Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

I PIU’ VENDUTI del 2018
Francesca Cavallo ed Elena Favilli, Storie della buonanotte per bambine ribelli vol 2, Mondadori
è il bestseller dei primi sei mesi del 2018
A SEGUIRE:
n. 2 Maurizio De Giovanni, Sara al tramonto,Rizzoli
n. 3 Fred Vargas Il morso della reclusa, Einaudi
n.4 Alicia Gimenez Bartlett, Mio caro serial Killer, Sellerio
n.5 Storie della buonanotte per bambine ribelli, Mondadori
n.6 Andrea Camilleri, Il metodo Catalanotti, Sellerio
n.7 Palacio R.J, Wonder, Giunti
n.8 Paolo Casadio, IL bambino del treno, Piemme
n.9 Ilaria Tuti, Fiori sopra l’inferno, Longanesi
n.10 Michael Connelly, Il lato oscuro dell’addio, Piemme
n. 11 Catherine Dunne, Come cade la luce, Guanda
n.12 Daria Bignardi, Storia della mia ansia, Mondadori
N. 13 Paolo Giordano, Divorare il cielo, Einaudi
N. 14 John Grisham, La grande truffa, Mondadori
n. 15 Marco Balzano, Resto qui, Einaudi
n. 16 Corrado Peli, I bambini delle Case Lunghe, TrueCrime
N.17 Lucinda Riley, La ragazza delle perle, Giunti
n. 18 Jo Nesbo, Macbeth, Rizzoli
N. 19 Clara Sanchez, L’amanto silenzioso, Garzanti
N. 20 Antonio Manzini, L’anello mancante, Sellerio
Metodologia di calcolo: i libri venduti in occasione delle presentazioni non vengono conteggiati. Par condicio nei confronti degli altri: Paolo Casadio e Corrado Peli avrebbero in questo caso qualche punto in più in cllassifica.

Read Full Post »

8 settembre, giornata mondiale per l’alfabetizzazione. In molti Paesi si svolgono migliaia di eventi per contrastare questa piaga, che diventa sempre più virulenta anche (e soprattutto ) tra gli adulti. L’Italia ha il triste primato europeo per quanto riguarda le difficoltà di lettura tra la popolazione compresa tra i 16 e i 65 anni, ma non mi risulta ci sia mai stata un’azione da parte dell’autorità centrale per coordinare ed incentivare la lotta al fenomeno. Questa è il portale creato nel 2013 dai vicini francesi: https://www.illettrisme-journees.fr/
Un MEMENTO dall’Unesco. “È anche per questo che il tema della Giornata di quest’anno è “Alfabetizzazione per il XXI secolo”, scelto per puntare i riflettori sull’ampia gamma di abilità richieste per poter partecipare attivamente alla vita di una società globalizzata e in continua evoluzione come la nostra: conoscenza delle lingue straniere, comprensione della diversità culturale, lifelong learning e competenze informatiche solo per citarne alcune.”

Read Full Post »

 

L’ignoranza è forza..

Questo ministero ha il compito di produrre tutto ciò che ha a che fare con l’informazione: propaganda di partito, editoria, programmi radiotelevisivi, ma anche ad esempio la letteratura. Oltre che di realizzarlo, questo ente si occupa anche di rettificarlo, ossia di riscriverlo, e di fatto anche falsificarlo, per renderlo conforme alle direttive e all’ideologia del partito, ad esempio:

 

–  tutti i testi letterari del passato vengono costantemente modificati per adattarne il lessico ai principi della neolingua;

– quando un sovversivo viene fatto sparire dal partito, viene applicata anche la damnatio memoriae: viene cioè eliminato, da tutti i libri, i giornali, i film e così via, tutto ciò che si riferisca direttamente o indirettamente alla persona in oggetto;

– tutte le statistiche, o gli annunci di variazione della quantità dei beni circolanti nello stato, sono sempre presentati come rialzi, anche nei casi in cui si trattava in realtà di un ribasso;

– quando, durante la guerra, avviene un rovesciamento di fronti e il nemico cambia, tutti i dati storici vengono modificati in modo da far sembrare che tale cambiamento non sia mai avvenuto, e che il nemico sia rimasto sempre lo stesso.

 

Benvenuti al MINIVER, il Ministero della Verità. (wikipedia)

Altre affermazioni: La guerra è pace, La schiavitù è libertà, la menzogna è verità, aggiungiamo noi.

saluti da George Orwell

 

Read Full Post »

non ditemi che non sapete che cosa fa un book’n’griller.. Nel 2037 i barbecue si fanno con edizioni pregiate di pregiate edizioni dei classici più amati, ogni chef stellato è pronto a soddisfare gli appetiti chic di facoltosi con piatti come questi: Šašlik di storione con L’idiota, Gamberetti con Zio Vanja, Carrè di agnello alla Don Chisciotte, Bistecca di tonno alla Moby Dick. In rigorosa clandestinità, visto che la legge non permetterebbe la cosa. L’inquietante futuro prospettato da Sorokin ne MANARAGA..
 

Carré di agnello con “Don Chisciotte”, bistecca di tonno con “Moby Dick”, manzo di Kobe con “L’adolescente”. E’ il 2037, l’unica carta stampata è quella delle banconote e leggere significa dar fuoco ai libri per cuocervi sopra cibi prelibati. Le edizioni cartacee sono cimeli conservati nei musei: gli chef che si dedicano al “book’n’grill” lavorano spesso nella più totale clandestinità per soddisfare le richieste dei loro ricchi clienti. Géza, uno di questi cuochi, specializzato in classici russi, racconta i suoi viaggi per il mondo, tra prelibatezze e traffici illeciti, fino allo scontro con una società segreta dedita alla falsificazione di rare prime edizioni che ha il suo centro in cima al monte Manaraga. Divertente, surreale, spiazzante, un romanzo che critica il presente con raffinati strumenti stilistici e inventivi.

 

Edito da Bompiani, tradotto da Denise Silvestri

 

Read Full Post »

giusto riconoscimento, ottimo libro, e coronamento del percorso di una autrice affascinata dagli spunti narrativi che la storia offre. Ricordiamo ad esempio Le rondini di Montecassino, in cui il suo occhio cadeva sulla presenza di pachistani, polacchi ed altre nazionalità nella sanguinosa battaglia.
Nata a Monaco nel 1964 da una famiglia di ebrei originari della Polonia e naturalizzati tedeschi, dal 1983 vive in Italia.
Al secondo posto, Marco Balzano con Io resto qui, terza Sandra Petrignani.
 
 
Premio Strega, vince Janeczek: “Racconto la vita di Gerda, è il simbolo della donna libera”
La scheda del libro LA RAGAZZA CON LA LEICA, edito da Guanda

Finalista al Premio Campiello 2018
Vincitore del Premio Bagutta 2018
Il 1° agosto 1937 una sfilata piena di bandiere rosse attraversa Parigi. È il corteo funebre per Gerda Taro, la prima fotografa caduta su un campo di battaglia. Proprio quel giorno avrebbe compiuto ventisette anni. Robert Capa, in prima fila, è distrutto: erano stati felici insieme, lui le aveva insegnato a usare la Leica e poi erano partiti tutti e due per la Guerra di Spagna. Nella folla seguono altri che sono legati a Gerda da molto prima che diventasse la ragazza di Capa: Ruth Cerf, l’amica di Lipsia, con cui ha vissuto i tempi più duri a Parigi dopo la fuga dalla Germania; Willy Chardack, che si è accontentato del ruolo di cavalier servente da quando l’irresistibile ragazza gli ha preferito Georg Kuritzkes, impegnato a combattere nelle Brigate Internazionali. Per tutti Gerda rimarrà una presenza più forte e viva della celebrata eroina antifascista: Gerda li ha spesso delusi e feriti, ma la sua gioia di vivere, la sua sete di libertà sono scintille capaci di riaccendersi anche a distanza di decenni. Basta una telefonata intercontinentale tra Willy e Georg, che si sentono per tutt’altro motivo, a dare l’avvio a un romanzo caleidoscopico, costruito sulle fonti originali, del quale Gerda è il cuore pulsante. È il suo battito a tenere insieme un flusso che allaccia epoche e luoghi lontani, restituendo vita alle istantanee di questi ragazzi degli anni Trenta alle prese con la crisi economica, l’ascesa del nazismo, l’ostilità verso i rifugiati che in Francia colpiva soprattutto chi era ebreo e di sinistra, come loro. Ma per chi l’ha amata, quella giovinezza resta il tempo in cui, finché Gerda è vissuta, tutto sembrava ancora possibile.

Read Full Post »

I LIBRI PIU’ VENDUTI di Giugno 2018

 

Il metodo Catalanotti di Andrea Camilleri

 

è il bestseller di giugno 2018. C’era da aspettarselo!

Ma per fortuna, abbiamo anche delle sorprese, continuando a leggere la classifica.

 

 A SEGUIRE:

al secondo posto, Me contro Te, Divertiti con Luì e Sofì, Mondadori

al terzo posto, Corrado Peli, I bambini delle Case Lunghe, True Crime (eccellente noir ambientato nelle umide terre di pianura)

n.4 Paolo Giordano, Divorare il cielo, Einaudi

n.5 Elizabeth George, Punizione, Longanesi

n.6 Jo Nesbo, Macbeth, Rizzoli

n.7 Joel Dicker, La scomparsa di Stephenie Mailer, La nave di Teseo

n.8 Christian Frascella, Fa troppo freddo per morire, Einaudi

n.9 Ali Smith, Autunno, Sur (il nostro preferito, lo abbiamo suggerito a tanti lettori)

n.10  Franco Berrino, Ventuno giorni per rinascere, Mondadori

 

Read Full Post »

 

I LIBRI NON HANNO CONFINI.

 

“Se voi avete il diritto di dividere il mondo in italiani e stranieri, allora io dirò che, nel vostro senso, io non ho Patria e reclamo il diritto di dividere il mondo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall’altro. Gli uni son la mia Patria, gli altri i miei stranieri.

(L’obbedienza non è più una virtù)

DON MILANI

 

Le librerie sono sempre state luoghi di incontro, in cui scoprire il mondo, ampliare gli orizzonti. I muri non aiutano nessuno, servono solo ad isolarsi, e a perdere la facoltà di udire le voci.

 

Aprire un libro vuole dire permettere al pensiero di confrontarsi con quello di un’altra persona, diventare empatici e propensi all’ascolto. Ad Atlantide trovate in bella vista un piccolo scaffale dedicato ai migranti. Per bambini e per grandi.

 

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »