Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘il mondo delle librerie indipendenti’ Category

IL NUOVO SEGNALIBRO DELLE LIBRERIE INDIES, EDIZIONE LIMITATA 2021, da FRANCESCA BALLARINI

Da oggi avete un motivo in più per entrare in una libreria indipendente. L’illustratrice Francesca Ballarini ha disegnato  in esclusiva uno splendido segnalibro per ricordarvi che ci sono tanti motivi per scegliere le proprie letture entrando in una libreria indipendente.

LA COMUNITA’
I negozianti del territorio sono tuoi amici e vicini, pronti a supportare le attività di scuole, enti culturali e di carità . Più negozi indipendenti offrono più scelta, più varietà e quindi maggior libertà, la possibilità di dare vita ad una comunità come nessun’altra, non standardizzata.
L’AMBIENTE
Comprare “locale” significa meno packaging, meno trasporti, meno infrastrutture, meno inquinamento.
LA SOCIETA’ E LA CULTURA
Più librerie, più editori indipendenti, creano una offerta culturale variegata, valore sostenuto anche dalla Comunità Europea.
L’ECONOMIA
I negozi indipendenti creano posti di lavoro nel tuo territorio, versano per intero le imposte, in Italia, così ne pagate di meno voi.

I libri devono essere venduti da chi li ama e li conosce: il libraio è un professionista competente ed informato, pronto a consigliarvi, a darvi idee per un regalo, a cercare per voi il libro che desiderate. Inoltre, con la nuova Legge sulla promozione della lettura del 2020 un libro ha lo stesso prezzo ovunque!

Un Segnalibro in edizione limitata, in distribuzione da oggi in un centinaio di librerie italiane ( o tra qualche giorno, non tutte sono già pronte)! (prossimamente forniremo l’elenco aggiornato delle librerie che hanno aderito al progetto Segnalibro)

Francesca Ballarini, che ringraziamo di cuore per avere dedicato ore di lavoro al progetto, la trovate su instagram, @_francesca_ballarini e su FB,

https://www.facebook.com/profile.php?id=100010985790535

#segnalibri #segnalibro #librerie #librerieindipendenti

Read Full Post »

il mondo che ci circonda è il risultato delle mille scelte che facciamo ogni giorno. L’editore Laterza ha deciso di privilegiare BOOKDEALER per l’acquisto online dal suo sito, ed è una presa di posizione decisa, in favore di chi, come Laterza, ama davvero i libri, e contribuisce a mantenere vivo e vitale il settore dell’editoria.


https://www.laterza.it/scheda-libro/?isbn=9788858143063


La strage silenziosaCome l’Africa ha rischiato di morire di AIDS e come si è invertita la rottaRoberto Morozzo della Rocca
pref. di J. Sachs
Vent’anni fa l’AIDS ha messo a rischio la sopravvivenza di un intero continente nell’indifferenza delle maggiori istituzioni internazionali. Dal 1996 le cure per l’AIDS, in Occidente, esistevano. E si poteva sopravvivere in buona salute. All’Africa invece le terapie erano negate, sebbene in quell’area i malati si contassero a milioni e non a migliaia come nei paesi ricchi. Perché questo doppio standard? Si dubitava della capacità degli africani di assumere regolarmente le medicine; le fragili sanità pubbliche africane erano considerate inefficienti; i costosi farmaci antiretrovirali contro l’AIDS, che in Occidente salvavano vite, apparivano un lusso (senza però che i corrispettivi farmaci generici, a basso costo, fossero presi in considerazione, per tutelare gli interessi delle multinazionali farmaceutiche). Dominava insomma un afro-pessimismo: curare i malati di AIDS nelle regioni subsahariane veniva giudicato una perdita di tempo e denaro. E intanto, la durata media della vita crollava e le economie collassavano. Malgrado gli sforzi di figure come Kofi Annan, Stephen Lewis, Jeffrey Sachs e di tanti medici e volontari sul campo, l’opzione terapeutica si sarebbe affermata in Africa lentamente. L’accesso universale alle terapie sarebbe stato convenuto a livello internazionale soltanto intorno al 2015. La storia di come si è invertita la rotta nel nome della necessità di salvare il numero più alto possibile di vite è una lezione esemplare che ci può aiutare ad affrontare meglio il presente.
#laterza #bookdealer

Read Full Post »

Anche con il nuovo Decreto le librerie possono restare aperte, comprese le giornate nelle quali l’Italia sarà in zona rossa

I lettori che vorranno venire a trovarci nei giorni 24 e 31 dicembre (orario ridotto 8,45 – 12,30) e 2 – 5 gennaio potranno giustificare lo spostamento per acquisto bene di prima necessità. (negli altri giorni, festivi, in cui l’Italia sarà in zona rossa resteremo chiusi)

Anche dai comuni limitrofi, qualora non vi siano librerie, con la necessaria autocertificazione. ( la trovate qui: https://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus) .

Noi manterremo tutti gli standard di sicurezza necessari, anche limitando al massimo il numero di persone che possono avere accesso contemporaneamente in libreria, Atlantide resta dunque un luogo sicuro. Cercate comunque di limitare gli spostamenti!

Buone letture!

PS. Ci saremo anche nei giorni canonici, 28 – 29 – 30 dicembre e 4 gennaio 2021.

Read Full Post »

Grazie soprattutto a Fabrizio Dondi, Assessore alla Cultura, siamo riusciti a proporre e a portare a conclusione un ciclo di incontri che ha toccato diversi aspetti del problema: economia, energia, il ruolo delle giovani generazioni nel cambiamento, lo spreco, e il ruolo della letteratura nel raccontare il fenomeno, con un romanzo che possiamo definire “profetico”, considerato che risale al 2012.Il passaggio dagli incontri in presenza all’online è riuscito proprio grazie a Fabrizio, capace di padroneggiare al meglio gli strumenti.

Degna conclusione ieri sera con una bravissima Alessandra Sarchi (grazie di cuore!) e il suo Violazione (Einaudi editore), capace di offrire molti spunti di riflessione e di porre in luce le tante sfaccettature che il rapporto uomo\pianeta può offrire, potrete seguire sul canale Youtube di Castel San Pietro la presentazione.

Grazie per averci seguito, e speriamo che attenzione e sensibilità sull’argomento aumentino, a livello personale e delle istituzioni, producendo gesti concreti. Ogni giorno!

Read Full Post »

4 dicembre 1993 -4 dicembre 2020. 27 anni di Atlantide

Altra risposta non posso darvi che “grazie”, e ancora “grazie”.(William Shakespeare)

Il nuovo mese si apre con un appuntamento importante per i librai: venerdì 4 dicembre saranno 27 le candeline sulla torta di Atlantide.

Vi piace il manifesto realizzato per noi da Francesca Ballarini (la trovate su instagram, @_francesca_ballarini e su FB, https://www.facebook.com/profile.php?id=100010985790535 )?

E’ giunto così il momento di dire grazie di cuore alla nostra clientela, capace di seguirci con affetto anche in questi ultimi mesi di un anno turbolento, all’altezza della sua proverbialità (anno bisesto, anno funesto)! Dimostrando che un libro è per sempre, non solo un regalo per il Natale! E che il sostegno al commercio locale comincia ad essere un fine da perseguire quotidianamente.

Noi continuiamo il percorso, cercando di proseguire tenendo fede ai nostri principi, coltivando il rapporto di fiducia e di dialogo con i nostri lettori, dando spazio anche ai piccoli editori, proponendo occasioni di incontro con gli autori (anche online, ora), sostenendo nei limiti delle nostre possibilità attività come Ageop Ricerca, Radio Immaginaria, il Teatro al Jolly di Dario Criserà, le lotterie scolastiche….Mantenere vitale la nostra comunità, renderla unica, un impegno che cerchiamo di onorare con la teoria e la pratica!

Sospesi buffet e festeggiamenti, il giorno del compleanno troverete scontato del 5% il nostro assortimento. Il massimo concedibile per legge con le nuove disposizioni. Abbiamo però in serbo ugualmente qualche sorpresa: dopo le 18 del 4 dicembre troverete un canale youtube (https://www.youtube.com/user/TheAtlantidelibri/videos… ). Sarà proprio Dario Criserà a stupirvi con alcune letture dedicate al libro.

E presto proporremo altri contributi di autori ed artisti, letture di brani di libri, poesie, per un mese di dicembre da ricordare….#bookshop#independentartist#independentbookshop@_francesca_ballarini https://www.facebook.com/profile.php?id=100010985790535

Read Full Post »

Atlantide fa parte delle attività autorizzate alla consegna a domicilio, nel rispetto dei DCPM, delle Ordinanze locali, e delle norme di igiene che il Covid-19 impone.

Le consegne, gratuite per acquisti superiori ai 25 euro, avvengono per il momento con queste modalità:

Solo capoluogo.

Pagamento: all’atto dell’ordinazione, con bonifico, Paypal, Satispay,Carta docente, App18. O Contanti al momento della consegna.

Le richieste di libri possono essere trasmesse via mail (info@atlantidelibri.it ), wa (051-6951180, solo messaggi di testo) o sulla nostra pagina fb (https://www.facebook.com/libreria.atlantide ).

Ricordate di indicare anche il vostro indirizzo, e un numero di telefono, ci serviranno al momento della consegna.

I nostri consigli sono sempre pronti! Avete a disposizione tutti i titoli di Atlantide, e quelli che vorrete ordinare.

Potrete ordinare anche ON LINE, sul portale delle librerie indipendenti: per consegna a domicilio o spedizione.

https://www.bookdealer.it/libreria/523/libreria-atlantide?sls=1

Spostamenti: possibili anche da comuni limitrofi, se non sono presenti librerie.

In libreria è consentito l’accesso a tre persone max per volta, con mascherina, dopo avere igienizzato le mani all’entrata. Potrete fermarvi quanto volete in libreria, vi chiediamo però di controllare l’entrata, per accertarvi che non vi siano persone in attesa. In quel caso, siate cortesi, restate in libreria il tempo necessario a concludere gli acquisti, e tornate a trovarci presto!

Evitate code,assembramenti,

 limitazioni agli spostamenti.

Pensate fin da ora ai regali di Natale.

Read Full Post »

DECRETO RILANCIO – FONDI A DISPOSIZIONE PER LE BIBLIOTECHE DESTINATI AGLI ACQUISTI DI LIBRI NELLE LIBRERIE.

Sono 30 i milioni a disposizioni delle biblioteche per fare acquisti straordinari di libri presso le librerie. Per i territori della regione EMILIA ROMAGNA sprovvisti di librerie, Libreria Atlantide è disponibile per supportare e consigliare le biblioteche negli acquisti: dal 1993, dalla nostra apertura, siamo specializzati nel fornire gli enti pubblici con tutto l’universo dell’editoria italiana, da quelli maggiori a quelli locali, compresi i libri fuori catalogo.

 

Il comunicato del MIBACT

https://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_510681287.html

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini ha firmato questa mattina due decreti del valore complessivo di 40 milioni di euro per sostenere le librerie e l’intera filiera dell’editoria. I provvedimenti, che potenziano il Tax credit librerie e rafforzano l’acquisto di libri da parte delle biblioteche aperte al pubblico, sono il primo utilizzo del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” istituito con il Dl Rilancio con una dotazione di 210 milioni di euro per il 2020.

Questi provvedimenti – ha sottolineato Franceschini – triplicano l’impatto del tax credit librerie e introducono risorse straordinarie per acquisti di libri da parte delle biblioteche dello stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali. Questo è il modo più veloce per sostenere direttamente e indirettamente tutta la filiera del libro in difficoltà, dalle biblioteche alle librerie agli editori ai distributori agli autori”.

I 40 milioni di euro sono ripartiti in due decreti: il primo, del valore di 10 milioni di euro, che rafforza il Tax credit librerie, la misura introdotta nel 2017 per sostenere le librerie, soprattutto le più piccole e indipendenti, attraverso un credito d’imposta parametrato agli importi pagati per Imu, Tasi, Tari, imposta sulla pubblicità, tassa per l’occupazione di suolo pubblico, spese per locazione, mutui, e contributi previdenziali e assistenziali del personale dipendente.

Il secondo, del valore di 30 milioni di euro, che prevede un acquisto straordinario di libri da parte delle biblioteche dello Stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali che potranno arricchire i cataloghi acquistando il 70% dei nuovi volumi in almeno 3 librerie presenti sul proprio territorio. Nello specifico, le risorse sono assegnate alle biblioteche per l’acquisto di libri fino a un massimo di:

  • 1.500 euro per le biblioteche con un patrimonio librario fino a 5.000 volumi;
  • 3.500 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 5.000 volumi e fino a 20.000 volumi;
  • 7.000 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 20.000 volumi.

Le risorse assegnate a ciascuna biblioteca devono essere utilizzate per almeno il settanta per cento per l’acquisto di libri presso almeno 3 diverse librerie presenti sul territorio della provincia o città metropolitana in cui si trova la biblioteca. Ove in tale territorio non siano presenti o attive almeno 3 librerie, la biblioteca può effettuare gli acquisti nel territorio della regione. Le risorse assegnate a ciascuna biblioteca devono essere spese entro 30 giorni dall’avvenuto accredito da parte della Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore e, comunque, non oltre il 30 settembre 2020.

 

qui invece troverete la pagina per compilare l’ISTANZA DI ACCESSO, necessaria per accedere ai fondi:

https://www.librari.beniculturali.it/it/contributi/FEIB?fbclid=IwAR1pzNWiz_59FvErVpOi3oQraiUUOHKD7I3R-BIYqlHVArYacV0j5vhdIlw

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

 

Lo sapevate?

 

Atlantide svolge dal 1993 una attività di consulenza e vendita diretta a biblioteche e altri enti pubblici, non limitandosi esclusivamente alla fornitura di libri, ma proponendo periodicamente presentazioni con autori che si rendono disponibili all’incontro con il pubblico. Siamo convinti che l’attività di lettura possa essere decisamente arricchita dall’incontro con l’autore, che possa diventare in questo modo esperienza degna di ricordo.
Le nostre collaborazioni si estendono anche a diversi istituti scolastici: Corrado Peli (I bambini delle Case Lunghe, Time Crime Fanucci editore, romanzo di formazione), Paolo Malaguti (Prima dell’alba, Neri Pozza un noir ambientato tra i giorni di Caporetto e il 1931), Paolo Casadio (Il bambino del treno, Piemme – tema Olocausto), Roberto Matatia (I vicini scomodi, La Giuntina, Shoah) ed altri ancora hanno incontrato negli ultimi due anni diverse classi del Liceo Scientifico Rambaldi Valeriani di Imola, dell’Istituto Tecnico Agrario Scarabelli, dell’Istituto Enrico Mattei di San Lazzaro. Come immaginerete, molti incontri del 2020 sono stati rinviati, o sono avvenuti online.
Per il prossimo anno scolastico, confidando in un ritorno alla normalità, l’offerta si amplierà ad altri scrittori, sviluppando tematiche capaci di spaziare in più direzioni, dal romanzo storico a quello di attualità, dal romanzo di formazione a quelli che trattano l’immigrazione, proponendo libri per tutte le classi delle superiori.
Gli scrittori Paolo Ciampi, Carlo Greppi, Paolo Malaguti, Corrado Peli, Matteo Cavezzali, ed altri sono disponibili ad incontrare i ragazzi del Vs Istituto. Ovviamente, parliamo di Istituti del territorio, siamo certi che le librerie di tutta Italia siano in grado di proporre quanto offerto da Atlantide.
Nessun onere risulterà a carico dell’Istituto, se non quello didattico, ossia il lavoro preparatorio in classe per introdurre le opere e gli autori presentati. Per esigenze organizzative è necessario che siano coinvolte almeno due\tre classi, se non quattro (abbiamo indicato tale dato sul file), in base alla località di provenienza dell’autore.
Aderendo al progetto è richiesta l’adozione del volume da parte della scuola: ai ragazzi daremo l’opportunità di acquistare i volumi presso di noi con uno sconto del 5%, facoltativamente. I libri sarebbero consegnati direttamente presso i locali della scuola, ci servirà pertanto la collaborazione del docente referente per le operazioni necessarie. L’adozione permetterà la messa a disposizione di copia omaggio per il docente.
Collaboriamo inoltre con Feltrinelli (https://www.primaeffe.it/attivita/autori-feltrinelli-a-scuola/ ) e con Marcos Y Marcos (http://www.marcosymarcos.com/oggetti/) per quanto riguarda i loro progetti indirizzati al mondo delle scuole: da Booksound, riguardante la lettura espressiva, a Sarà un classico, per scoprire cosa si cela dietro l’attività di una casa editrice.
Per conoscere l’elenco completo degli autori e delle iniziative, per avere ulteriori informazioni, vi invitiamo a contattare il nostro numero telefonico 051 6951180 o la mail: info@atlantidelibri.it .
Libreria Atlantide
Castel san pietro, giugno 2020
Libreria Atlantide Via Mazzini 93
40024 Castel San Pietro Bo, 051 6951180 info@atlantidelibri.it

Read Full Post »

Appena firmato un provvedimento del Ministro Franceschini in favore delle librerie, che coinvolge anche il mondo delle Biblioteche: ricordiamo che ATLANTIDE serve le biblioteche della Provincia di Bologna e Ravenna dal millennio scorso….

 

https://agcult.it/a/19820/2020-06-04/firmati-decreti-attuativi-del-dl-rilancio-franceschini-40-mln-per-filiera-del-libro?fbclid=IwAR3YKDnptElmvBBk8sVltuD_vMWPxo_1UlDEKM6A7JVBKnjQKJmMHOtaQsg

 

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini ha firmato questa mattina due decreti del valore complessivo di 40 milioni di euro per sostenere le librerie e l’intera filiera dell’editoria. I provvedimenti, che potenziano il Tax credit librerie e rafforzano l’acquisto di libri da parte delle biblioteche aperte al pubblico, sono il primo utilizzo del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” istituito con il Dl Rilancio con una dotazione di 210 milioni di euro per il 2020.

Questi provvedimenti – ha sottolineato Franceschini – triplicano l’impatto del tax credit librerie e introducono risorse straordinarie per acquisti di libri da parte delle biblioteche dello stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali. Questo è il modo più veloce per sostenere direttamente e indirettamente tutta la filiera del libro in difficoltà, dalle biblioteche alle librerie agli editori ai distributori agli autori”.

I 40 milioni di euro sono ripartiti in due decreti: il primo, del valore di 10 milioni di euro, che rafforza il Tax credit librerie, la misura introdotta nel 2017 per sostenere le librerie, soprattutto le più piccole e indipendenti, attraverso un credito d’imposta parametrato agli importi pagati per Imu, Tasi, Tari, imposta sulla pubblicità, tassa per l’occupazione di suolo pubblico, spese per locazione, mutui, e contributi previdenziali e assistenziali del personale dipendente.

Il secondo, del valore di 30 milioni di euro, che prevede un acquisto straordinario di libri da parte delle biblioteche dello Stato, delle Regioni, degli enti locali e degli istituti culturali che potranno arricchire i cataloghi acquistando il 70% dei nuovi volumi in almeno 3 librerie presenti sul proprio territorio. Nello specifico, le risorse sono assegnate alle biblioteche per l’acquisto di libri fino a un massimo di:

  • 1.500 euro per le biblioteche con un patrimonio librario fino a 5.000 volumi;
  • 3.500 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 5.000 volumi e fino a 20.000 volumi;
  • 7.000 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 20.000 volumi.

Le risorse assegnate a ciascuna biblioteca devono essere utilizzate per almeno il settanta per cento per l’acquisto di libri presso almeno 3 diverse librerie presenti sul territorio della provincia o città metropolitana in cui si trova la biblioteca. Ove in tale territorio non siano presenti o attive almeno 3 librerie, la biblioteca può effettuare gli acquisti nel territorio della regione. Le risorse assegnate a ciascuna biblioteca devono essere spese entro 30 giorni dall’avvenuto accredito da parte della Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore e, comunque, non oltre il 30 settembre 2020.

 

Read Full Post »

molto orgogliosi di avere fatto parte la giuria che ha selezionato i migliori libri dei primi anni del Millennio! Da Albinati a Wu Ming, la lista completa la trovate sul sito de L’INDISCRETO.
 
 
In questo maggio 2020 improvvisamente libero (i libri usciti tra metà febbraio e metà marzo concorreranno con gli altri nel voto di ottobre) abbiamo chiesto ai “Grandi Lettori” e alle “Grandi Lettrici” delle Classifiche di Qualità di votare quelle che per loro sono state le migliori opere di narrativa italiana degli ultimi vent’anni, così da comporre – ovviamente con spirito ludico – il primo “Canone dell’Indiscreto 2000-2019”.
 
Albinati, Edoardo; La scuola cattolica, Rizzoli 2016
• Anedda, Antonella; La vita dei dettagli, Donzelli 2009
• Ballestra, Silvia; I giorni della rotonda, Rizzoli 2009
• Bortolotti, Gherardo; Tecniche di basso livello, Lavieri 2009
• Busi, Aldo; El especialista di Barcelona, Baldini&Castoldi 2012
• Calasso, Roberto; La folie Baudelaire, Adelphi 2008
• Calasso, Roberto; L’ardore, Adelphi 2010
• Caminito, Giulia; La grande A, Giunti 2016
segue sul sito

Read Full Post »

Older Posts »