Feeds:
Articoli
Commenti

 

 

pregevole proposta di Erickson, con nomi prestigiosi come Alberto Pellai, Edgar Morin, Riccardo Mazzeo e Marco Montanari riuniti insieme per dare modo ai genitori di affrontare l’argomento terrorismo con i bambini:

Parlare di ISIS ai bambini

a cura di Dario Ianes

Alberto Pellai, Edgar Morin, Riccardo Mazzeo, Marco Montanari

http://www.erickson.it/Libri/Pagine/Scheda-Libro.aspx?ItemId=41402

Quali parole può usare un genitore per spiegare a un figlio il fanatismo religioso, gli attentati terroristici, e riuscire a farlo sentire protetto e al sicuro?

Come può un insegnante discutere con i propri alunni di ISLAM, Corano, Califfato, senza semplificazioni né pregiudizi?

L’educazione può essere un antidoto alla violenza?

Il libro aiuta gli adulti a spiegare ai bambini in modo chiaro, semplice e completo una questione complicata come l’ISIS e il terrorismo islamico.

Rivolto a insegnanti e genitori, fornisce loro il lessico, gli strumenti, le nozioni e la modalità con cui spiegare a bambini e ragazzi cosa è il terrorismo islamico, come e perché nasce, come parlare di avvenimenti difficili da approcciare come le stragi, gli attentati, la paura.

È pensato per poter essere usato sia dal genitore che dal professore a scuola. Considera la questione sotto gli aspetti:

  • emotivo, attraverso le indicazioni e i suggerimenti di Alberto Pellai, che illustra le modalità più efficaci per parlare di violenza e di stragi, per spiegare la guerra, per gestire la paura;
  • teorico-filosofico, grazie ai contributi di Edgar Morin e Riccardo Mazzeo, che affrontano la questione del dialogo e della convivenza;
  • storico-culturale, con l’intervento di Marco Montanari, che, basandosi su fonti obiettive e documentate, presenta la storia del terrorismo e le condizioni dei paesi arabi.

Andrea De Carlo, L’imperfetta meraviglia, Giunti

Un romanzo che alterna il ritmo del rock, la leggerezza della commedia brillante, e la profondità del tempo che tutto cambia e modifica. Un continuo mutamento che è la bellezza della vita, la possibilità di essere veramente, fino in fondo, quel che siamo.

 

“La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni altrui”

 

Succede in Provenza, d’autunno, stagione che mescola le prime umide nebbie con un lungo strascico di calore quasi estivo. I borghi e le ville si stanno vuotando di abitanti e turisti. Ancora un grande evento però si prepara. Quasi a sorpresa, sul locale campo di aviazione, si terrà il concerto di una celebre band inglese, i Bebonkers, un po’ per fini umanitari un po’ per celebrare il terzo matrimonio di Nick Cruickshank, vocalist del gruppo e carismatico leader. I preparativi fervono, tutti organizzati dal piglio fermo di Aileen, futura moglie di Nick. In paese c’è una gelateria gestita da Milena Migliari, una giovane donna italiana che i gelati li crea, li pensa, li esperimenta con tensione d’artista. Un rovello continuo che ruota attorno all’equilibrio instabile del gelato, alla sua meraviglia imperfetta perché concepita per essere consumata o per liquefarsi, per non durare…

 

Italiano: Andrea De Carlo a Bertinoro per la p...

Italiano: Andrea De Carlo a Bertinoro per la presentazione di “Mare delle Verità” (Photo credit: Wikipedia)

ne abbiamo scritto di recente ultimamente, Antoine Volodine è uno degli autori più originali in circolazione, e sembra che l’editoria italiana se ne stia accorgendo. Così, a pochi mesi dalla pubblicazione de Angeli Minori per l’Orma editore, ecco il suo libro vincitore del Prix Medicis 2014, Terminus Radioso, 66thand2nd. Slurp!
 

L’autore sarà ospite al Festivaletteratura di Mantova 2016

Tradotto da Anna D’Elia

 
Steppa sconfinata. Bianco nitore d’inverno. E d’estate le erbe, mutanti, che ondeggiano accarezzate dal vento. Un mondo contaminato, reso invivibile dalle esplosioni di reattori nucleari impazziti, orgoglio di una Seconda Unione Sovietica sull’orlo dell’abisso. Unica eccezione a questo vuoto dominato dalla natura è Terminus radioso, un kolchoz dove la vita continua a scorrere intorno a una pila atomica sprofondata nel terreno. Laggiù Nonna Udgul, a cui le radiazioni hanno regalato una sorta di immortalità, gestisce le operazioni di smaltimento dei rifiuti radioattivi, e Soloviei, il presidente, guida con i suoi poteri sovrannaturali i pochi superstiti in un’atmosfera di sogno che ha i contorni dell’incubo. E poi passano i secoli, i superstiti si disperdono, il viaggio del treno che correva lungo i binari alla ricerca di un campo di lavoro si è concluso chissà quanti anni prima. Finché un giorno migliaia di corvi si alzano in volo. E poi tutto continua, ancora, nella realtà parallela del Bardo, dentro una trappola di Soloviei, in una fine infinita, ma che importa. In questo universo – singolare, visionario, violento – tempo e spazio sono dimensioni liquide dove vivi, morti e simil tali vagano in un immenso, eterno futuro. Un universo allucinato, percorso dall’umorismo del disastro. L’universo di Antoine Volodine.
Nato in Francia nel 1950, Antoine Volodine è uno scrittore che sfugge a ogni classificazione. Fondatore del «post-esotismo», corrente letteraria che mescola realtà onirica e politica, ha scritto oltre quaranta libri con diversi pseudonimi. Con Terminus radioso, che gli è valso il prix Médicis nel 2014, Volodine firma un romanzo fosco e ironico che intona un inno all’umorismo del disastro, alla fuga dal reale, alle tecniche di resistenza di fronte al buio, alla notte, alla catastrofe. La resistenza che segue alla tabula rasa delle umane cose dopo l’implosione totale, il crollo definitivo, la «guerra nera», da cui siamo tutti minacciati.
Tra le sue opere tradotte in Italia, Scrittori (Edizioni Clichy, 2013) e Angeli minori (L’orma editore, 2016). Di prossima pubblicazione 66thand2nd Le post-exotisme en dix leçons, leçon onze, Nos animaux préférés e Songes de Mevlido.
 
24 agosto 1899, nasce a Buenos Aires Jorge Luis Borges.
“Essi sapevano che in un tempo infinito ad ogni uomo accadono tutte le cose. Per le sue passate o future virtù, ogni uomo è creditore d’ogni bontà, ma anche di ogni tradimento, per le sue infamie del passato e del futuro.[…] Visti in tal modo tutti i nostri atti sono giusti, ma sono anche indifferenti. Non esistono meriti morali o intellettuali. Omero compose l’Odissea; dato un tempo infinito, con infinite circostanze e mutamenti, è impossibile non comporre, almeno una volta, l’Odissea. (da L’immortale – L’Aleph)”
qui potete ascoltarlo recitare i suoi poemi:


In distribuzione gratuita, ecco i cataloghi del Festival di Letteratura di Mantova!

 

cataloghi mantova

 

Venerdi, 26 agosto 2016, ore 20,45

Giardino degli Angeli, Castel San Pietro

Ivano Marescotti metterà in scena i racconti più divertenti di Maurizio Garuti

 

 Lettura-spettacolo di IVANO MARESCOTTI

 

Alla sua quarta presenza al Giardino, l’attore romagnolo torna a far sorridere il pubblico con le sue interpretazioni dei vari personaggi raccontati dall’autore di “Bla bla bla”, “Italiani, la storia che ride” e “Due giorni e una notte”, Maurizo Garuti

 

Giardino degli Angeli, Castel San Pietro Terme (Bologna)

Ingresso ad offerta libera fino a esaurimento dei posti.

 

 Tutto il programma della rassegna 2016

I SUONI DEGLI ANGELI è consultabile sul sito: www.isuonidegliangeli.it .

(abbiamo nuovamente aggiornato la notizia, a causa di un imprevisto la serata era stata annullata, ma ora in via definitiva possiamo dire che l’evento ci sarà!)

il 4 agosto 1944 la Gestapo fa irruzione nella casa dove si era rifugiata Anna Frank.
“È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare.
Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore. Semplicemente non posso fondare le mie speranze sulla confusione, sulla miseria e sulla morte. Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale; sento avvicinarsi il tuono che distruggerà anche noi; posso percepire le sofferenze di milioni di persone; ma, se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità.’”

 

English: Anne Frank House, Amsterdam, Netherla...

English: Anne Frank House, Amsterdam, Netherlands 日本語: アンネ・フランクの像, アムステルダム, オランダでHide-spが撮影。 (Photo credit: Wikipedia)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 435 follower