciose tiranne.
Non più, non più, ecco tutto;
Dio come siamo felici

Read Full Post »

19 marzo

 

Quella notte sognai di tornare nel Cimitero dei Libri Dimenticati. Avevo di nuovo dieci anni e mi svegliavo nella mia vecchia stanza avvertendo che la memoria del viso di mia madre mi aveva abbandonato. Nel modo in cui si sanno le cose nei sogni. Sapevo che la colpa era mia e soltanto mia perché non meritavo di ricordarlo e perché non ero stato capace di renderle giustizia.

 

Dopo un po’ entrava mio padre, allarmato dalle mie urla di angoscia. Mio padre, che nel sogno era ancora giovane e aveva tutte le risposte del mondo, mi abbracciava per consolarmi. Poi, quando le prime luci dipingevano una Barcellona di vapore, uscivamo. Mio padre, per qualche motivo che non riuscivo a comprendere, mi accompagnava soltanto fino al portone. Lì mi lasciava la mano e mi faceva capire che quello era un viaggio che dovevo intraprendere da solo.

 

Incipit de Il labirinto degli spiriti, Carlos Ruiz Zafon

 

 

Read Full Post »

Fare incontrare gli scrittori con gli studenti: siamo particolarmente orgogliosi  di questa collaborazione. Sabato prossimo Paolo Malaguti incontrerà alcune classi delle superiori per confrontarsi su “Prima dell’alba”. Qualche settimana dopo, sarà il turno di Paolo Casadio, e il suo Il bambino del treno. Doveroso GRAZIE agli autori, per la voglia di affrontare una trasferta, e per la loro squisita disponibilità; GRAZIE anche ai docenti: serve un lungo lavoro preparatorio per convincere altri colleghi, i genitori, proporre nella giusta maniera la lettura in classe. Incontrare la persona che ha dato vita alle pagine di un libro permette ai ragazzi di ampliare gli orizzonti, di avvicinarli al mondo del libro,  di esercitare uno sguardo critico alla lettura. Saranno momenti capaci di generare ottimi frutti. Uno stimolo importante!

(per gli istituti della zona: siamo pronti a collaborare per darvi assistenza nel contattare gli autori, nell’organizzare l’incontro..)

Read Full Post »

chi ha letto i libri di Robert Walser non può esimersi dal precipitarsi in libreria (meglio se in una libreria indipendente) per appropriarsi di un piccolo libro, capace di riservare grandi emozioni. Con la garanzia del nome di un autore, Paolo Miorandi, e del suo editore, Exorma.
Un viaggio in sette capitoli, tanti quanto gli ultimi passi dello scrittore svizzero nella neve, nella sua ultima passeggiata. Un viaggio nella personale esperienze di Paolo Miorandi, “sulle orme di Robert Walser”, come recita il sottotitolo, aneddoti, riflessioni, citazioni.
Verso il bianco –
Diario di viaggio sulle orme di Robert Walser,
Paolo Miorandi, Exorma
Un diario di viaggio a Herisau, nella Svizzera tedesca, dove Robert Walser ha vissuto, internato in manicomio, per ventitré anni, la parte finale della sua vita.
Nel primo pomeriggio del giorno di Natale del 1956, il corpo senza vita di Robert Walser fu trovato lungo un sentiero di montagna.
La celebre fotografia in bianco e nero scattata da un anonimo poliziotto accorso sul posto, e riprodotta su ogni libro dedicato allo scrittore svizzero, lo ritrae disteso sulla neve, adagiato nel bianco.
Verso il bianco è un pellegrinaggio nei luoghi walseriani, come lo definisce lo stesso autore, una sfida e uno scavo. Paolo Miorandi procede, dal capitolo 7 (sette sono le orme di Walser nella neve) al capitolo 1, che è l’ultimo, viaggiando a ritroso in una delle più profonde ed eccentriche esperienze letterarie del Novecento.
Robert Walser, introverso ironico e visionario, amato e ammirato da Kafka e Benjamin, da Musil e Herman Hesse, come da molti altri numi tutelari che hanno cercato di carpirne il segreto – Canetti, Sebald, Seelig – e considerato tra i massimi autori di lingua tedesca del secolo, rimane oggi tra i più invisibili. Ma Gianni Celati ci conforta: “Con l’epidemia di romanzi d’attualità che c’è in giro, e il conseguente crollo dell’intelligenza, Walser resta una specie di luce, un’energia che i media non hanno ancora divulgato e perciò svuotato”
Paolo Miorandi è nato e vive a Rovereto in Trentino, un buon posto dove stare – dice – ammesso che uno abbia delle vie di fuga. Lavora come psicoterapeuta e dedica alla scrittura parte del suo tempo. Oltre a contributi in ambito specialistico ha pubblicato: In basso a sinistra. Un viaggio in Cile (2003); Ospiti (2010); Nannetti (2012) da cui è stato tratto il cortometraggio Libro di sabbia, realizzato con il regista Lucio Fiorentino; Lessico di Hiroshima (2015) portato in scena con le musiche originali composte da Roberto Conz.

Read Full Post »

Older Posts »