Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘il mondo delle librerie indipendenti’ Category

Dall’8 settembre 2018, Giornata mondiale dell’Alfabetizzazione, un gruppo di librerie rigorosamente indipendenti inizia ad offrire ai lettori un segnalibro. L’illustratrice e autrice di libri per bambini Agnese Baruzzi ha disegnato in esclusiva uno splendido segnalibro per ricordarvi che ci sono tanti motivi per scegliere le proprie letture entrando in una libreria indipendente. Tenetevi pronti a scattare in libreria, è ormai pronto il SEGNALIBRO 2019 -2020. Chi sarà il nuovo illustratore?

 

 

 

Read Full Post »

 

pubblicato originariamente qui:

 

https://www.facebook.com/GiornataLibrerieIndipendenti/?__tn__=kC-R&eid=ARCKnV8EViGKauLGfrKQID8gTFdCq27v6YicD2inFkI0lS66s8AJ0aqj11YxlzdToR-iixeq8yqm7tT_&hc_ref=ART9h8M-nqrvakPohUA6xFd25IMJSrfWbG-YMVzX3m9yLaoYiqtODZzuLWRAIKQfBAs&fref=nf&__xts__%5B0%5D=68.ARDLFc63Cb5EQqQ_CqHTXHrtkdg3DFqH7T23nMQLDKAirNuhIsPMO4Er9QG8xAbXgya_fIBwO_h_674otlMSzeHF5r1jXL-QMqhP6drSve41bxwij9C17K3MQ4__ZkIHMRHT8LSfPJIqvNBab9x3wyKLXXNMSMQw__1FR9RC5iRcQrezQdJE3YJWSDS5Yl_UhRvl5zigPa76tSlmztF9ll6C5FZg81dHpoim8g1sHc5MHUrBuBaSXRz2MeWOin8op374zA9G_DnNGZXC9stjuVf02Uq-EDhoRdVseqIklA-hni6MYbFq9OI6SWEtLuxsVYdJK6LRK3LKp1inelaB-7I

Sabato 27 Aprile Giornata delle Librerie Indipendenti.

LIBRERIE E LIBRAI INDIPENDENTI CHE RESISTONO… Venite a trovarci e adottate una Libreria Indipendente attraverso l’acquisto di un Libro.

Come si sostiene una libreria indipendente?

1)Sostenere le attività della libreria

2)Aderire alle iniziative che vi vengono organizzate

3)Consigliare la propria libreria preferita ad amici e parenti

4)Regalare e facendosi regalare libri

5)Tenersi informati sulle attività della libreria

6)Recensire i libri letti e lasciare la tua opinione in libreria

7)Lasciarsi sorprendere da libri sconosciuti

8)Passare il tempo a sfogliare libri insoliti

9)Darsi appuntamento in libreria e portare qualcuno con te quando ci vai

10)Evitare di chiedere sconti perché nelle librerie indipendenti c’è minor margine di guadagno tra prezzo di copertina e prezzo di acquisto del libraio.

Questo è ciò che si può fare per sabato 27 Aprile e comunque in qualche modo lo faremo. ——————————————-

#leggeremania #amoleggere #cultura #linguaitaliana #librerieindipendenti #leggerecreaindipendenza #inlibreria #onreading #inlettura #lettura #book #libro #letteratura #leggere #bookaddict #booklover #bookworm #bookaholic #bookstagram #instalettura #instalibri #instapic #bookreading #incontriletterari #libridalegger

Read Full Post »

Perchè scegliere una libreria indipendente. Il segnalibro delle librerie indipendenti ora lo trovate in tante librerie

 

Dall’8 settembre 2018, Giornata mondiale dell’Alfabetizzazione, avrete un motivo in più per entrare in una libreria indipendente. L’illustratrice e autrice di libri per bambini Agnese Baruzzi ha disegnato in esclusiva uno splendido segnalibro per ricordarvi che ci sono tanti motivi per scegliere le proprie letture entrando in una libreria indipendente.

LA COMUNITA’
I negozianti del territorio sono tuoi amici e vicini, pronti a supportare le attività di scuole, enti culturali e di carità . Più negozi indipendenti offrono più scelta, più varietà e quindi maggior libertà, la possibilità di dare vita ad una comunità come nessun’altra, non standardizzata.
L’AMBIENTE
Comprare “locale” significa meno packaging, meno trasporti, meno infrastrutture, meno inquinamento.
LA SOCIETA’ E LA CULTURA
Più librerie, più editori indipendenti, creano una offerta culturale variegata, valore sostenuto anche dalla Comunità Europea.
L’ECONOMIA
I negozi indipendenti creano posti di lavoro nel tuo territorio, versano per intero le imposte, in Italia, così ne pagate di meno voi.

I libri devono essere venduti da chi li ama e li conosce: il libraio è un professionista competente ed informato, pronto a consigliarvi,a darvi idee per un regalo, a cercare per voi il libro che desiderate.

Entrando in una delle librerie che seguono riceverete in dono il segnalibro a tiratura limitata, fino ad esaurimento delle copie!

1 Liberamente Ravenna

2 Libreria Atlantide Castel San Pietro (BO)

3 Cartacanta Monterotondo (RM)

4 Libreria Garbolino Chivasso (TO)

5 Bufò: Libreria per giovani menti Torino

6 Libreria Dante di Longo Ravenna

7 Il Mosaico Libreria dei Ragazzi Imola (BO)

8 Libreria Il Segnalibro Firenze

9 Acilia Libri Roma

10 Le Corti, Saluzzo (CN)

11 LIBRERIA CAMPUS BARI

12 Nella pancia della balena, libreria per ragazzi Manfredonia (FG)

13 Trame Libreria Bookshop Bologna

14 Libreria Equilibri Roma

15 I Trapezisti Roma

16 Libreria Bubusettete Cervia (RA)

17 L’Armadilla Imperia

18 Cartamarea Libreria Indipendente Cesenatico (FC)

19 Libreria Pavoniana Bologna

20 TUedIO Design Albano Laziale (RM)

21 Libreria Anacleto Cristerna di Latina (LT)

22 LibreriaLettera22 Mazara del Vallo (TP)

23 La-Librellula Gioia del Colle (BA)

24 Unicorni di carta Montalto Uffugo (CS)

25 Pangea Libreria Padova

26 Lapenna delle Storie Andria (BT)

27 Mu-nari • leggere è un gioco San Lazzaro di Savena (BO)

28 Il Giratempo – libri, giochi e altre magie. Roma

29 Libreria Dovilio Caltagirone (CT)

30  Libreria QuanteStorie Roma

31 Libreria Iobook Liberilibri Senigallia (AN)

32 L’isola non trovata Roma

33 Libreria Masone Alisei Benevento

34 La freccia azzurra Castrovillari

35 Libramente Caffè Letterario Nocera inferiore – Salerno

36 Trecentossantacinque storie Matera Mt

37 Libreria IoBook Senigallia An

38 Il Mattoncino, Giugliano, Napoli

Poi, ci sono le librerie riunite nel gruppo LIM – LIBRERIE INDIPENDENTI DI MILANO:

Le LIM:Librerie indipendenti di Milano
Borsa del Fumetto
Il Libro Libreria Internazionale
Libreria 6Rosso
Libreria Aleph
Libreria Baravaj
Libreria Belleville – La Scuola
Libreria Centofiori
Libreria Claudiana
Libreria del Convegno
Libreria dello Spettacolo
Libreria dello Sport
Libreria di Quartiere
Libreria Hellisbook
Libreria Il Domani
Libreria Il Trittico
Libreria Isola Libri
Libreria Itin. Librisottocasa
Libreria Legatoria Borghi
Libreria Les Mots
Libreria Linea d’Ombra
Libreria Linea di Confine
Libreria Lirus
Libreria Militare
Libreria Monti in Città
Libreria Oasi del Piccolo Lettore
Libreria Popolare di Via Tadino
Libreria Scaldasole Books
Libreria Temporibus Illis
Libreria Terra Santa
Libreria Trovalibri
Magazzino Musica

LE LIBRERIE INDIPENDENTI CHE DESIDERANO OTTENERE IL FILE NECESSARIO ALLA STAMPA DEL SEGNALIBRO POSSONO CHIEDERE L’ISCRIZIONE A QUESTO GRUPPO SU FACEBOOK, specificando il nome e la libreria di appartenenza:  nessun costo se non quello della stampa, in forma autonoma del segnalibro, nelle quantità desiderate.

 https://www.facebook.com/groups/173991266718999/?ref=br_tf&epa=SEARCH_BOX 

 

Read Full Post »

Vi abbiamo visto entrare in carrozzina, con madri e padri intenti a scegliere per voi i primi libri in tela. Abbiamo osservato i vostri sforzi per afferrare il libro con il trattore collocato nel primo scaffale, poco saldi sulle gambe.  Poi ancora, è stata la volta di scoprire Guizzino o Spotty, per poi potere finalmente iniziare a leggere autonomamente, con le prime letture in stampatello. La grande conquista, che vi ha condotto ai Piccoli brividi, a Roald Dahl, ai Gaia Junior.. Abbiamo visto lo stupore sui vostri visi all’apparire della pila di libri per affrontare la prima media. Ci siamo sorpresi noi al sapervi iniziare l’università, al vostro primo ordine di testi di fisica, architettura, zoologia…. Ancor di più nel momento della conquista della laurea.  Del resto,  anche se sono 25 anni che siamo qua, a fare i librai, restiamo ancora di stucco nel vedere ripetersi tutto ciò!

 

Read Full Post »

Inutile, se metti una capra nella cabina di pilotaggio di un aereo, non lo farà volare. Al massimo lascerà qualche pallina nera. Il comunicato stampa dell’Associazione Librai italiani in merito alle modalità di assegnazione del Tax Credit alle librerie lo trovate qui in calce. Altre notizie potrete leggerle qui: https://www.illibraio.it/tax-credit-librerie-criteri-922789/

Meno del 50% ammesse ai benefici, e considerate che per poter inoltrare la domanda era necessaria anche la certificazione del solito intermediario, commercialista o altro, con parcelle da commercialista naturalmente.

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

ALI CONFCOMMERCIO SU TAX CREDIT LIBRERIE:

DISCUTIBILE E DISCRIMINANTE L’ASSEGNAZIONE

Ali Confcommercio critica le modalità di assegnazione del credito d’imposta alle librerie. Un meccanismo discutibile – afferma in una nota – non basato su un criterio di equità tale da consentire a tutti di partecipare dei benefici, ma si è introdotta una modalità che differenzia i piccolissimi, quasi sempre senza personale dipendente, dalle piccole librerie con maggiore imprenditorialità (uno o due dipendenti) che pure soffrono della crisi del settore, creando così figli e figliastri.

La polemica è a seguito della pubblicazione, da parte della Direzione Generale Biblioteche del MiBac, delle graduatorie delle librerie ammesse al riconoscimento del credito d’imposta (tax credit). Per il provvedimento sono stati stanziati per l’anno corrente 4 milioni di euro, un fondo certamente insufficiente – continua Ali – ma che poteva rappresentare un primo segnale d’aiuto per il settore librario. Delle librerie richiedenti, oltre 1700, meno del 50% sono state ammesse ai benefici.

Troviamo questo meccanismo profondamente ingiusto  – aggiunge la federazione dei librai – anche perché in alcuni casi sono state premiate librerie aperte da pochi mesi, e sono state escluse librerie presenti e attive nel territorio da anni. Tutto questo è destinato a creare squilibri territoriali con le aziende che operano nelle stesse realtà. Riteniamo che, introdurre un meccanismo di così profonda ineguaglianza nella categoria avrà ricadute fortemente negative.

Facciamo  appello al Ministro – conclude – affinché con sensibilità valuti la situazione e adotti provvedimenti che garantiscano criteri di democrazia per il corrente anno così come esprimiamo l’auspicio che le misure di sostegno al settore siano in futuro incrementate e non ridotte.

Roma 13 novembre 2018

Read Full Post »

I segnalibri delle librerie indipendenti sono anche a Firenze, nella bellissima libreria On the road, tutta dedicata ai viaggi. Valutate voi se è più divertente acquistare con un clic o entrare in un luogo pieno di sorprese come questo…
 
 
 
In libreria: cartine, guide turistiche, cicloturismo, motociclismo turistico, narrativa viaggio, cartografia, planisferi

Read Full Post »

un libro autopubblicato sotto il marchio di Amazon, disponibile solo online, finisce nella longlist del Prix Renaudot. Ma i librai francesi non ci stanno, non è proprio il caso « se jeter dans la gueule du loup “.
Chers jurés, vous êtes écrivains. Comme nous, vous aimez les livres. Comme nous, vous défendez la création, par exemple en sélectionnant des premiers romans ou des titres de petites maisons. La renommée du Prix que vous portez vous confère une responsabilité particulière. Défendez le livre et non ceux qui le menacent.
 
Il comunicato del sindacato librai francesi lo trovate qui:
 
Le SLF alerte les jurés du Prix Renaudot sur les conséquences de la sélection d’un livre autoédité par Amazon
 
 
Le Prix Renaudot a dévoilé la semaine dernière une première sélection de 17 romans dont Bande de Français de Marco Koskas, ouvrage auto-édité sur la plate-forme d’Amazon. Par ce choix, le Prix Renaudot sait-il qu’il rend un bien mauvais service à l’auteur lui-même, aux libraires et donne un signal inquiétant pour l’avenir de la création et de la diffusion du livre ?
 
En premier lieu, ce titre, diffusé en exclusivité par Amazon, n’est, de ce fait, présent dans aucune des 3 500 librairies françaises. Comment priver un auteur du premier réseau de vente de livres en France quand l’objet d’un prix littéraire est de promouvoir auprès du public les titres sélectionnés ?
 
La commande de ce livre est techniquement et commercialement quasi impossible pour les libraires. Moralement, surtout, ceux-ci refusent de « se jeter dans la gueule du loup » car Amazon n’est pas un concurrent comme les autres. Il ne veut pas seulement s’imposer comme un acteur important du marché du livre, il veut devenir le marché à lui tout seul en éliminant ses concurrents, en organisant une concurrence déloyale, en échappant à l’impôt, en contournant le prix unique du livre et en remplaçant tout à la fois les éditeurs, les distributeurs et les libraires.
 
Ce modèle entraîne un risque réel pour la création et la diffusion du livre elles-mêmes. Certes, l’organisation actuelle de l’économie de notre secteur est perfectible, particulièrement pour les auteurs, les éditeurs indépendants ou les libraires. Mais combien est plus trompeur et plus sinistre le monde rêvé d’Amazon. Plus de hiérarchie entre les oeuvres, réduites à un simple identifiant sur une plate-forme, plus de ligne éditoriale mais des millions de titres accumulés sans repères, plus de présence du livre dans ces lieux vivants de « commerce » au coeur des villes et des quartiers, plus de passeurs engagés pour porter les oeuvres et les auteurs auprès des lecteurs, un algorithme sophistiqué et des entrepôts au lieu de la parole échangée.
 
Chers jurés, vous êtes écrivains. Comme nous, vous aimez les livres. Comme nous, vous défendez la création, par exemple en sélectionnant des premiers romans ou des titres de petites maisons. La renommée du Prix que vous portez vous confère une responsabilité particulière. Défendez le livre et non ceux qui le menacent.
 
@SLF_Librairie

Read Full Post »

Older Posts »